Torino, la probabile formazione contro l’Inter / Mazzarri senza lo squalificato Meité, Ansaldi confermato a centrocampo. Davanti Zaza più di Falque

Falque sta bene, ma tra tutti gli attaccanti può sembrare il meno lucido”, ha rivelato Mazzarri alla vigilia di Torino-Inter. E allora lo spagnolo potrebbe davvero accomodarsi in panchina nel big match delle 18 di domenica, lasciando a Zaza – che ha una voglia matta di far bene, ma soprattutto gode di un’ottima condizione fisica – il ruolo di spalla di capitan Belotti.  Il Toro viaggia verso un altro attacco a due, dunque, seppur diverso da quello visto nella maggior parte delle uscite di questo campionato. Per il resto l’emergenza della settimana passata (a Roma mancavano Meité, Izzo, Baselli e Moretti, con Lukic presente ma acciaccato) è parzialmente rientrata: l’unica assenza a persistere è quella del medianone francese, ancora squalificato.

Mazzarri studia il Torino per l’Inter: Izzo rientra in difesa

Rientrati e arruolabili, dunque, tutti gli altri. O quasi, dal momento che Baselli è sì presente nella lista dei convocati, “ma non ha la condizione migliore”, come ha spiegato Mazzarri in conferenza stampa. Per l’ex Atalanta si prospetta la panchina, almeno all’inizio. In mediana dovrebbe agire il rientrante Lukic, che si è allenato tutta la settimana con il gruppo ed è pronto ad affiancare Rincon e Ansaldi, ancora adattato nel ruolo di mezzala dopo l’esperimento più che positivo contro i giallorossi. E se sulle fasce saranno confermati De Silvestri e Ola Aina, la difesa potrà godere del ritorno di Izzo che si riposizionerà nel trio con Nkoulou e Djidji.

Torino-Inter, la probabile formazione dei granata

Davanti, come detto in apertura, si va verso l’accoppiata Belotti-Zaza. Con Falque pronto a subentrare però, perché “magari gli basta un guizzo per fare gol”. Parola di WM, che al suo Torino chiede compattezza dietro e cinismo davanti in vista dell’Inter: la strada vecchia per tornare a correre dopo gli stop contro Fiorentina e Roma.

Probabile formazione Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Djidji; De Silvestri, Lukic, Rincon, Ansaldi, Aina; Zaza, Belotti. A disp. Ichazo, Rosati, Bremer, Lyanco, Moretti, Berenguer, Parigini, Edera, Falque, Millico. All. Mazzarri
Squalificato: Meité
Indisponibile: nessuno


28 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
fabio00ari
fabio00ari (@fabio00ari)
2 anni fa

Qualora oggi non dovessimo VINCERE, e ripeto VINCERE, spero si chiuda qui il capitolo Mazzarri. Anche perché non fare i tre punti oggi, significherebbe essere di fatto con 1 piede e tre quarti fuori dalla corsa Europa. Ancora una volta a gennaio ovviamente…

mas63simo
mas63simo (@mas63simo)
2 anni fa

Pensare di far giocare Zaza insieme al Gallo senza Jago è l ennesima prova che questo allenatore non ha ancora capito che pesci pigliare ! Via al più presto.

fabio00ari
fabio00ari (@fabio00ari)
2 anni fa

Ha fatto più goal Muriel in una partita e mezza che Zaza nell’ intero girone di andata.. a noi faceva schifo prendere lui come spalla di Belotti vero?

Ivan Groznyj (El Terrible)
Ivan Groznyj (El Terrible) (@el-terrible)
2 anni fa
Reply to  fabio00ari

A “noi” fa schifo vincere. E ancora devo capire bene il prechè.

gabbo94
gabbo94 (@gabbo94)
2 anni fa
Reply to  fabio00ari

Figurati! A noi serviva una prima punta. La seconda la fa già Belotti giocando a centrocampo -.-

Scin{Rho[Scin(Rho)]}
Scin{Rho[Scin(Rho)]} (@scin)
2 anni fa
Reply to  fabio00ari

Ma quando hai SuperZaza in rosa, cosa te ne fai di un Muriel qualsiasi che segna? 🙂

Mazzarri: “Vincere ci darebbe fiducia, Falque? Tra gli attaccanti sembra il meno lucido”

Inter, Politano e Perisic non al meglio. Spalletti carica Icardi