Vantaggio dei granata dopo 10′ con Lukic che al 26′ costringe Pellegrini all’autogol: sintesi e commento di Genoa-Torino dopo 45′

La prima, attesa, vittoria in campionato: il Torino espugna la Genoa rossoblù giocando una gara piuttosto accorta e chiudendola già nel primo tempo, con il gol di Lukic dopo 10 minuti e l’autogol al 26′ di Pellegrini proprio nel tentativo di anticipare il numero sette granata. Solo in pieno recupero il Genoa riesce a trovare il gol che accorcia le distanze: e sulla punizione al 95′ la conclusione di Scamacca (autore del gol del 2-1) finisce alta sopra la traversa. Così i fantasmi non tornano a tormentare un Toro che mostra di sapere reagire.

Primo tempo: Lukic protagonista

A tre giorni dalla disfatta del Grande Torino e dalla folle sconfitta contro la Lazio, il Toro torna in campo anche per dimostrare di aver capito la lezione e di avere tutta la voglia necessaria a riscattarsi. A Marassi Giampaolo conferma il duo di centrali, Lyanco e Bremer, mentre cambia i terzini (ci sono Murru e Singo) e la mezzala destra (c’è Gojak e non Meitè). Si vede che è un Toro diverso da quello visto 72 ore prima. La squadra di Giampaolo inizia con un piglio diverso e complice un errore di Goldaniga passa con Lukic dopo dieci minuti. Poco dopo Valeri, richiamato al Var, non concede un calcio di rigore per un pestone di Bremer su Lerager. La gara è comunque costantemente controllata dal Toro che va anche sul 2-0 al 26′. Anche in questo caso c’è un errore difensivo: cross di Belotti e Pellegrini che manda nella sua stessa porta anticipando il solito Lukic. I rossoblù davanti vanno a fiammate ma la difesa del Toro stavolta è attenta rispetto alle ultime uscite. Dopo tre minuti di recupero si chiude il primo tempo.

Secondo tempo: il Toro amministra

Nella ripresa parte più forte il Genoa ma alla squadra di Maran, come già nel primo tempo, il Toro concede poco o nulla. Al contrario, sono i granata a rendersi pericolosi di tanto in tanto con ripartenza su cui i rossoblù rischiano non poco. L’impegno ravvicinato di domenica prossima e il doppio vantaggio consentono a Giampaolo di operare qualche cambio: motivo della tripla sostituzione che vede scendere in campo Rodriguez, Meitè e Bonazzoli al posto di Murru, Gojak e Verdi. Resta sul terreno di gioco invece Belotti, che a dispetto della contusione rimediata contro la Lazio sembra assolutamente in condizione di continuare fino alla fine. Ci sarà spazio anche per Vojvoda (prima da titolare per Singo in campionato) e poi nel finale anche per Ansaldi che rileva Linetty. A proposito di cambi: si rivede a metà ripresa anche l’ex Vittorio Parigini, che comunque non riesce ad incidere. Nel finale sforzi premiati visto che al 93′ il Genoa accorcia le distanze con Scamacca 

Sasa Lukic, Torino
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 04-11-2020


7 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
rotor
rotor
2 mesi fa

Finalmente non ha fatto entrare N’Kolou ,che deve stare stabilmente in tribuna. Conferme delle nullita’ di Verdi e Bonazzoli.Non capisco perche’ ha levato Murru che aveva giocato bene per far entrare Rodriguez e manco farlo apposta il goal del Genova e’ arrivato dalla sua fascia. Sirigu ha anche lui delle… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
2 mesi fa

sofferta comesolo noi siamo capaci!
quasi buttata via come ormai ci hanno abituati
ma vintaaaaaa

domani si vedrà. per oggi si esulta. in considerazione del fatto che non so quante volte succederà di nuovo, bisogna approfittarne e godere al massimo.
come se si avesse battuto il Real!

Mondo
Mondo
2 mesi fa

Psss, Psss… ti sei dimenticato zerotreini

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
2 mesi fa
Reply to  Mondo

biscottino a cagnolino

(non mi si può accusare di dimenticarlo mai! amo gli animal(etti)

Denis-Joe
Denis-Joe
2 mesi fa

non mi ricordavo più come si gode quando si vince..

Genoa-Torino 1-2: il tabellino

Maran: “Se sull’1-0 ci avessero dato quel rigore che c’era…”