Gabriele Cioffi ha parlato alla vigilia del match tra Torino e Udinese, valido per la 17ª giornata del campionato di Serie A

È la vigilia di Torino-Udinese, sfida valida per la 17ª giornata di Serie A. Gabriele Cioffi, allenatore degli ospiti, è intervenuto in conferenza stampa davanti ai media per presentare la partita. Di seguito le parole del tecnico.

L’Udinese è la squadra che ha concesso più rigori…

“Crei paure che non esistono, il rigore con il Verona per esempio, c’è stato un tiro con il braccio lungo il corpo: è rigore ma è un movimento che ci può stare. Il rigore con l’Inter non lo commento, con il Sassuolo invece ci sono errori da analizzare. Sul primo è un errore cui prendere coscienza, ginocchio, petto, mancava solo il tacco. Quello di Kabasele è un’ingenuità, lo considero mezzo e mezzo”.

Con il rientro di Ferreira, sarà confermato Perez centrale?

“Il rientro di Joao Ferreira porta sicuramente competizione e alza il livello, in un momento di difficoltà di risultati aiuta. Perez in mezzo ha fatto bene e credo lo riconfermerò lì”.

Incidono i 4 punti mancanti mentalmente?

“I punti incidono e mancano, giustamente si parla di errori, se devo analizzare un fallo di mano su un tiro da fuori, una magia di Ngonge e poi sì sul terzo forse c’è un errore. Ora c’è da guardare cosa va e lavorarci tanto, con continuità e fiducia. La prestazione c’è stata, poi si va nel dettaglio, altrimenti da tifoso analizzo, va tutto bene e uno pensa ‘ma che dice? In questo momento c’è tempesta analizzando i fatti, ma la rotta è quella giusta”.

Success e Lucca possono giocare insieme? Zemura e Ehizibue come stanno?

“Sì ci stiamo lavorando, potremmo arrivarci nel futuro. Zemura è fuori, ha preso una brutta ginocchiata contro la Roma, lo ha penalizzato. Sicuramente domani non ci sarà ma poteva stare fuori molto di più. Ehizibue viene da un lungo infortunio, ha una struttura importante, si giocano in tre la maglia da titolare e con la competizione che si alza magari si alza anche la voglia di stringere i denti”.

Senza Payero, chi gioca? Lovric o Samardzic?

“L’assenza di Payero la vivo come una mancanza di competizione in questo momento, non mi preoccupa però chi lo sostituirà, il momento difficile di Lovric è superato nel momento in cui mi dimostra il giusto atteggiamento in campo. Samardzic mostra motivazione in modo diverso dagli altri, è giovane, deve avere fame”.

Zarraga è il vice Walace?

“Zarraga è un palleggiatore, in partite meno fisiche può essere il vice Walace, contro il Torino che ha più fisicità lì non può giocare”.

Con l’Inter avete scelto di restare bassi…

“Sicuramente la sconfitta e il modo in cui è arrivata non ci è andata giù, non ripeteremo l’esperimento contro una squadra con la fisicità del Torino”.

Si aspettava così questo suo ritorno a Udine?

 “Sì, la squadra ha potenziale, la mole di lavoro è raddoppiata, ma è una sfida che vinceremo tutti insieme con i ragazzi, me l’aspettavo così come è”.

Gabriele Cioffi
Gabriele Cioffi
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 22-12-2023


1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Emil
2 mesi fa

Quindi staranno bassissimi e proveranno a ripartire.

Linetty: “Facciamo molto bene in difesa. Vogliamo sempre vincere”

Juric: “L’Udinese è un grande esame, Linetty out. No alla Superlega, ma…”