D’Aversa: “Il Toro è un’ottima squadra ma possiamo fare risultato”

di Andrea Flora - 5 Aprile 2019

L’allenatore del Parma, Roberto D’Aversa, presenta in conferenza stampa la partita di domani pomeriggio al Tardini contro il Torino

Il tecnico dei gialloblu Roberto D’Aversa, presenta in conferenza stampa la sfida contro il Torino di sabato pomeriggio alle 15 al Tardini: “Contro il Toro non saranno tra i convocati Gervinho e Bruno Alves. Ora come ora dobbiamo pensare solo ed esclusivamente a migliorare, i punti sono oro in questo momento. A Frosinone è mancato qualcosa sotto l’aspetto motivazionale nel primo tempo”. Sul Torino aggiunge: “E’ un’ottima squadra, con giocatori forti e in un momento ottimo di forma fisica. Noi dobbiamo pensare ad avere un atteggiamento di sacrificio e compattezza poi non è detto che non si possa fare risultato anche contro una squadra più forte di noi”.

D’Aversa: “Risultato non scontato, in campo contro una squadra carica”

Roberto D’Aversa commenta il momento non ottimale del suo Parma in vista dell’incontro con il Torino di Mazzarri, avantaggiato, sia dal punto di vista della classifica che del momento della squadra: “Se pensiamo al nostro momento qualcuno può pensare ad un risultato già scontato. Noi dobbiamo andare in campo contro una squadra carica e convinta nei propri mezzi, cercando di portare grinta e compattezza e fare la corsa in più in favore del compagno”. Il tecnico degli emiliani ritorna sui pochi punti conquistati sin qui rispetto a quelli dell’andata: “Guardiamo l’entusiasmo che c’è ora a Bologna, ma sono 6 punti dietro. Dobbiamo sempre stare equilibrati e pensare al nostro obiettivo. Siamo in 6/7 squadre che lottano per la terz’ultima posizione, non me ne voglia il Frosinone ma vedo dura una loro salvezza. Abbiamo scontri diretti e dobbiamo continuare nel nostro percorso”.

D’Aversa: “Fossi io il problema sarei il primo ad andare dalla società”

Roberto D’Aversa è stato messo anche in discussione dopo i risultati non positivi dell’ultimo periodo, ma mette le mani avanti su qualsiasi voce che lo vorrebbe lontano dalla panchina degli emiliani: “Credo che di squadre dietro ce ne siano state e ce ne siano tutt’ora, la società era qui a pranzo con me fino a poco fa. In due anni e mezzo ad ogni sconfitta si è messo in discussione l’allenatore. Credo che a 33 punti in Serie A non ci si stia per caso ma per merito di un allenatore e di uno staff che lavora qui quotidianamente. Se fossi io il problema sarei il primo ad andare dalla società per risolvere questo problema, qui a Parma ci si nasconde sempre dietro l’allenatore, ma sono consapevole di aver scelto un lavoro per cui servono spalle larghe”.

più nuovi più vecchi
Notificami
rimbaud
Utente
rimbaud

storicamente quando pensiamo di avere la vittoria in tasca ci uccellano sistematicamente

ColorG
Utente
ColorG

Manca quasi al completo il loro attacco. Sulla carta un grandissimo vantaggio. Sperò però che i nostri vadano in campo pensando di incontrare Messi e Cr7 isnieme. E aggredendoli di conseguenza. Tecnicamente non siamo i numeri uno. Ormai è chiaro. Manca un po’ di fosforo là davanti. Ma a livello… Leggi il resto »

leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
Utente
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)

Si si….domani vediamo…..