Le dichiarazioni del tecnico rossoblu Alberto Gilardino al termine di Torino-Genoa, sfida vinta dai granata all’ultimo

Una sconfitta che fa male quella rimediata questa sera dal Genoa contro il Torino. Reti mantenute inviolate fino all’ultimo, quando a dare il colpo di grazia ci ha pensato Radonjic. Il tecnico del Grifone Alberto Gilardino commenta così la prestazione dei suoi: “C’è amarezza e delusione da parte di tutti perché la partita si stava delineando sul finale. È stata equilibrata, ci sono state delle situazioni del Torino come una di Zapata nel primo tempo. Potevamo essere più concreti e lucidi in un paio di occasioni. Devo dire bravi ai ragazzi per mentalità e approccio. Alcune ingenuità le paghi care. È toccato a noi oggi e deve essere da insegnamento per le prossime partite. I ragazzi sono stati molto bravi. Il Torino è stato compatto, l’hanno improntata in modo difensivo dopo Milano. È stata una sfida equilibrata e poteva sbloccarsi solo con un episodio o con una palla messa così“.

Sulle cose da migliorare

“La volontà era di resistere. Gli errori nel calcio fanno parte della quotidianità e della partita.  È fondamentale l’approccio di chi gioca dall’inizio e così è stato e nei cambi l’approccio che viene portato. Sono sempre esistiti gli errori e bisogna correggerli. Fa male prendere un gol così alla fine dopo una partita del genere. Sono amareggiato per i ragazzi che so che partita hanno fatto e che voglia hanno messo nel cercare di vincere la gara. Kutlu? Chi ha giocato dall’inizio ha giocato in modo eccellente sotto il piano agonistico. Venire qui contro una squadra forte che si è rinforzata tanto non era semplice. Abbiamo tenuto botta, chiuso spazi, davanti si sono sacrificati. C’è volontà di trovare l’equilibrio giusto e di migliorare davanti, cosa che passa nella quotidianità e nell’allenamento. Bravo ai ragazzi per cosa hanno fatto vedere in campo. Per gli episodi, sono fondamentali e determinanti. Chi entra deve essere attento, deve avere rabbia e fame determinanti. Quello non deve e non può mancare. Nelle ingenuità e negli errori si migliora. La volontà di migliorare è sul rischiare di più. Nel secondo tempo abbiamo avuto due occasioni dove se fossimo stati lucidi, avremmo potuto fare gol.

Sui singoli

De Winter? Ha qualità e porta gioventù ma in questo momento il reparto difensivo sta facendo bene. Ls difesa che ha lavorato con la Lazio, ha lavorato bene anche oggi. Lì serve un equilibrio corretto. Chi sta dietro deve lottare pe ril posto. Stanno lavorando lui, Biraschi e gli altri in settimana per questo. Per quanto riguarda los top, era meglio lavorare ocn un punto e un risultato èpositivo. C’è voglia e determinazione di archiviare questa partita e portare a casa quanto di buono fatto,a rginare gli errori e andare nel nostro stadio migliori. Gudmundsson? Ci affidiamo molto a lui. È dinamico, eclettico, cerca spazi e li trova. Abbiamo inserito Malinovskyi, che è diverso, gli chiediamo sforzi anche a livello difensivo. Ha fatto un grande lavoro sporco e non è mai facile per un attaccante. C’è bisogno di tutti, di sacrificarsi. Abbiamo caratteristiche che ci permettono di lavorare in questo modo. Vedremo se c’è possibilità di cambiamenti.

Sull’atteggiamento e il Torino

Atteggiamento e prestazione? Gli stessi di Roma con la Lazio. Su errori e ingenutià bisogna migliorare, soprattutto per il percorso da fare. Non dobbiamo crearci situaizoni pericolose da soli o dobbiamo almeno correggerle. Anche un punto pesa alla fine dei conti. Per il resto, stesso atteggiamento di Roma, una mentalità forte sulle seconde palle e sui duelli. Il Torino è uno dei più forti da questo punto di vista assieme all’Atalanta. Abbiamo tenuto botta. Nella parte finale abbiamo sofferto loro che si allargavano nell’1 contro 1. In linea difensiva abbiamo poi lavorato sempre bene. Torino? Nel mercato si è rinforzato. Hanno arricchito già le qualità fisiche, di gamba e di struttura di questa squadra, che ha questo DNA. Noi l’abbiamo affrontata a pari livello, nei duelli, per la gamba, quindi noi bene“.

Alberto Gilardino
Alberto Gilardino
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 03-09-2023


5 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Troposfera Granata
9 mesi fa

Povero Gila, avrà rivissuto l’incubo di anni fa, quando ci segnò al 40′ del secondo tempo e pensava di averla vinta. Poi Immobile e Cerci, durante i minuti di recupero, nel giro di un minuto di gioco effettivo, gliel’hanno ribaltata.

Troposfera Granata
9 mesi fa

Siete venuti a fare le barricate, sperando nel gollonzo in contropiede.
Invece, vi siete presi il meritato golasso .

maximedv
maximedv
9 mesi fa

L’ingenuità è anche la tua che non metti il raddoppio sull’avversario più tecnico. Per nostra fortuna

Juric: “Radonjic lo amo, vincere così è un bel segnale per questo gruppo”

Salernitana-Torino, dove vederla in Tv e streaming