Le parole di Ivan Juric dopo Torino-Napoli: ecco il commento dell’allenatore in tv e in conferenza stampa

Ivan Juric ha parlato ai microfoni di DAZN al termine di Torino-Napoli: “Oggi non male ma non bene, una partita media. A tratti mi aspettavo di più. Abbiamo dato qualcosa di troppo al Napoli e c’erano alcune situazioni in cui potevamo fare gol. I trequartisti? Io chiedo a Praet di avere tutte e due le cose, di essere centrocampista e trequartista. Non mi sembravo che Belotti fosse isolato, certi movimenti poteva farli meglio. Praet voglio che partecipi in tutte due le fasi: tende ad andare sempre in profondità ma voglio anche che venga a giocare”.

Juric su Ricci

“Ricci deve alzare il livello se vuole giocare. Lui si è messo in discussione, ha grande applicazione ma poi deve anche rubare la palla. Oggi abbiamo rubato meno palloni. Bisogna alzare il livello tecnico ma anche riconquistare il pallone è importante“. E ancora su questo aspetto: “Mi ha deluso l’aver scelto giocatori tecnici e per quello si poteva fare meglio a livello tecnico. Quando è capitato abbiamo creato le occasioni, sapevo avremmo rubato meno palloni ma mi aspettavo più dal punto di vista del gioco. Lukic abbina qualità ed inserimenti, in questo momento è forte e quindi è mancato. Abbiamo cercato di mettere giocatori di palleggio, anche in difesa con Izzo”.

Proprio su Izzo: “Un ragazzo splendido, ha dimostrato professionalità, non si vede spesso. Dal mio punto di vista ha fatto anche belle partite, so com’è, ha punti forti e deboli, bisogna capire che tipo di calcio fare”. Sulle motivazioni: “Siamo un po’ alla frutta, non è facile anche parlando con loro, hanno dato tantissimo per ribaltare tutto, hanno speso energie fisiche e mentali, in passato non è stata solo colpa loro e lo hanno voluto dimostrare. Ci può essere rilassamento ma non manca tanto, saranno 7-8 allenamenti e due partite contro due grandi squadre, non bisogna mollare niente, c’è da lavorare su questo aspetto questa settimana, non bisogna mollare”.

“Praet? Fa più fatica contro la difesa a 4”

Su Praet: “Denis è un bel giocatore, ha caratteristiche importanti, ci sono sistemi di gioco che gli portano vantaggi e altri che gli tolgono qualcosa. Quando trova la difesa a tre ha i suoi spazi, con la difesa a quattro un po’ meno. Nella ripresa lo abbiamo messo a tutta fascia ed è andato meglio, quando si trova in mezzo perde qualcosa, preferisce stare più isolato sulla fascia, quando è invece dentro fa più fatica”.

Juric sulla società e sul futuro

“L’annata è stata altamente positiva, se prima eravamo a 5 come voto ora siamo a 6 o 6,5. Abbiamo posto le basi, ora vediamo che vuole fare la società, se vuole essere ambiziosa, la squadra ha fatto tanto per fare questo campionato, so però anche che questa piazza chiede di più. Se c’è una logica o no non lo so, questo pubblico e questa città chiede di più, un altro anno tra il 10 o il 12-13 posto non sarà come questo. L’asticella si è alzata, ora deve deciderlo la società. Quest’anno è stato molto positivo in tante cose dopo due anni tristi, abbiamo costruito una squadra giusta, tosta, potevamo fare più punti. Non è stato facile ribaltare, i problemi ci sono stati e ci sono ancora. Decide la società cosa vuole fare. Bisogna prendere giocatori forti, qualcuno lo perderemo, bisogna fare un grandissimo lavoro, se si vuole. Il tifoso del Torino te lo chiede, non puoi galleggiare verso il basso. Decide il presidente se può fare qualcosa in più per lottare per qualche posto più su. Adesso bisogna vedere con calma”.

“Io gioco in questo modo e si sa, voglio giocatori dinamici bravi in tutte e due le fasi. Se sbagli giocatori allora è difficile, non si tratta di qualcosa di economico ma di vedere la qualità che serve, a Verona è stato fatto alla grande secondo me, ora dobbiamo vedere se si riesce anche qua, indovinare i giocatori dove si deve migliorare, non abbiamo affrontato per bene questi argomenti”.

Juric su Buongiorno (e Bremer)

“Se Bremer va via, e Bremer è un pezzo forte e c’è grande possibilità che succeda, noi dobbiamo prendere lì un giocatore forte. Buongiorno è stato sfigato perché Rodriguez ha fatto un campionato a livelli altissimi, Bremer non ha sbagliato un colpo. Alessandro però da terzo o da centrale ha fatto benissimo, quando è entrato o da titolare, è affidabile ed è stato penalizzato dalle mie scelte anche se ha lavorato sempre come un pazzo. Può fare anche il centrale, sì”.

Ivan Juric
Ivan Juric
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 07-05-2022


60 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
T9
T9
6 mesi fa

Spiace aver perso, potevamo anche aspirare ad un punticino ma erano tecnicamente superiori.

Non abbiamo fatto il nostro solito gioco aggressivo perchè abbiamo subito 2/3 contropiedi che ci hanno spaventato e ci hanno tolto fiducia lasciandoci nel limbo del vorrei ma non posso.

andrepinga
andrepinga
6 mesi fa

Mi viene da ridere. Come se Juric non conoscesse Cairo. Parliamo del niente.

ardi06
ardi06
6 mesi fa

Ormai tutti sanno che cairuzzo è come IT : tutti galleggiano e gallegeremo anche noi

Spalletti: “Il gol? Grande recupero palla”

Juric: “A Verona lavoro diverso, al Toro mi devo adattare ma sono felice. Belotti? Presto saprete”