Ivan Juric, allenatore del Torino, presenta la sfida di lunedì sera alle ore 20:45 in casa contro l’Atalanta di Gian Piero Gasperini

Vigilia di Torino-Atalanta, partita in programma lunedì 4 dicembre alle ore 20:45 allo Stadio Olimpico Grande Torino. I granata affrontano la squadra di Gasperini, reduce da un buon pareggio in Europa League nella sfida di giovedì. Ivan Juric, per l’occasione, si è presentato in conferenza stampa.

Come ha visto la squadra?

“Ci siamo allenati bene, ho visto la squadra bene, sono soddisfatto del lavoro”.

Che gara si aspetta?

“L’Atalanta ha uno stile di gioco chiaro, ha giocatori forti, dal vivo ti impressionano per forza fisica, capacità di passaggio. Arrivano anche da un buon girone d’Europa”.

Come ha visto Zapata?

“Ha fatto sempre bene a parte l’ultima partita, è stato determinante nella altre, per esempio con Sassuolo e Monza, sicuramente speriamo che si sblocchi a livello di gol. Lo abbiamo visto molto motivato questa settimana”.

La pericolosità dell’Atalanta viene soprattutto dagli esterni?

“Vedo una squadra completa, ci sono gli attaccanti, ma hanno anche una scelta ampia. I giocatori hanno determinato spesso partite con tiri da fuori, con loro abbiamo fatto sempre molto bene ma abbiamo perso o pareggiato per dei particolari, dobbiamo portare questi particolari dalla nostra parte”.

Oggi 117 anni del Torino: qual è il regalo per il club?

“La squadra ha trovato il suo equilibrio, sta facendo bene a livello di prestazioni, spiace per alcune situazioni, gol annullati o errori commessi, i ragazzi sono motivati e vogliamo regalare una gioia ai tifosi”.

Gasperini è il suo maestro…

“Ha fatto un lavoro pazzesco, è quello che più mi ha influenzato, siamo legati anche umanamente, lui sa bene cosa penso di lui”.

Sarà possibile rivedere Ricci dall’inizio?

“Ci stiamo pensando, dopo un infortunio partire dall’inizio non è facile, meglio partire con meno minuti, ha fatto tutti gli allenamenti e sarà della partita. Vogliamo che riprenda la sua strada”.

Una sconfitta col Bologna potrebbe aprire un periodo difficile da gestire?

“Per me a Bologna per 60 minuti abbiamo dominato, ci è stato annullato un gol, il Bologna non aveva mai tirato, ci manca più lucidità davanti alla porta, abbiamo commesso errori che ci hanno condannato. Errori nostri, dell’arbitro, nelle ultime due ce ne sono stati e li abbiamo pagati. Fino al gol è stato tutto fatto bene, domani bisogna fare punti, fare qualcosa di più sporco ma essere attaccati al risultato”.

In porta tornerà Vanja?

“Gemello per me è il top come ragazzo, l’ho visto bene settimana scorsa, gli abbiamo dato l’occasione, fino a quel momento dell’errore le sensazioni erano positive. Vanja è il nostro titolare, si è ripreso alla grande, domani giocherà lui”.

A sinistra il ballottaggio è sempre Lazaro-Vojvoda?

L’ultima prestazione di Lazaro non è stata positiva, domani molto più probabile che io faccia giocare Vojvoda, non è una bocciatura, sono sicuro che potrà fare meglio”.

Come sta lei? Negli ultimi mesi è più riflessivo, è successo qualcosa?

“”Ho condiviso con voi un periodo negativo, forse non dovevo in alcuni momenti farlo, questo ha creato negatività, la mia serenità arriva dalle prestazioni. Anche mia moglie me lo dice, devo stare tra il 4 e il 6 e invece spesso sono o 2 o 8. Vedo cose giuste, a Bologna mi è dispiaciuto ma io sono sereno. Ci mancano dei punti e vogliamo recuperare, mi sento sereno, io vorrei che fossimo tutti sulla stessa barca”.

Spesso il presidente ha parlato dei milioni spesi per la squadra: sente pressione?

“Io credo nei miei giocatori, con tutta sincerità credo nella squadra, nel fatto che possiamo fare di più, del massimo, non sento pressione.

Ha visto il balletto di Cairo ieri sera? Era scatenato…

“Mi ha detto qualcosa Buongiorno, devo andarlo a vedere allora”.

A che punto è il recupero di Djidji?

“Speriamo prima possibile di poterlo utilizzare, lui vive di velocità, di gamba”.

Vi troverete di fronte Miranchuk, lo scorso anno determinante…

“La mia sensazione, prendendo le ultime partite, è quella di una squadra che gioca e che può fare punti con chiunque, speriamo di non avere più infortuni. Miranchuk per noi è stato fondamentale, per assist, per gol, loro hanno un parco di attaccanti e Gasperini li fa girare, hanno tutti grandissimo valore”.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 03-12-2023


25 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
10genà
2 mesi fa

“Come va Zapata?” “L’ho visto motivato!”
“Com’è l’amica della tua tipa?” “L’ho trovata molto simpatica”

mavafancairo
2 mesi fa
Reply to  10genà

🤣🤣🤣

leonardo (Cairo,le scuse sono finite)

A parte il fatto che le partite durano 90 minuti + recupero e spesso 60 non bastano….siamo la squadra che segna meno e quella che tira meno in porta e non va proprio tutto bene…oltre a certe scelte,tipo continuare a tenere Temeze terzino quando Ilic non si guarda x dirne… Leggi il resto »

madde71
madde71
2 mesi fa

c’e solo un tarzanello x il serale-notturno solo un copisterico?

oasis torino
2 mesi fa
Reply to  madde71

È domenica anche per loro! Dopo tour de Force per video del ballerino, un po di meritato relax.

ToroRiverforever
ToroRiverforever
2 mesi fa
Reply to  madde71

Giandomenico la domenica deve pulire la stanza tutta zozza da una settimana senza uscire…calzini sporchi ovunque, chiazze sul tavolo del PC, un disadattato via, o disadattata….

Gasperini: “Difficile preparare le partite contro il Toro. A Juric voglio tanto bene”

La probabile formazione del Torino: dubbio Ricci, davanti Zapata e Sanabria