Alla vigilia di Torino-Monza, gara valida per la 30ª giornata del campionato di Serie A, Ivan Juric ha parlato in conferenza stampa

Torna in campo il Torino, che si prepara ad affrontare il Monza in quello che è un vero e proprio scontro diretto per l’Europa. Le due squadre sono separate da un solo punto, e solo chi vincerà nella sfida di sabato potrà mantenere vive le speranze di qualificazione. Alla vigilia della sfida, Ivan Juric ha parlato in conferenza stampa. “Quando perdi i giocatori per le nazionali perdi un po’ contatti. Qualcuno ha giocato troppo, qualcuno troppo poco, qualcuno non si è allenato bene ma sono contento per loro. Eravamo pochi in queste settimane, Sanabria la prima settimana ha gestito un po’ il problema al tendine che doveva curare. Ieri ci siamo allenati comunque tutti insieme, vediamo oggi”.

Che Monza si aspetta?

“Il Monza è na squadra con giovani talenti e giocatori esperti, un bel mix. Giocano un bel calcio. Sono davanti a noi in classifica e questo vuol dire che stanno facendo meglio”.

Ci sono novità dall’infermeria?

“Buongiorno l’altro giorno ha preso una botta alla spalla, ieri non è riuscito ad allenarsi. Vediamo oggi. Saranno fuori Ilic, Djidji e Schuurs”.

E’ uno scontro diretto?

“Io sono stracontento per la squadra, ma il 90% dei giocatori due anni fa lottava per la salvezza. Due o tre anni fa giocatori come Rodriguez, Djidji, Buongiorno, Milinkovic-Savic erano considerati brocchi. Poi ci sono anche altri giocatori come Masina, Lovato e Okereke che in altri contesti non hanno reso. Sia noi che il Monza siamo buone squadre. Ci troviamo in una posizione dove possiamo lottare per obiettivi prestigiosi, tutte le partite diventano importantissime”.

Guardando il calendario il Torino potrebbe passare Pasqua in zona Europa

“Dopo le prime nove partite dove vedevo tutto nero e pensavo ad altri obiettivi, ora siamo in una posizione dove possiamo pensare a qualcosa di speciale. Dobbiamo cercare di continuare sulla strada degli ultimi due mesi dove le prestazioni sono state importanti. Non c’è pressione secondo me, c’era tre anni fa quando giocavano per la salvezza e Immobile a Roma tirava il rigore. Adesso dobbiamo sfruttare il momento e viverlo bene, felici, senza pressioni”.

Vlasic sta rendendo meglio in questa nuova posizione

“Vlasic gioca sempre nella stessa posizione, ha delle doti e sta crescendo tantissimo sulle posizioni che deve occupare in campo, stiamo lavorando più che altro su quello con lui”.

Domani toccherà ancora a Gineitis in mezzo al campo?

“Lui era in nazionale fino a pochi giorni fa, è appena tornato, vedremo. La scelta se farlo giocare oppure no dipenderà più che altro da quello”.

Confermerà la coppia Okereke-Zapata in attacco?

“In attacco Okereke e Sanabria sono entrambe opzioni valide. Dipende da come vogliamo affrontare la gara. A Udine Zapata ci serviva più al centro dell’attacco e abbiamo scelto David, di Okereke sono comunque contento, aveva giocato poco prima ma ha sempre lavorato bene. La forza della squadra in questo momento è data proprio dai giocatori che hanno fatto di meno e si sono presentanti benissimo”.

Tameze è recuperato?

“Tameze sta bene, ha fatto la settimana completa. Può giocare. Non so però ancora la formazione, vediamo oggi”.

Ivan Juric
TAG:
conferenze stampa home

ultimo aggiornamento: 29-03-2024


22 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Claccone
Claccone
14 giorni fa

Accidenti alle spalle di Buongiorno… comincia ad essere recidivo e non va bene…
Se manca Ale è un bel problema, ovvero quando lui non c’è oltre alla mancanza in difesa, la squadra sembra meno tignosa… per questa squadra lui è un leader quindi anche “ammaccato” speriamo che ci sia
SFT

James71
14 giorni fa

Appena finito di ascoltarlo in versione video ed è vero infatti che è tutto giusto quello che ha detto (mi fa piacere notare che ci siano anche altri qui che l’hanno capito invece che solo quelli che gli hanno dato dell’incapace o del giostraio…) l’unico errore è che il Monza… Leggi il resto »

granatadellabassa
14 giorni fa

Domani voglio vincere a prescindere dal discorso Europa. Non esiste che il Monza arrivi davanti a noi. Hanno avuto più episodi favorevoli. Il tutto riconoscendo che sono una bella squadra.

Palladino: “Sarà uno scontro diretto. Juric è bravo nel far giocare male gli avversari”

La probabile formazione del Torino: ballottaggio Sanabria-Okereke