Le parole del tecnico del Torino Ivan Juric dopo la sconfitta casalinga per 1-2 contro il Venezia

Non è certo soddisfatto Ivan Juric che, dopo la sconfitta contro il Venezia, commenta così la partita del suo Torino: “Il Toro ha perso sei punti nel finale”, commenta l’allenatore. “Oggi la squadra è entrata in campo bene, era fluida, giocava bene anche senza Praet, ha fatto un grande calcio. Poi sono passati al 3-4-3, loro cercavano di tenere avanti queste palle molto lunghe. Ora bisogna ripartire bene con la massima concentrazione. I ragazzi hanno fatto il massimo, non mi sento di parlare delle assenze, forse non abbiamo avuto la massima lucidità, il pareggio sarebbe stato giusto, abbiamo attaccato tanto, non mi attacco alle assenze”.

Juric sul gol annullato a Belotti

Sul gol annullato: “A volte è difficile commentare. Contro il Sassuolo è stato battuto un fallo laterale 15 metri in avanti, se questo è fuorigioco… Non è che sta ostacolando. Non mi sembra ci sia stato il blocco: di cosa stiamo parlando? Sono cose gravissime. Sinceramente non ho capito la decisione, penso che Caldara non sarebbe mai potuto arrivare, è un episodio pesante. Ripeto, non c’è stato un blocco”. Sugli altri punti persi: “Mi è pesato non vincere col Sassuolo tre settimane fa, o con la Lazio con quel rigore nel finale, queste partite come quella di oggi ci può stare. Ora c’è il derby e ci riprenderemo, i ragazzi hanno voglia di fare bene, di prendersi delle rivincite rispetto agli ultimi anni”.

Juric sui trequartisti

Brekalo è partito bene, ma a destra qualcosa perde. Ieri abbiamo perso Praet per tutta la stagione. Brekalo fa meglio a sinistra. La squadra ha dato tutto: sembra stupido dirlo, ma i ragazzi hanno lottato. È stata una partita ingannevole, l’abbiamo pagata cara: ultimamente certe situazioni girano male, abbiamo perso troppi punti negli ultimi minuti”.

Juric su Belotti

“Su Belotti ho forzato, ha dato un impatto forte, come presenza e come gol, lui in casa si carica. Ha fatto un paio di allenamenti con noi, nell’ultimo infortunio sono servite 2-3 partite per riprendere condizione, vediamo come farà questa settimana e ragioneremo” . Sui cambi: “Volevo dare uno slancio alla squadra, Djidji era cotto e anche ammonito, Warming ha velocità e volevo che nell’1 contro 1 facesse bene e in questo modo ho anche spostato Brekalo”. Su Pellegri: “Ha grandi doti ma ha avuto talmente tanti infortuni…Non era al massimo, deve ritrovare la condizione giusta”.

Ivan Juric
Ivan Juric
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 12-02-2022


91 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
thethaiman
thethaiman
3 mesi fa

Parlavo con un amico della bergamasca che mi diceva che a Bergamo molti giocatori vogliono andar via e che siano stanchi di essere spremuti da Gasperini. Almeno questo si vocifera e la cosa ci può anche stare visto gli stipendi “bassi” dell’Atalanta e del fatto che sicuramente Gasperini è da… Leggi il resto »

Trapano
Trapano
3 mesi fa
Reply to  thethaiman

Questa voce circola da almeno 2 anni

thethaiman
thethaiman
3 mesi fa
Reply to  Trapano

Per quello che Zapata e pure Muriel spingevano per andare….

madde71
madde71
3 mesi fa
Reply to  thethaiman

Anche il pubblico lo sopporta x i risultati, ma non ha molta simpatia. Poi anche lui è etichettato come piantina. Comunque, prima o poi,i rapporti si logorano, è nella logica

madde71
madde71
3 mesi fa
Reply to  madde71

Piangina…correttore abelinato

LBgranata
LBgranata
3 mesi fa

Mi dispiace ma qualcuno si è montato la testa. Ieri in tanti hanno giocato con una mollezza disarmante. Anche il fenomeno Bremer non è esente da colpe. Singo sono oramai diverse partite che sta facendo schifo, un po di panchina se la merita.Juric è troppo radicale nel suo gioco, Sanabria… Leggi il resto »

mavafancairo
mavafancairo
3 mesi fa

il problema non è l’allenatore, il problema è una pseudosocietà che da 17 anni ci fa passare da campionati di mrd@ (la stragrande maggioranza) a campionati di transizione (l’assoluta rarità), seguiti puntualmente da anni di mrd@, beati gli assuefatti al nulla

Le pagelle di Torino-Venezia: Belotti subito nel vivo, Singo e Milinkovic-Savic, che pasticcio!

Bremer guarda avanti: “Derby partita della vita, dobbiamo andare là cattivi”