Antonio Conte, conferenza stampa prima di Torino-Inter

Conte: “Ho grande rispetto di Mazzarri, è un lavoratore serio”

di Redazione - 22 Novembre 2019

La conferenza stampa di Antonio Conte, tecnico dell’Inter, alla vigilia della sfida contro il Torino in programma alle 20.45 di sabato

Conferenza stampa della vigilia per Antonio Conte, che ha presentato la sfida di domani sera tra Torino e Inter. Anticipando che tra le assenze ci sarà anche quella si Sensi. “Ieri abbiamo riabbracciato i giocatori che erano in giro per le nazionali, durante la sosta è difficile lavorare e preparare la partita che bisogna affrontare. Oggi dovremmo sfruttarla nonostante il tempo on sia dei migliori: saranno indisponibili Sensi Gagliardini ed Asamoah”, ha detto Conte. Ancora su Sensi: “E’ fermo da un mese. Stiamo cercando di riportarlo nelle migliori condizioni e soprattutto una volta rientrato che resti stabilmente con noi”.

Su Mazzarri, Conte ha detto: “Con Walter i rapporti sono ottimi, abbiamo avuto modo di affrontarci in Inghilterra, quando allenava il Watford ed io il Chelsea, abbiamo parlato della nostra esperienza”, ha spiegato. “Quando si gioca lui è il mio avversario ed io il suo. Faremo di tutto per batterci però il rapporto è di grande rispetto ed ho stima della persona e di quello che ha fatto in carriera. Sono contento per quello che sta facendo, è un lavoratore serio e dedica tanto al calcio. Mi basta questo avere rispetto”.

Conte sulla lettera minatoria

“Penso che dobbiamo cercare di trasmettere dei valori positivi per chi ci segue e per le nuove generazioni. Ho già detto la mia e non è giusto dare spazio ad episodi così negativi e diseducativi. Più spazio si dà, più messaggi negativi arrivano ai giovani. Noi siamo l’esempio per i giovani: c’è chi sta facendo il suo lavoro e mi hanno assicurato che avrà notizie”, ha detto l’allenatore dell’Inter sulla lettera minatoria.

Sull’ex D’Ambrosio: “Ha avuto questo problema al piede ed è un giocatore recuperato. Deve ritrovare la migliore condizione e la si può ottenere solo allenandosi. Danilo è un jolly, può ricoprire diversi ruoli, da centrale e da esterno. Lukaku? Penso che stiamo parlando di un giocatore importante per noi così come lo è Lautaro. Stanno facendo molto bene tutti e due”, ha detto il tecnico sulla coppia d’attaccanti i cui numeri sono assolutamente positivi.

più nuovi più vecchi
Notificami
io
Utente
io

dubito che attualmente sia un lavoratore serio…..

T
Utente
T

Avvicinandosi al match, sente l’influenza del collega: si è lamentato del tempo.

Fabio (febius6)
Utente
Fabio (febius6)

Non basta essere dei gran lavoratori, bisogna anche saperlo fare un lavoro e soprattutto restare al passo con i tempi ed aggiornarsi…una cosa che proprio non gli compete!