Alla vigilia di Torino-Lecce, il tecnico granata Ivan Juric, come di consueto, presenta in conferenza stampa la partita

È la vigilia di Torino-Lecce, sfida valida per la 25ª giornata di Serie A. Il tecnico granata, Ivan Juric, ha parlato in conferenza stampa per presentare la sfida. Ecco le sue parole: “Per domani abbiamo Tameze squalificato, fuori abbiamo anche Schuurs, Buongiorno e Rodriguez infortunati. Siamo un po’ pochi ma spero che riusciremo a sostituirli bene. Contro il Sassuolo sono dispiaciuto per il risultato perché abbiamo creato i presupposti per vincerle ma la prestazione è stata ottima”.

Chi è più adatto a fare il centrale tra Lovato e Sazonov?

“Sostituire Buongiorno non è facile, Lovato ha ripreso il lavoro che facevamo prima. Sazonov sta migliorando. Tutti e due hanno fatto una buona settimana di lavoro e domani deciderò chi far giocare”.

Ci sono altri giocatori indisponibili?

“Rodriguez ha questo problema, non è all’adduttore. Ha questa sensazione che non sente bene, spero di recuperarlo al più presto”.

Guarda il calendario e ha fatto una sorta di tabella sui punti da fare?

“Ogni partita l’affrontiamo con lo spirito giusto, l’unica partita che mi ha lasciato l’amaro in bocca degli ultimi tre o quattro mesi è quella con la Salernitana, dove dovevamo fare meglio contro una squadra che era in difficoltà. Le altre partite penso che la squadra abbia fatto bene. Tutte le partite sono però difficili”.

Sta pensando far riposare un po’ Sanabria?

“Sono d’accordo che è meno brillante ma bisogna dire che a un problema da tempo a un tendine, si sta comportando da grande professionista ma questo problema ti toglie un po’ di freschezza. Adesso cercheremo di recuperalo al massimo perché è fondamentale per noi”.

Si può immaginare di vedere Pellegri domani?

“Tutti devono essere pronti, tutti devono dare un contributo. Pellegri, Okereke…”

Avete fatto un richiamo atletico?

“No, adesso il calendario. particolare. Giochi una volta dopo sei giorni, una volta dopo tre, poi dopo otto giorni. I penso che sia un periodo positivo, dove non abbiamo perso. Anche contro il Sassuolo la squadra mi è piaciuta, l’unica partita che non mi è piaciuto è quella contro la Salernitana. In tutte le altre partite ho visto brillantezza”.

La partita di domani è ancora più importante visto il momento e gli ultimi due risultati?

“Nella mia tabella abbiamo perso due punti contro la Salernitana, contro il Sassuolo sapevo sarebbe stata difficile. Domani per me è importantissimo, arriva una squadra piena di talenti, sarà dura ma speriamo di vincere e fare punti”.

Buongiorno può tornare prima del previsto?

“Buongiorno lunedì ha la visita di controllo, se tutto va bene dopo un’altra settimana spero di riaverlo con noi”.

Pellegri può dare qualcosa in più in questo periodo?

“Come rosa penso siamo pochi, dopo gennaio. Abbiamo bisogno di lui, di Okereke di tutti. Ci manca qualcosa con i cambi, con le sostituzioni non riusciamo a ribaltare le partite. Pellegri è un momento che sta bene e mi aspetto ci dia una mano”.

Che Lecce si aspetta?

“Corvino quando sceglie i giocatori non sbaglia, sceglie giocatori di gamba, che hanno le caratteristiche giuste per fare pressing. Dovrebbe essere una partita bella, come quella dell’andata”.

Continuerete a giocare con le due punte o ci saranno novità tattiche?

“Ormai la linea è questa, abbiamo fatto una scelta di giocare in questo modo con le due punte e andremo avanti così”.

Nelle prossime partite in casa troverete squadre che giocano un calcio più offensive senza chiudersi, può essere un vantaggio?

“Saranno partite bellissime, mi auguro di non avere infortunati. Già la mancanza di Buongiorno si percepisce da alcune cose. Penso che contro questo tipo di squadre saranno partite totali, dove rischi di più ma trovi anche più spazi. Contro la Salernitana non abbiamo subito un tiro”.

Senza Buongiorno è Zapata il leader?

