Un altro derby perso: il Toro reagisce ma vince ancora la Juve - Toro.it

Un altro derby perso: il Toro reagisce ma vince ancora la Juve

di Giulia Abbate - 4 Luglio 2020

Il commento di Juventus-Torino 4-1 / Il Gallo illude dal dischetto ma non basta: Ronaldo e l’autorete di Djidji chiudono i giochi

Il rigore siglato da Belotti a fine primo tempo aveva illuso tutti: dopo il doppio vantaggio siglato da Dybala e Cuadrado, i granata non solo riaprono i giochi ma torna in campo dopo l’intervallo con un piglio del tutto diverso. Reagisce il Toro, questa volta davvero, e sfiora il pareggio poco prima di una punizione eccezionale di Ronaldo che mette nuovamente la partita in discesa. A pochi minuti dalla fine, poi, è Djidji, subentrato ad un buon Bremer, a chiudere purtroppo i giochi deviando in rete un cross di Duglas Costa e regalando alla Juventus il 4-1.

Juventus-Torino, il secondo tempo

Il rigore di Belotti ha letteralmente resuscitato il Torino che entra in campo con tutto un altro piglio. E lo si vede dopo appena 5 minuti: Verdi segna il gol del possibile 2-2 ma Maresca gli nega l’urlo di gioia segnalando il fuorigioco di Belotti che si era fiondato sulla respinta del portiere trovando la traversa, con l’ex Napoli che di testa aveva chiuso in rete. Pareggio annullato ma è un altro Toro. La Juventus, però, non ha intenzione di farsi mettere sotto e nonostante fatichi notevolmente di più dei primi 45 minuti al 60’ trova la rete del 3-1 grazie ad una grandissima punizione di Ronaldo. Belotti e compagni però non si fanno spaventare e cercano immediatamente la reazione.

Ci crede il Toro che a differenza di altre occasioni non si fa tagliare le gambe dal vantaggio avversario. Longo, intanto, manda in campo anche Millico al posto di Verdi  mentre Edera ha rilevato De Silvestri. Ed è proprio Edera a tentare la conclusione a 10’ dalla fine: palla saldamente tra le mani di Buffon. Fuori anche Bremer, provvidenziale in più di un’occasione, e Ola Aina: nel Toro entra Ansaldi e si rivede Djidji. Ed è proprio il difensore a commettere l’errore che chiude definitivamente i giochi: cross di Duglas Costa, Djidji cerca la deviazione ma spiazza Sirigu e regala l’autorete che chiude definitivamente il derby sul 4-1.

Juventus-Torino, il primo tempo

Poco meno di un’ora al fischio di inizio di Juventus-Torino e arriva il primo colpo di scena: per Moreno Longo fuori Nkoulou, al suo posto c’è Lyanco mentre a centrocampo spazio alla coppia Lukic-Meité, con Rincon che parte dalla panchina. Davanti, invece, il tecnico granata dimostra di volersela giocare e allora spazio a Belotti con alle sue spalle sia Verdi che Berenguer con Zaza pronto a subentrare a partita in corso. Pronti via, e il Torino ci mette solo 3 minuti a complicarsi la vita: Cuadrado serve alla perfezione Dybala in area di rigore, l’attaccante manda letteralmente in bambola Lyanco e, complice una deviazione di Izzo porta la Juve in vantaggio. Dopo qualche minuto di stallo, il Toro riesce però a trovare una piccola reazione e al 9’ del primo tempo si fa vedere per la prima volta nell’area bianconera. I granata non riescono però ad arginare i bianconeri che non faticano troppo per raggiungere l’area granata e impensierire Sirigu.

Bisognerà aspettare fino al 15’ per rivedere il Toro oltre la propria metà campo: splendido cross di Verdi a cercare Berenguer che non aggancia e il pallone finisce di un soffio a lato. Ci prova il Toro a rimettere in piedi il match ma al 29′ è ancora la Juve a festeggiare con Cuadrado che fa 2-0. In pieno recupero, però, finalmente il Toro trova il guizzo utile per far male ai bianconeri. Belotti di prima serve Verdi, l’attaccante trova il braccio di De Ligt e Maresca, aiutato dal Var, concede il rigore. Il Gallo questa volta non tradisce e riporta il Toro in partita. Si va a riposo sul 2-1.

17 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Joel19 (Cairese??_NO STADIO_NO SKY)
Joel19 (Cairese??_NO STADIO_NO SKY)
4 mesi fa

Forse non esiste al mondo un derby con una tale differenza di valori in campo….
Per questo aspetto non finiremo mai di ringraziare il nostro amato e generoso presidente….

Pedric
Pedric
4 mesi fa

Il piano sarà quello di massaggiare un paio di risultati e di fare poi un altro paio di punti “sul campo”. Guardando il calendario si vede bene dove e con chi. Ma bisognerà spendere qualche soldino…

castellini70
castellini70
4 mesi fa

solita sconfitta umiliante con gli avversari (?) al piccolo trotto…
che vergogna…
ma non finirà mai questa agonia cariota?