L’allenatore granata, Walter Mazzarri, commenta Torino-Fiorentina: quarta sconfitta consecutiva dei granata arrivata per effetto di una rete allo scadere di Thereau

Non può certamente essere soddisfatto Walter Mazzarri al termine di Torino-Fiorentina, che ha segnato la quarta sconfitta consecutiva del Toro. Una partita che si è giocata di fronte ad un pubblico in contestazione: nessun coro, striscioni contro la società e i giocatori, due soli boati in occasione della parata di Sirigu su Veretout, nel rigore fallito dai vola nel primo tempo, e del gol di Belotti. Ecco le parole del tecnico nel dopogara, al termine di un lungo colloquio con Cairo e Petrachi: “Mi sembrava giusto dedicare un po’ di tempo ai giocatori che poi partiranno per la sosta. Oggi siamo partiti male. Forse quello che avevamo preparato non è stato recepito bene. Tra il primo e il secondo tempo le cose sembravano andare meglio, poi c’è stato quell’infortunio e abbiamo preso il gol. Nel momento migliore abbiamo trovato il pareggio, poi pensavamo di vincerla e invece è successo quello che è successo. Con i giocatori ci siamo detti le cose chiaramente”.

Sulla situazione fisica: “Chiedete ai dottori cosa è successo in questi due giorni. Baselli ha avuto la febbre, Rincon problemi di gastrite, De Silvestri ha preso una botta nella partitella di ieri. Poi la partita è andata come ho detto, ma non ci dimentichiamo che la Fiorentina è una squadra forte. L’avevamo rimessa in piedi, poi è andata male”. Una squadra incapace di trasmettere emozioni? “Se un allenatore viene sostituito vuol dire che qualche problema c’è. Ci sono dieci partite e sai che deve far rendere al meglio la squadra, ma nel frattempo si deve relazionare con la società per dire le sue idee per il futuro. Quando si entra in corsa è così. A Napoli quando subentrai fu più facile, all’Acireale fu terribile invece”.

Il derby come spartiacque: “Dicono qui che la storia è quella. Ma queste sono cose che non si spiegano solo con i numeri o i confronti: sono realtà diverse”. Sulla stagione senza obiettivi, Mazzarri commenta: “Io finché la matematica non ci condanna continuerò a crederci. Tutti dobbiamo darci da fare fino all’ultimo, i giocatori in particolare. Se non vedrò impegno allora si prenderanno provvedimenti già a partire da questa stagione. La maglia del Torino va meritata, la conferma qui va guadagnata”.

Un Mazzarri pentito della scelta? “No. Le cose difficili sono più belle da rimettere in piedi. Non sono venuto solo per sei mesi, sono arrivato in corsa perché c’erano problemi, tecnici e psicologici, me ne sto rendendo conto sempre di più. Ho già parlato ai giocatori, perché andranno in nazionale e poi non li vedrò per un po’. Mi serve valutare la rosa per avere le idee chiare a giugno”. 


90 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
mas63simo
mas63simo
4 anni fa

Mazzarri fai cagare !

RobertoDS #CAIROVATTENE
RobertoDS #CAIROVATTENE
4 anni fa

TRATTO DA UN SITO DI TIFOSI INTERISTI Mazzarri e le 10 frasi che i tifosi interisti non sentiranno più 18/11/2014 10 – “Ho salvato la Reggina partendo da -11”. Si comincia con uno dei mantra dell’allenatore toscano, la sua titanica impresa in quel di Reggio Calabria. Un’autentica epopea che il… Leggi il resto »

alegranata81
alegranata81
4 anni fa

Mazzarri fai un calcio vecchio e antico. Io spero di sbagliarmi ma se non si danno una svegliata tutti sono tutti da mettere sul mercato. Ed il primo è il pres..

Cairo sulla contestazione: “La gente paga il biglietto. Europa? Era obiettivo di Miha”

Torino, contro il Cagliari niente Barreca: spazio a De Silvestri