Le parole del tecnico della Roma Di Francesco in conferenza stampa in vista del match contro il Torino di domani pomeriggio

Il tecnico della Roma DI Francesco è intervenuto in conferenza stampa per presentare la sfida contro il Torino, in programma domani pomeriggio sul terreno del Grande Torino. Ed è una Roma esaltata dalla partita di Champions, quella che arriverà a Torino: “Per fare una partita come l’abbiamo fatta e per andare a prendere una squadra come il Chelsea, se non osi e non hai coraggio ti chiudi e ti può andare bene. A me piace recuperare palla alto, dobbiamo migliorare meccanismi. Dobbiamo essere attenti, palleggiando tanto si rischia di perderla. Sbagliando meno si rischia meno”.

Ma adesso è il momento di pensare al Torino una partita che secondo il tecnico giallorosso sarà “Difficilissima, veniamo da una partita fatta bene nel quale abbiamo perso due punti. Troveremo una squadra vogliosa di farci male, l’anno scorso abbiamo perso. Il Torino in classifica non è distante da noi. Sarà un campo difficile. E’ vero che bisogna vincere le partite sporche, che danno morale e forza, anche se in questo ambiente non piace tanto. Domani servirà un certo tipo di atteggiamento e attenzione, i ragazzi mi hanno ascoltato dopo il Napoli e mi è piaciuto. Non dobbiamo essere presuntuosi e lavorare di squadra“.

Poi sui singoli: “Schick non è al top ma è probabile che partirà con la squadra. De RossiGonalons? Le caratteristiche sono diverse, De Rossi è più pronto per partite come quella di domani. Loro per me sono 2 titolare che si alterneranno in base alla partita. Con il Chelsea ho ritenuto di mettere Gonalons, che ho visto benissimo dopo Qarabag e ha dato una risposta importante. Il pareggio dell’Atletico ha dato forza a quella nostra vittoriaMoreno è uno di quelli che adesso può partire titolare. Sta lavorando bene, sta capendo la mia idea di calcio. Viene da un calcio diverso e sta migliorando molto. Non escludo che possa partire titolare”.

Poi tornando alla partita di domani: “Devo convincere più l’ambiente dei calciatori che domani sarà difficile. La partita col Torino sarà più difficile di quella di Londra dal punto di vista mentale. All’inizio potremo essere sporchi visto i viaggi ma dobbiamo restare in partita“.

E su Dzeko, uno dei più attesi domani: “Sono due giocatori differenti, Batistuta era più un attaccante d’area, con il tiro ti spaccava la porta. Dzeko gioca di più con la squadra ed è bravo a far segnare anche gli altri. Bati era più bravo a farli i gol. Dzeko sta unendo le due cose con continuità, la cosa che mi è piaciuta a Londra è la predisposizione a giocare con la squadra aggredendo tutta la gara. Le sue qualità sono da giocatore davvero importante. Per come si muove Dzeko, con le dovute proporzioni, somiglia a van Baste. Spero possa vincere come lui”. Infine, DI Francesco chiude sugli obiettivi della Roma: “Non voglio dire niente, voglio continuare a giocare e mettere dentro queste prestazioni. Nel calcio, come nella vita, serve equilibrio. Io voglio mantenerlo soprattutto nello spogliatoio. Consapevolezza e lavoro cercando di dar fastidio a tutti. L’obiettivo ora sono solo i 3 punti domani, il resto sono chiacchiere”.

2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
T
T
4 anni fa

Stai sereno Eusebio. T’ha pure detto che non cambia modulo. Cos’altro deve fare per farti dormire tranquillo?…

lifejor
lifejor
4 anni fa

Tranquillo, purtroppo non sarà così difficile.

Cori razzisti contro Mihajlovic: “È ignoranza, ma non hanno le palle di dirmelo in faccia”

Mihajlovic: “Il mio Toro non è in crisi, domani servirà un’impresa”