L’attaccante del Torino, Iago Falque, dopo Torino-Atalanta: “Contento per il gol ma non è bastato. Europa? Lavoriamo partita dopo partita”

Iago Falque, al termine di Torino-Atalanta, commenta il pareggio 1-1 contro gli orobici. “Ho segnato 3 gol di testa in stagione, è un buon numero. Peccato non avere portato i 3 punti a casa, ma è stata una gara combattuta. Il pareggio, penso, alla fine ci sta” dice l’attaccante granata. “La dinamica di questo 2017 continua a dire che facciamo un primo tempo molto buono, poi caliamo. Peccato, perché le opportunità finiscono e purtroppo la classifica adesso è un po’ lunga”.

Si parla ancora di Europa: “Sogno finito? Non si sa mai. La distanza è lunga, certo. Ma come dice il mister lavoriamo partita dopo partita, vediamo il nostro processo di crescita come sarà. E cerchiamo di arrivare il più in alto possibile” dice Falque. “Perché subiamo tanto? Perché a volte prendiamo paura, quando subiamo gol. Dobbiamo toglierci queste paure, ora dobbiamo vincerle, e magari vincere contro le due squadre che affrontiamo adesso, Empoli e Pescara, e che sono sotto di noi in classifica”.

L’attaccante, nella zona mista dello stadio “Grande Torino”, continua poi a parlare del pareggio: “Siamo arretrati troppo, e loro ci hanno messo in difficoltà. Se abbiamo perso concentrazione? Dopo i gol subiti, con le partite che vengono sempre ribaltate, vai un po’ giù di morale. L’ambiente poi chiede tanto, si sente quando non riesci a vincere. E chiaramente dopo la rete presa dall’Atalanta abbiamo perso un po’ di morale“.

Sulle dichiarazioni di Petagna: “Dice che la differenza si sente? Può dire quello che vuole, noi pensiamo a noi stessi. Secondo me no, non c’è grande differenza. A noi non sta andando molto  bene in queste ultime quattro partite, vedremo alla fine dove saremo noi e dove saranno loro“.

Passi avanti o indietro? “No, non è cambiato nulla. Stiamo in una zona di mezzo che non ci piace molto, speriamo di fare punti ora e accorciare le distanze.  Posso fare un record di gol? Sarebbe bello, ma anche amaro se non servono alla squadra. Continuiamo, spero di poter aiutare la squadra con i miei gol e trovare magari un po’ di fiducia che un po’ ci manca“.


22 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
pino
pino(@pino)
4 anni fa

Yago sicuramente uno dei migliori, il vero talento in questo Toro, insieme a Belotti, è lui. Miha pessimo condottiero, l’ho pensato dal primo momento e non solo adesso che la squadra è in tilt. E’ necessario dare alla squadra più equilibrio. Iturbe non serviva. Servono, invece, giocatori “cattivi” il punto… Leggi il resto »

Mikechannon
Mikechannon(@mikechannon)
4 anni fa

Un mese fa tutti gli addetti ci facevano i complimenti. Torino fiorentina. Torino roma. Miha allenatore giusto. Acquisti azzeccati. Giovani promettenti. Darmian e glik cerci immobile chi se li ricordava? Il fila in costruzione. Tutto gia finito? Non è possibile. Sicuramente miha deve tentare altre soluzioni

Mikechannon
Mikechannon(@mikechannon)
4 anni fa

Quanto è bella quella foto sul calendario con baselli benassi valdifiori e hart sulle loro spalle.ci siamo illusi. Siamo tornati al nostro misero posto

Petagna: “Oggi si è vista la differenza di punti tra Atalanta e Torino”

Le pagelle di Torino-Atalanta