Gattuso, la conferenza stampa prima di Napoli-Torino: le parole su Mertens

Gattuso: “Da calciatore avrei paura del Torino. Mertens? Proviamo a recuperarlo”

di Francesco Vittonetto - 28 Febbraio 2020

Le parole di Gennaro Gattuso alla vigilia di Napoli-Torino: ecco la conferenza stampa di presentazione del tecnico partenopeo

Alla vigilia di Napoli-Torino, anticipo della 26^ giornata di Serie A, Gennaro Gattuso è intervenuto in conferenza stampa per presentare la sfida. Ecco le sue parole: “Giochiamo contro una squadra che fisicamente è molto forte, sta a noi mettere in campo chi è pronto a dare il 100% perché domani ci sarà da battagliare”, ha esordito il tecnico. Che poi ha fatto il punto su Mertens, in dubbio per un infortunio alla caviglia: “Oggi speriamo di recuperarlo, speriamo che stia meglio. Proverà ad allenarsi con noi”. Su Meret e Lozano, costretti in panchina, l’ex Milan ha risposto così: “Io so che ho a disposizione dei giocatori importanti, ma in questo momento faccio delle scelte in base a ciò che mi danno. Io dico sempre che Lozano, Meret, sono fortissimi. Ma in questo momento, per come voglio giocare sono meno funzionali. So che a livello aziendale non mi sto comportando benissimo”.

Gattuso: “Voglio un Napoli da battaglia”. E sul Torino…

Ancora Gattuso: “Domani voglio un Napoli da battaglia, che deve fare la sua partita ma anche saper soffrire. Troviamo una delle squadre fisicamente più forti della A, non vive un momento positivo, ma rispetta l’avversario e fa le cose con determinazione in entrambe le fasi”.

E sul Torino: “E’ vero che non vince da tanto tempo, ma ci sono calciatori importanti. Quest’anno hanno cominciato presto, ma sono una squadra di valore. Domani dobbiamo concentrarci su ogni singolo giocatore del Torino. Io da calciatore un po’ avrei paura di questi avversari, perché sono forti”.

Riguardo al futuro, l’allenatore calabrese non si è nascosto: “Voi sapete tutti com’è il mio contratto. Ho un contratto fino al 2021, con una via d’uscita mia al 30 aprile. Ma oggi non c’è un problema contratto. Io voglio lavorare, sono venuto qua per questo e raggiungere degli obiettivi. Con De Laurentiis mi sento 3-4 volte al giorno. Avevo anche altre offerte da un anno o due anni. Ma sapevo di venire qui a giocarmi un’opportunità incredibile: la Champions League, i calciatori forti che alleno qui, per me sono tanta roba”.

“Domani è la partita ad hoc per vedere se siamo guariti o no. Il Torino è una squadra che casca a pennello: forte fisicamente, con tante seconde palle, tanti scontri fisici. Dobbiamo fare una grande partita sull’aspetto caratteriale e su quello tecnico. Il Torino ci può far capire in che condizione siamo a livello fisico e mentale”.

2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
urto (andrea)
urto (andrea)
8 mesi fa

diciamo che quando eri, calciatore; allora si che potevi avere paura del TORO.

tore110
tore110
8 mesi fa
Reply to  urto (andrea)

… quando giocava lui nemmeno ci vedevano