Sintesi e commento / Zapata per due volte riacciuffa l’Empoli, poi l’erroraccio di Bellanova permette a Niang di segnare al 94′

Il Torino getta al vento una grande occasione per l’Europa e perde al 94′. Eppure la sconfitta della Lazio, nel derby contro la Roma, aveva permesso al Torino di scendere in campo con la consapevolezza che con una vittoria arriverebbe anche il sorpasso in classifica sui biancocelesti e, almeno per una notte, sul Napoli.

Empoli-Torino: il primo tempo

Juric cambia due giocatori rispetto alla formazione schierata contro l’Empoli: Vojvoda al posto di Lazaro sulla fascia sinistra, Sanabria per Okereke in attacco. E proprio il paraguaiano, al 4′, ha la prima occasione della partita: con una percussione centrale riesce ad arrivare nell’area di rigore di rigore ma, sbilanciato, non trova la porta. Al 6′ però è l’Empoli a sbloccare il risultato con Cambiaghi, la cui conclusione dal limite dell’area piega le mani di Milinkovic-Savic. Il Torino prova a reagire: al 16′ ci prova Sanabria ma non trova la porta, quattro minuti dopo si spegne sul fondo anche un sinistro di Bellanova. Al 35′ Sanabria chiama invece Caprile alla parata. Il Torino per tutta la prima frazione tiene palla, spinge alla ricerca del pari ma fatica a costruire occasioni pulite e il primo tempo si chiude con l’Empoli in vantaggio per 1-0.

Empoli-Torino: il secondo tempo

Il secondo tempo si apre senza sostituzioni ma il Torino scende in campo con il piglio giusto e nei primi sette minuti ha due buone occasioni per pareggiare: nella prima, al 5′, Zapata, pescato in area da un cross di Bellanova, non riesce a dare forza al pallone e tutto solo finisce per colpire troppo debolmente. Al 7′, da azione d’angolo, va invece alla deviazione sottomisura ma Caprile dimostra di avere ottimi riflessi e respinge. Al 15′ gli sforzi del Torino vengono finalmente premiati: Vojvoda batte un corner dalla sinistra e Zapata di testa questa volta riesce a battere Caprile. Nicola manda in campo Cacace e Maleh per Pezzella e Bastoni per provare a dare ordine alla squadra ma il Torino continua ad attaccare e sfiora anche il 2-1 con uno bello schema su punizione che libera alla conclusione Bellanova, il suo tiro viene però respinto da un difensore avversario. Entrano poi Niang e Cancellieri e proprio questi ultimi due danno vita al 29′ al contropiede che permette all’Empoli di tornare in vantaggio: a segnare è Cancellieri. Dopo il gol subito Juric manda in campo Lazaro per Vojvoda e, al 37′, Lovato e Okereke per Ricci e Rodriguez passando al 4-3-3. Entra anche Masina per Linetty e proprio allo scoccare del 90′ Zapata, ancora di testa ma questa volta su cross di Bellanova, trova il 2-2. La doccia fredda arriva però al 94′: Bellanova perde una palla dentro l’area di rigore e Niang facilmente fa il 3-2. Finisce così, il Torino butta al vento una grandissima occasione.

Raoul Bellanova
Raoul Bellanova
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 06-04-2024


43 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
mavafancairo
1 mese fa

ora sono (ancora) più chiari a tutti gli obiettivi della cairese fc ?

natali giancarlo
natali giancarlo
1 mese fa

Davide moralmente ha battuto il masiota Golia.Nicola ha battuto sul campo Ivano.Niang(dolcetto\scherzetto)Duvan grandioso:merita di concludere la carriera in un contesto più competitivo..Ora testa al derby o perdy.poi impostare il programma(Carneade chi era costui?)della prossima per celebrare degnamente il ventennio di “deUrbanizzazione “.Così è se vi pare ma anche se non… Leggi il resto »

Roland
1 mese fa

Non è giusto. Il calcio è assurdo e noi granata siamo l’antitesi della gioia.
Non è giusto.

Meritiamo di più.

Duca23
Duca23
1 mese fa
Reply to  Roland

Ti capisco e pensavo a quando risale una gioia nei minuti finali e non mi viene in mente a quando risale.

Empoli-Torino 3-2: il tabellino

Le pagelle di Empoli-Torino: Zapata non molla mai, Bellanova che errore