“Dal primo giorno ha dimostrato di essere un giocatore di spessore. Adesso sta giocando con una continuità pazzesca e deve continuare così. Sicuramente è un leader ma ne abbiamo anche altri: Buongiorno, Rodriguez, Tameze, Sanabria e altri”.

Dove potrebbe essere il Toro se avesse avuto per tutto il campionato Buongiorno e Schuurs?

“Sono giocatori pesanti nell’economia del gioco. Anche l’attacco dipende da quanti palloni recuperi in difesa, noi siamo sempre stati molto bravi sul recuperare il pallone e attaccare sui lanci lunghi. Le assenze si sentono, non so dove sarebbe il Torino se avesse avuto sempre Buongiorno e Schuurs, sono giocatori molto forti”.

Domani ci sarà un attacco a tre o Vlasic giocherà tra le linee?

“Il Lecce penso che domani ci verrà a pressare, il loro modo di giocare è quello. Può uscire una partita bella. Hanno attaccanti veloci, terzini di inserimento. Anche in difesa sono forti, Pongracic è un top player. E’ vero che i nostri tiri sono pochi ma subiamo anche poco, la media delle nostre partite sono così. Cercheremo di mantenere questa solidità in difesa ma di aumentare la pericolosità in attacco, stiamo lavorando per migliorarci”.

Quali sono le squadre davanti in classifica che sono alla portata del Torino?

“Vanno tutte a corrente alternate, il Bologna non ha vinto per cinque partite poi ne ha vinte alcune diverse. Noi abbiamo una buona continuità, dobbiamo vincere le partite dove siamo migliori degli avversari, come contro la Salernitana. Noi per vincere dobbiamo sempre fare prestazioni eccellenti, vorrei vincere anche quelle in cui non siamo al top. Io spero che la nostra forza possa essere la continuità di prestazioni, che sono ottimali secondo me, facendo magari quel salto di qualità di vincere le partite che giochi alla pari degli altri. Alzando un po’ il livello possiamo fare bene”.

Lasci aperta la possibilità di ascoltare offerte di altre squadre?

“No, adesso c’è solo il Toro. Il nostro lavoro porta felicità o tristezza. Se non si riesce a portare felicità pura ai tifosi il lavoro perde fascino, per portare felicità ai tifosi del Toro bisogna andare in Europa. A Verona, Crotone, Mantova ho avuto la fortuna di riuscire a portare la felicità ai tifosi, se non riesco a portarla anche ai tifosi del Toro il lavoro perde senso. I tifosi del Toro chiedono l’Europa per essere felice, devo cercare di portarla”.

Ricci e Ilic hanno avuto un rendimento altalenante

“Ivan ultimamente ha preso la strada giusta, tutto parte dall’allenamento, dal lavoro. Non è stato sempre così, ma questa è la strada giusta. Se continua così finirà quest’alternanza di rendimento che ha. Samuele invece molto bene su tutto, ogni tanto è frenato da qualche infortunio. Lui ha idee chiare su cosa vuole fare e diventare, ogni giorno lavora al massimo”.

Ivan Juric
Ivan Juric
TAG:
conferenze stampa home

ultimo aggiornamento: 15-02-2024


77 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)

Juric, parliamo di cose concrete: il Robaldo?

Davide69
Davide69
4 mesi fa

A me sta cosa del puntare all Europa dove è l’allenatore il solo a parlare e solo ora , non all inizio del campionato, mi sa tanto di outing al contrario. Oltretutto se ne parla quando i risultati non arrivano , e no n arrivano proprio contro le squadre con… Leggi il resto »

bogaboga77
4 mesi fa

Ma quale Europa?
Io voglio il mondo, anzi l’universo!!!
Con questa dirigenza si può!

Last edited 4 mesi fa by bogaboga77
Scimmionelli
4 mesi fa
Reply to  bogaboga77

Anch’io vorrei che tu avessi l’universo. Cosi’ magari potresti partire per qualche posto fuori da questa galassia e non rompere piu’ i cogIioni con le tue sindromi da accerchiamento che ti fanno vedere multinick ovunque.

Dionisi: “Buona prestazione. In questo lavoro, sei sempre in discussione”

D’Aversa: “Sarà una battaglia: il Toro è la terza miglior difesa”