Ivan Juric presenta in conferenza stampa Torino-Udinese, partita che chiuderà la tredicesima giornata del campionato di serie A

Alla vigilia di Torino-Udinese, il tecnico Ivan Juric presenta in conferenza stampa la partita della sua squadra. Ecco le sue parole: “L’Udinese sa lavorare col calcio, come famiglia, sa scegliere bene i giocatori, capiscono, collaborano anche col Watford. Gotti ottimo allenatore, i loro giocatori sono fisici, rapidi, veloci, abbinano qualità e forza fisica, ci aspetta una partita difficilissima. Avevamo tanti in Nazionale, tra Praet, Brekalo, Sanabria, ma globalmente stiamo recuperando”. Sugli infortunati: “Sanabria ha avuto un problema con la schiena in Nazionale che si rifletteva sulla gamba, oggi si è allenato a parte ma non aveva dolore e sarà convocato. Praet, preso l’ultimo giorno di mercato senza ritiro fa fatica a recuperare dopo le partite, è andato in Nazionale ma non si è riuscito ad allenare, qui con noi ha fatto 2-3 allenamenti, anche lui sarà convocato. Brekalo aveva il problema al polpaccio, ha fatto 20 minuti in Nazionale, sono stati attenti con lui, spero riesca a giocare bene. Mandragora e Ansaldi? Non ci siamo ancora col recupero”.

Juric sul mercato: “A gennaio si fa sempre poco”

“Il mercato di gennaio? Si fanno sempre pochi ritocchi, qualcosa di importante o se succede qualcosa che ti obbliga a fare delle scelte, ma il gruppo è questo, è valido, mi piace, io penso a questo. Non penso al mercato, non bisogna parlarne troppo perché ci sarà poco”. Sul capitano: Belotti? Ha solo bisogno di lavorare dopo anni in cui non lavorava bene, deve trovare continuità di allenamenti, l’ho trovato normale”, ha spiegato il tecnico in conferenza stampa. “Il Gallo al di là degli infortuni ha bisogno di allenarsi forte, negli anni passati ha avuto problemi e non si è allenato sempre e questo lo paghi, lui deve ritrovare continuità. Il mio auspicio è che lui pian piano trovi quella condizione, se merita gioca, se non merita non gioca, dobbiamo alzare il livello e lui deve dare un segnale forte. Se si alza il livello suo si alza quello della squadra”.

“Firenze e La Spezia non li metto sullo stesso piano, con lo Spezia potevamo vincere noi o loro, non è stata una partita brutta come a Firenze. Mi infastidisce fare buone prestazioni e non fare punti, non le brutte prestazioni, in questo momento quando giochiamo bene non vinciamo e quando la giornata non è al massimo non riusciamo a strappare punti”.

Pobega lo seguo da anni, mi piacciono questi italiani con questa mente come Buongiorno, Pessina, Di Marco, partono dal basso e fanno bene, capiscono il valore dei soldi e degli allenamenti, percepisci la loro stabilità emotiva, è un centrocampista totale, non è un regista, quando sta bene fa prestazioni importanti, sono contento per la convocazione”.

“Pjaca può partire titolare”

Su Pjaca: “Pjaca ha lavorato bene, la seconda settimana è stata migliore della prima, domani ha possibilità di giocare dall’inizio. Lui e Brekalo insieme? Pjaca lo preferisco a sinistra, Brekalo potrebbe giocare anche con lui, può giocare a destra o al centro”. Sui calci da fermo: “Abbiamo saltatori pericolosi, spero cambi la storia perché prepariamo i calci piazzati bene ma c’è da migliorare”. Una caratteristica che l’Udinese sfrutta: “Beto è molto veloce nel lungo, loro sono bravi come società a prendere giocatori di prospettiva, come anche Makengo che domani mancherà, sono giocatori sconosciuti ma già forti. Anche Becao è pericoloso nei piazzati, è gente tosta che ha voglia di fare gol”.

“Lukic? Sicuramente è tornato felice, va al mondiale come Milinkovic, senza fare spareggi al contrario dell’Italia, lo stesso Rodriguez. C’è entusiasmo in generale e lo percepisco”.

“Penso che abbiamo dato una scossa come prestazioni, atteggiamento, si vede anche nel modo di lavorare. Siamo nel limbo, possiamo andare su o giù, le 7 partite più la Coppa ci diranno che gruppo siamo e che campionato faremo. Abbiamo dato una sensazione di miglioramento, adesso vediamo se riusciamo a fare un campionato superiore, le prossime partite saranno decisive e dopo si farà il primo bilancio serio”.

“Djidji giocherà, Zima eventualmente non lo vedo come vice Bremer ma può anche giocare a destra”.

Ivan Juric
Ivan Juric
TAG:
conferenze stampa home

ultimo aggiornamento: 21-11-2021


14 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Cup
Cup (@cup)
13 giorni fa

In effetti, a parte la mezz’ora con la Samp, il Belotti è da tempo il lontano parente del Gallo che ci faceva stropicciare gli occhi, che correva a tutto campo, difendeva strenuamente il pallone e faceva alzare la squadra e poi, vivaddio, faceva anche gol. Non è vero che l’anno… Leggi il resto »

mas63simo
mas63simo (@mas63simo)
13 giorni fa

Juric ti sei già allineato al presidente ?

odix77
odix77 (@odix77)
12 giorni fa
Reply to  mas63simo

ah ah ah ah ah eccoli quiiii….all’inizio dice di voler valutare la rosa = sei un altro yes man …. poi scritica il mercato = grande uric metti nel sacco al presidente …. poi riparla del mercato dicendo che a gennaio serve qualcosa = grande mettila nel sacco al presidente… Leggi il resto »

madde71
madde71 (@madde71)
12 giorni fa
Reply to  odix77

godi cairota,godi,ride bene chi ride ultimo

madde71
madde71 (@madde71)
12 giorni fa
Reply to  madde71

detto ironico,odix,ironico

thethaiman
thethaiman (@thethaiman)
13 giorni fa

Mercato? Anche un bambino capisce che non può esporsi più di tanto, con Cairo non entra nulla se non sbologni a raffica. E quindi è ovvio che cerchi di far credere che la rosa lo soddisfa, già è un’impresa iperbolica liberarsi del cascame residuo nel momento che ti ritieni soddisfatto,… Leggi il resto »

odix77
odix77 (@odix77)
12 giorni fa
Reply to  thethaiman

“”con Cairo non entra nulla se non sbologni a raffica” … due bilanci in rosso, prestito per pagare gli stipendi(qualcun o lo diceva) , soldi zero, xxxx giocatori in rosa di cui diciamo 3-4 che non giocano con stipendi alti… tu di sicuro faresti diversamente da cairo.. ne sono certo….cmq… Leggi il resto »

madde71
madde71 (@madde71)
12 giorni fa
Reply to  odix77

tu non credi alla sua malafede,per me è lampante

Juric: “Partita molto dura. L’ha decisa un eurogol”

Probabile formazione Torino: Pjaca dall’inizio, Djidji ce la fa