Lazio, Ciro Immobile dopo Torino-Lazio 2018 2019

Immobile: “I fischi? Mi dispiace, Torino è stato il mio punto di partenza”

di Andrea Flora - 26 Maggio 2019

Immobile al termine della partita persa dalla Lazio per 3-1 contro il Torino commenta il campionato della squadra e la sua stagione personale

Parla Ciro Immobile – lo fa anche in sala conferenze, al posto di Simone Inzaghi – al termine della partita del Grande Torino, persa per 3-1 dalla Lazio che chiude quindi la stagione 2018/2019 con una sconfitta. Una sconfitta indolore per il cammino europeo del prossimo anno dei biancocelesti che con la vittoria della Coppa Italia raggiungono direttamente i gironi della seconda competizione più importante d’Europa: “Sono state due settimane davvero belle ed emozionanti dopo la vittoria della Coppa Italia, un po’ di distrazione nelle due partite dopo ma ci sta. Il nostro obiettivo era la Champions e non ci siamo riusciti. Siamo in Europa e ci siamo riusciti a raggiungerla tramite la Coppa Italia ed è sempre bello vincere un trofeo in ogni caso”.

Immobile dopo Torino-Lazio 3-1

Riguardo alla propria stagione, ecco le parole di Ciro Immobile: “Tutti si aspettano qualcosa in più da me nonostante i gol che faccio, non posso mettermi al confronto con la scorsa annata perché sono stagioni che non si ripetono sempre. Sono contento di questa perché come squadra abbiamo vinto la Coppa Italia. La scorsa stagione è stata straordinaria ma questa anche è molto buona”.

Riguardo invece alla Nazionale: “Il mister farà le sue scelte e io le accetterò. Mi dà fastidio che si dica che non ho un buon rapporto con lui, non è vero, se non mi sceglierà sarà per motivi tecnici. Ogni volta che poteva mi faceva scendere in campo e quindi non ci sono problemi.

“Belotti in Nazionale? Sarei felice per lui”

“Ho terminato con 99 gol, passerò tutta l’estate con questo pensiero (ride). Il voto alla stagione? Alto, quando vinci un trofeo quello resta, resta dentro, anche se il primo nostro obiettivo era la Champions”.

“Una Lazio senza Inzaghi? Non ce la vedo no, in questi anni abbiamo creato un ambiente familiare, grazie alla società, al mister, allo staff”. Poi su Belotti e sulla possibilità che venga convocato in Nazionale che Mancini ha confermato: “Sono felice per lui, siamo amici, spero che la sua convocazione in Nazionale non intralci la mia e che il mister ci convochi tutti e due”.

Sull’accoglienza a Torino e sui fischi: “Per il pubblico mi spiace, qui sono stato davvero bene, mi avrebbe fatto piacere fare cento gol in serie A qui perché sono partito con la maglia del Toro”.

più nuovi più vecchi
Notificami
Cup
Utente
Cup

Io non ti fischio, in ricordo della bella stagione che hai fatto nel tuo primo anno con noi, ma sul più bello te ne sei andato, facendoci così perdere diversi anni, anche se all’opera hanno contribuito sia Cerci che Cairo…

Benvenuti
Utente
Benvenuti

Cosa ti aspettavi dopo che sei stato preso in una annata a Genova fallimentare ti abbiamo fatto vincere la classifica marcatori e non hai fatto niente per rimanere anzi l’ultima partita a Torino contro il parma ti sei fatto sbattere fuori nel primo tempo ormai sapevi che saresti andato via… Leggi il resto »