Berenguer e Singo illudono: il Toro incappa nella 20^ sconfitta stagionale - Toro.it

Berenguer e Singo illudono: il Toro incappa nella 20^ sconfitta stagionale

di Giulia Abbate - 29 Luglio 2020

Il commento di Torino-Roma 2-3 / I granata di Longo giocano a viso aperto ma a fine partita è la Roma a festeggiare al Grande Torino

Non riesce ad agguantare il pareggio, il Toro che al Grande Torino deve arrendersi ai giallorossi per 2-3 dopo essersi portato momentaneamente in vantaggio con Berenguer. Nel primo tempo Dzeko e Smalling ribaltano il risultato poi, nella ripresa, è Djidji a combinare la frittata. Fallo su Dzeko, rigore per la Roma e dal dischetto è Diawara a chiudere i giochi. La squadra di Longo gioca a viso aperto e prova a reagire trovando il gol che riapre il match con Singo ma al 90’ è la Roma a festeggiare. Un buon Toro, quello visto nell’ultima sfida casalinga del Grande Torin non basta quindi a fare il bis (dopo la vittoria nella gara di andata) contro la Roma. Adesso testa al Bologna per chiudere il campionato nel migliore dei modi possibile.

Torino-Roma 1-2, il primo tempo

E’ un Toro inedito quello al Grande Torino affronta una Roma ancora impegnata nella corsa all’Europa League. In difesa si vede per la prima volta in Serie A Ujkani al posto di Sirigu mentre Lyanco prende il posto di Izzo, fuori per infortunio. In attacco, invece, solo panchina per Belotti con Zaza a fare da unica punta davanti alla coppia Verdi-Berenguer. I granata possono giocare senza pressioni e senza nulla da perdere e si vede: la squadra in campo sembra distante dalla formazione titubante e paurosa vista nelle settimane passate. Pressano alto i granata che trovano più volte la via per la porta giallorossa prima con Lukic e poi con Zaza.

Bisogna aspettare il 12′ per la prima azione davvero pericolosa della Roma: Bruno Peres serve Dzeko che viene anticipato per un soffio da Nkoulou. Brividi per i granata che appena due giri di lancette dopo trovano non solo la via della porta ma anche quella del vantaggio: bella palla di Zaza a servire Berenguer che controlla, salta il portiere e fa 1-0. Esultanza che dura appena 2 minuti però, il tempo per Dzeko di rifarsi e beffare Ujkani riportando immediatamente la Roma in parità. Una Roma che col passare dei minuti cresce e al 23′ trova il gol del vantaggio con Smalling che prima salta facilmente Lyanco e poi chiude a rete. Prima di chiudere c’è ancora il tempo per il palo di Kolarov su punizione: al 45′ squadre negli spogliatoi sul parziale di 1-2 per la Roma.

Torino-Roma 2-3, il secondo tempo

Al rientro in campo Longo sostituisce subito Lyanco, a rischio secondo giallo, e manda in campo Djidji. Per il resto, il copione non cambia: la Roma è sempre avanti nel risultato ma i granata non mollano e di certo non si può dire che non giochino alla pari dei giallorossi. Ci provano i granata ma ancora una volta è la Roma, al 16’ del secondo tempo, a sorridere: questa volta è Djidji a regalare il gol ai giallorossi con il fallo da rigore su Dzeko. Sul dischetto va Diawara, Ujkani intuisce ma non ci arriva e per la Roma è il gol che può chiudere definitivamente la partita. Ma è una pura illusione. Quattro giri di lancette e il Toro dimostra che la sfida non è chiusa nemmeno per scherzo: prima il tiro di Verdi che sfiora il palo uscendo di un niente poi, immediatamente dopo, è Wilfred Singo a regalarsi la prima gioia in Serie A accorciando nuovamente le distanze.

Al 30’ poi, arriva dalla panchina il segnale che il Toro vuole almeno pareggiare la sfida: fuori Ansaldi, Longo manda in campo Belotti. Il capitano ci prova a suonare la carica, i granata ci credono, spingono ma non riescono a trovare la rete del pareggio. In pieno recupero, poi, è la Roma a trovare il gol del possibile 2-4: il Var però conferma il fuorigioco di Dzeko e dopo oltre 5′ di recupero Piccinini dice che può bastare. Finisce 2-3 per i giallorossi, questo Torino-Roma, e i granata non riescono a centrare la doppietta in campionato contro la Roma: l’ultima resta quella siglata nel 1990.

4 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Kronos
Kronos
1 mese fa

Purtroppo c’è ancora gente che ha la forza di criticare. Sarà che odio sparare sulla croce rossa: è troppo facile e per nulla divertente. Spero solo che la lezione sia servita in vista del prossimo campionato.

T
T
1 mese fa

Io non mi sono mai illuso nemmeno per un secondo. Le 21 sconfitte e il 16simo posto sono nostri di diritto. Nessuno ce le porterà via!

Joel19 (Cairese??_NO STADIO_NO SKY)
Joel19 (Cairese??_NO STADIO_NO SKY)
1 mese fa

E con il Bologna saranno 21…..
Altro record del miglior presidente di sempre….
#CAIROVATTENE

mas63simo
mas63simo
1 mese fa

Tu l hai scritto io l ho pensato appena letto il titolo dell articolo