Alla vigilia di Torino-Salernitana, il tecnico granata Ivan Juric, come di consueto, presenta in conferenza stampa la partita

È la vigilia di Torino-Salernitana, come di consueto di il tecnico granata Ivan Juric, presenta in conferenza stampa la partita. Ecco le sue parole. “Noi dobbiamo fare bene a prescindere dal numero dei tifosi, avere lo stadio pieno fa certamente piacere. Mi aspetto di trovare il Torino degli ultimi tempo. Il campionato è molto equilibrato e anche la Salernitana ha fatto tante buone prestazioni pur non facendo punti, hanno gente che sa giocare a calcio, che è pericoloso. Mi aspetto una grande battaglia e cercheremo di vincere”.

Come hai trovato Lovato?

“Sicuramente è un ragazzo che è maturato rispetto a quando lo avevo al Verona, secondo me si esprime meglio in mezzo ma si può adattare a fare il braccetto sia a destra che a sinistra”.

Domani tocca a Sazonov?

“Sì, avrà la sua occasione. Ultimamente lo stavo mettendo dentro sempre nei finali per fagli assaggiare il campo ma domani avrà la sua occasione”.

E’ stato il mercato che si aspettava?

“Dovevamo fare un mercato facendo attenzione a livello economico, non è mai facile trovare giocatori in prestito ma penso che abbiamo fatto il meglio possibile”.

Ci dice qualcosa degli altri acquisti?

“Masina è un giocatore che in passato ha fatto bene, quest’anno ha giocato poco ma si è presentato davvero bene. Okereke è un giocatore di movimento, un giocatore di fastidio dico io, ha fatto bene gli ultimi due anni in A. Kabic lo conosco poco, è un giocatore che ha giocato poco alla Stella Rossa, è molto acerbo”.

Lo stadio bene può essere un valore in più?

“Non lo so. Non mi voglio esprimere su questa tematica, non è assolutamente una polemica. Io penso che la squadra si sia espressa sui massimi livelli acne quando c’era poca gente, mi aspetto quindi che la squadra si possa esprimere ai massimi livelli anche con lo stadio pieno”.

Un commento sul calendario

“A volte giochi contro il Napoli che sembra proibitiva e vinci 3-0, poi trovi il Genoa e fai 0-0 e io felice per il pareggio. E’ un campionato diverso, io vedo valori molto vicini. Non vedo partite facili, anche il Cagliari ha dimostrato che è sempre dura. Anche vedendo ieri Lecce-Fiorentina o i minuti finali della partita contro il Cagliari. Io penso che la mia squadra possa competere con tutte ma allo stesso tempo non c’è una partita in cui penso che si possibile dire che vinceremo facilmente”.

Dopo il mercato siete più sereni?

“Non potevamo fare acquisti per fare qualcosa in più, abbiamo preso i giocatori giusti per il contesto e per le possibilità. Sono andati via ragazzi che l’anno scorso hanno dato e quest’anno per vari motivi meno. Siamo più sereni”.

Perché è così difficile trovare un esterno mancino?

“Lazaro lo vedo molto più propositivo, in questo momento ci va bene. Non è facile migliorare. C’è un equilibrio nella squadra che può andare bene. Siamo un po’ di meno rispetto a prima ma abbiamo bisogno di tutti, non c’era la possibilità di prendere”.

Può fare il punto sugli infortunati?

“Siamo quasi al completo. Djidji, Ricci e Ilic stanno bene. Ci saranno domani. Gli unici assenti saranno Buongiorno e Schuurs”.

Ha qualche rimpianto per qualcuno che è andato via?

“Qualcuno l’anno scorso aveva dato il massimo, poi quest’anno è tornato indietro. Zima voleva andare via perché non si è trovato bene in certe situazioni, non è diventato un titolare fisso, ma fino all’ultimo giorno è stato sul pezzo. Come Seck, che sono convinto che farà molto bene a Frosinone. Aveva bisogno di un ambiente un po’ più leggero per lui”.

L’attacco a tre può essere una soluzione?

“I due attaccanti vanno benissimo contro le difese a quattro, contro quelle a tre possiamo giocare a tre con Vlasic più avanti. Ma abbiamo anche altre soluzioni in base agli avversari”.

Dopo la partita contro il Genoa aveva parlato con Cairo del mercato?

“C’è stata una chiacchierata con il presidente che ha detto che non si poteva fare nulla, che se volevamo prendere qualcuno in prestito doveva andare via qualcuno della rosa. Con franchezza il presidente ci ha detto quello che riteneva giusto. Altre volte ha investito, stavolta ha detto che non si poteva fare”.

A centrocampo si può rinunciare a Linetty?

“A centrocampo siamo a posto a livello di scelte, anche Gineitis mi è piaciuto a livello di scelte. Poi a volte il peso specifico di Linetty serve, ha un senso di posizione fantastico e non è facile toglierlo, però in mezzo al campo siamo messi bene”.

Tameze continuerà a giocare in difesa?

“Quello di centrale di destra in difesa è la posizione di Djidji, ha fatto bene contro Genoa e Napoli. Poi Tameze si è sacrificato per lungo tempo, ma è un ragazzo splendido che ha dato tutto per la squadra. In quella posizione scelgo in base a come sta Djidji. Li vorrei un giocatore dinamico, Lovato e Sazonov vanno bene, però mi piace di più avere un terzo più dinamico”.

Ivan Juric
Ivan Juric
TAG:
conferenze stampa home

ultimo aggiornamento: 03-02-2024


81 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Jones
25 giorni fa

OPS…attento Ivan a dire certe cose SFT

direibene18
25 giorni fa

Pareva rassegnato ieri in conferenza stampa.
Direibene, dai

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
Reply to  direibene18

a voi pare sempre tutto nero

A me interessa oggi
Se oggi si vince = rosa
Se oggi si perde = nero

Il resto, le parole, le interviste (obbligatorie per la Lega, non sentite, noiose, con domande banali, ecc) non interessano molto

direibene18
25 giorni fa

Buongiorno a @tutti
Scusate non mi sono presentato, lo faccio ora :
Sono nuovo sul forum, leggo sempre ma ora ho deciso di partecipare anch io, amo nn prendere sempre tutto seriamente.

Salernitana, Inzaghi: “Con questo atteggiamento possiamo fare una grande gara”

Sazonov titolare, ballottaggi in mediana: la probabile formazione del Torino