Gasperini: "Un momento difficile ma torneremo a giocarcela col Toro" - Toro.it

Gasperini: “Un momento difficile ma torneremo a giocarcela col Toro”

di Giulia Abbate - 23 Febbraio 2019

Le parole in conferenza stampa del tecnico dell’Atalanta Gian Piero Gasperini dopo la sconfitta contro il Torino per 2-0

Dopo la sconfitta contro il Torino è Gasperini a commentare la prestazione della sua Atalanta: “Un momento così, dobbiamo tirare le fila. Adesso abbiamo una partita molto importante in Coppa Italia poi ci butteremo di nuovo sul campionato. Abbiamo avuto anche le nostre occasioni poi abbiamo preso questo gol a inizio secondo tempo e la partita si è messa in salita. E’ un momento difficile ma dopo le Coppe torneremo con più continuità sul campionato. Gosens? Sembra una contrattura, qualcosa di muscolare. Fortunatamente adesso recupereremo De Roon che era squalificato e il Papu. Adesso abbiamo la Coppa Italia che è importante e poi vediamo anche il campionato, ci saranno poi due mesi per farlo: potremmo così giocarcela con Torino, Sampdoria, Fiorentina e con le squadre che sono vicine a noi. Ho fiducia: possiamo competere col Toro e con le altre“.

Gasperini: “Izzo e Falque? Li bacchetterò: maleducati”

Nel post partita per Gasperini c’è anche il tempo di una battuta su Falque e Izzo, autori dei due gol del Toro ma ex giocatori proprio dell’allenatore atalantino: “Oggi pensavo incontrassimo difficoltà maggiori poi da andare in vantaggio noi ci siamo trovati sotto a fine primo tempo e poi subito ad inizio secondo. E’ un momento un po’ così: di solito siamo più lucidi. Izzo e Iago Falque? Non gli ho detto nulla ma avrò modo di bacchettarli: sono davvero maleducati (ride)”. 

“Quando la partita si mette sul 2-0 è chiaro che si complica poi il Toro quando si chiude devi fare giocate importanti per superarlo. quello che ci è mancato è la precisione: non sono preoccupato: il campionato è ancora lungo. La Champions? Non ne abbiamo parlato, giochiamo per l’Europa. La zona Champions è esagerata: gli avversari nostri sono Torino, Sampdoria, Fiorentina”, ha detto il tecnico. 

“Col secondo gol la partita è diventata difficile,anche se abbiamo avuto situazioni favorevoli. Certo che sul 2-0 ovviamente il Toro ha costruito la sua vittoria”. 

Sui giovani e sull’esordio di Millico: “Quando fa bene in allenamento allora il giovane è pronto. Se è pronto è pronto ma non lo dice l’allenatore, lo dice il giocatore. Lo vedi se è pronto, perché quando in allenamento fa quello che farebbe con la Primavera allora è il momento giusto. Può fare non bene la prima volta ma poi andrà bene. Se invece ha delle difficoltà inutile forzare perché corre il rischio di bruciarsi, c’è il rischio di qualche fischio e non sai come potrebbe reagire”.

più nuovi più vecchi
Notificami
juveinbi
Utente
juveinbi

Anche se ex gobbo e’ una persona seria ed un ottimo allenatore. Fino all 1-0 l’Atalanta ha giocato meglio

fila_e_fondi
Utente
fila_e_fondi

gobbo di mërda

RiminiGranata
Utente
RiminiGranata

Fa giocare le sue squadre in maniera splendida e chiunque gli diano in mano li trasforma in fenomeni.

Tuttavia, ha un qualcosa che lo rende lontano dal TORO.

Comunque è giusto non sbattere le porte in faccia a nessuno. Fino a che ‘ATALANTA va cosi è comunque fuori portata..