Le parole di Ivan Juric al termine di Fiorentina-Torino, 18^ giornata che ha visto i granata perdere per 1-0

Ivan Juric ha parlato al termine di Fiorentina-Torino. Queste le sue parole a Dazn: “Penso che il primo tempo è stato eccellente a livello del gioco, ma devi fare gol. Abbiamo avuto tante occasioni per andare in vantaggio. Poi nel secondo tempo è stata una battaglia. Siamo mancati di cattiveria agonistica sul gol: non puoi prendere quel gol. Questa squadra è antifisica, è quella meno fisica che ho avuto negli ultimi 14 anni. Si tratta di pressione per rubare la palla, non di fisicità. Se vuoi andare su, non puoi avere questo atteggiamento su un cross lento come quello che ha portato al gol. La squadra è sempre stata giusta negli ultimi 2/3 mesi, ma non stiamo riuscendo a vincere questo tipo di gare. Tutti noi vogliamo fare qualcosa di più. Sia qui che a Bologna, hanno deciso delle leggerezze. Pellegri molto bene, ha bisogno di giocare. Voglio dargli tanto spazio, mi aspetto molto da lui. Anche il fatto che era arrabbiato dopo il cambio, vuol dire che ha voglia. Mi dispiace, ma ho la sensazione che abbiamo la possibilità di giocarcela con tutti”.

Juric in conferenza stampa

Juric ha poi risposto alle domande dei giornalisti in conferenza stampa: ecco come ha analizzato il match.

Quali sono stati gli errori che hanno portato a questa sconfitta?

“Il neo è stato quello di non aver fatto gol, penso che raramente a Firenze si sia vista una squadra avversaria così. Sicuramente sul gol c’è stata pochissima cattiveria, era un cross innocuo e quel gol ha deciso una partita che non meritavamo di perdere”.

Dopo quel primo tempo la sconfitta è una punizione troppo severa?

“Siamo stati superiori per lunghi tratti, abbiamo messo in difficoltà la Fiorentina, però devi fare gol, abbiamo fatto gli ultimi passaggi ma poi abbiamo sbagliato, mentre la Fiorentina nel primo tempo a parte quell’errore di Tameze non aveva mai tirato. Loro buttavano avanti il pallone, l’hanno giustamente messa sulla cattiveria e hanno trovato il gol. La colpa è stata nostra”.

Soddisfatto dei giocatori entrati a gara in corso?

“No, secondo me sul gol dovevamo difendere meglio, era una cosa banale, è mancata la cattiveria, c’erano due giocatori freschi. In generale mi aspettavo di più, i cambi erano quasi obbligati”.

Ha parlato di qualità e di cattiveria, vede un gap di questo tipo tra il Toro e chi sta davanti?

“Voi avete fatto l’esempio di Miranchuk e di Brekalo, sono stati anche vostri pensieri…secondo me la squadra è giusta, viene qui a Firenze e fa benissimo, ci manca quel pezzo, quel pezzo è anche la qualità di un giocatore in area di rigore, anche nella propria. La sensazione è positiva su tante cose, ci sono idee e c’è gioco, ma manchiamo nei particolari. Bologna e Firenze sono due sconfitte non meritate, l’abbiamo regalata, poi i giocatori stanno dando il massimo”.

Come sta Vlasic?

“Ha preso una brutta botta, sembra solo una botta forte”.

Ivan Juric, head coach of Torino FC, gestures during the Serie A football match between Torino FC and Empoli FC.
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 29-12-2023


120 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
leftwing
leftwing
1 mese fa

Squadra antifisica? Risolto. A gennaio prendiamo in prestito o a parametro 0; Maciste, Rambo, Ercole e Sansone.

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
Reply to  leftwing

andrebbe poi ricordato che sono stati presi molti di quelli che voleva lui
Non ne conosceva a priori altezza e peso?

A volte gli allenatori sono un po’ scioc chi. Non capiscono quando le scuse per eventuali successo superano lo stato del ridicolo

Steppenwolf
Steppenwolf
1 mese fa

Non si dovrebbe prendere un gol così ma si può, altrochè se si può. Basta lasciar crossare in piena libertà, avere un portiere che non esce neanche sui cross lenti dalla trequarti perchè ha paura di sbagliare l’uscita (sa di essere scarsissimo su questo fondamentale), avere giocatori sognatori e scarsi… Leggi il resto »

oldtg
oldtg
1 mese fa

Intanto ci sono stati due errori suoi: mettere Pellegri al posto di Sanabria e continuare a mettere Tameze in difesa.

Milinkovic-Savic: “Oggi è mancato il gol nel primo tempo”

Verso Torino-Napoli: gli azzurri con l’obbligo di risalire la china