Le parole del tecnico del Sassuolo De Zerbi nella consueta conferenza stampa prepartita in vista del match contro il Torino

Alla vigilia di Torino-Sassuolo, partita valida per il recupero del match saltato a causa dei problemi di Covid che hanno colpito i granata nelle passate settimane, è mister De Zerbi a presentare l’impegno dei suoi neroverdi contro la squadra di Nicola: “Noi cerchiamo di mettere anche della strategia all’interno della gara. La mentalità, l’impronta, l’identità, i principi di gioco cerchiamo di mantenerli sempre al centro della nostra idea, poi il lavoro è cercare di mescolare un po’ di strategia di gara. Alcune volte non abbiamo vinto il possesso palla per volontà chiara perchè magari concedendolo agli avversari li limitavamo perchè magari con il pallone non erano così bravi come senza. Sono valutazioni che cerchiamo di fare prima delle partite a seconda di quello che pensiamo possa venire fuori dalla stessa partita. A volte va bene, a volte va male: non credo che il possesso palla, averlo o non averlo, abbia spostato le partite che abbiamo vinto. Sono sempre convinto che il possesso palla alla lunga paghi perchè non determina ma ti mette in condizioni migliori per vincere la partita e quindi se dentro la strategia troviamo vantaggi continueremo a fare così“.

De Zerbi: Siamo una squadra a trazione anteriore”

E’ sempre meglio finire le partite con zero gol subiti, poi a volte giocando in Serie A c’è il merito dell’avversario e a volte in qualcosa pecchiamo noi perchè avremmo potuto evitare qualcuno di questi gol. Ma poi bisogna anche accettare e rispettare il nostro DNA: noi siamo comunque sempre a trazione anteriore e quindi qualcosa dietro concediamo. A seconda del tipo di partita si può analizzare il gol subito però noi questi siamo“.

Il Torino? Una squadra forte e fisica: sarà difficile

Vincere a Torino è difficile: lo è stato in questi anni e lo sarà domani e anche nei prossimi anni. Il Torino è una squadra forte e fisica. In questo momento hanno avuto il problema del Covid ma prima ci credevano, erano in forma, erano tosti e l’hanno dimostrato subito domenica con l’Inter. Quindi la partita sarà difficile e sicuramente noi andiamo per cercare di vincere perchè anche a noi servono i punti: noi non siamo già in vacanza, anzi, abbiamo ancora tante partite e se infiliamo 2 o 3 o 4 vittorie di fila possiamo riproporci dove eravamo prima di Natale, quando eravamo tra le prime 7

Poi questo è un argomento che tiriamo fuori tutte le volte dicendo che è difficile scalzare una di questa 7. E’ difficile, sì, ma provarci deve essere un obbligo ma provarci veramente, credendoci anche perchè il campo dice che qualche punto in più l’avremmo meritato e potuto fare. Oltretutto l’anno scorso le ultime 13 abbiamo aumentato i giri e non vedo perchè non si possa farlo e non si possa richied3rlo a noi stessi anche quest’anno”.

Il tecnico: “Qualcosa cambierò: sceglierò la formazione migliore”

Sulla formazione: “Qualcuno è uscito acciaccato dalla partita con il Verona e magari farà parte di gara. Chiriches non lo voglio far giocare, dall’inizio quanto meno. E qualcosa di diverso ci sarà ma giocherà la squadra che io reputo migliore per questa partita, tenendo conto delle condizioni fisiche e anche quello che la partita di Verona ci ha portato via a livello fisico. Il Verona è una delle squadre più fisiche e la stanchezza te la porti per qualche giorno. Senza ovviamente pensare a quello che sarà la partita di sabato a Milano“.

Roberto De Zerbi
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 16-03-2021


Nicola: “La prestazione è quella giusta per raggiungere la salvezza”

Probabile formazione Torino / Nicola spera in Belotti