Hart decisivo, Belotti il solito cecchino: i granata colgono a Crotone la seconda vittoria in trasferta in questo campionato

HART 7: protagonista soprattutto nel primo tempo quando un suo errato disimpegno favorisce Trotta, sul quale poi il portiere è bravissimo. Nel finale evita il gol della bandiera dei calabresi con un doppio intervento prodigioso

ZAPPACOSTA 6.5: le folate offensive dei granata sulle fasce passano dai suoi piedi. Corre per novanta minuti non risparmiandosi mai e dimostrando che sarà difficile per De Silvestri strappargli la maglia da titolare

ROSSETTINI 5: nelle occasioni in cui il Crotone si fa vedere in area molto spesso il difensore è in ritardo. In sofferenza soprattutto quando è chiamato ad anticipare gli avversari di testa. Rischia tantissimo al 36′, quando ferma Stoian, e due minuti dopo quando sfiora l’autogol

CASTAN 6.5: se il compagno Rossettini non sempre è puntuale, il brasiliano sembra invece avere spesso il compito di togliere le castagne dal fuoco

MORETTI 6: sostituisce Barreca e nonostante non gli si possa chiedere il dinamismo del compagno, il capitano granata porta a casa la sufficienza

BENASSI 5.5: avendo abituato ormai a certi standard, quando la prestazione non è quella già vista nelle ultime settimane la differenza si nota eccome (st 33′ BOYE’ 6: decisivo nell’occasione del 2-0 granata)

VALDIFIORI 6: si è ormai calato alla perfezione negli schemi di Mihajlovic anche se quella di Crotone non è certamente una partita da incorniciare

BASELLI 5.5: in un primo tempo in cui il centrocampo granata si vede poco e niente, Baselli regala qualche giocata. Cala, però, nella ripresa, non confermando la crescita delle ultime prestazioni (st 27′ OBI 5.5: non fa nulla per lasciare il segno)

FALQUE 5.5: non è la sua miglior partita. Forse condizionato da un problema fisico dopo la prima conclusione granata (la sua) diretta verso la porta del Crotone, non è decisivo come molte altre volte (st 14′ MARTINEZ 5.5: fumoso, non cambia le sorti del match)

BELOTTI 7.5: il solito cecchino. Pur non entusiasmando per ottanta minuti, trova poi la zampata vincente a dieci dalla fine, quando le speranze granata di portare a casa i tre punti stavano via via affievolendosi

LJAJIC 7: un elemento dal quale è difficile prescindere, visto che da un momento all’altro può inventare la giocata vincente. Sfiora il gol su punizione poi vede e serve Belotti che sblocca il match

All. MIHAJLOVIC 7: alla luce dei risultati delle altre, quella di Crotone è una vittoria fondamentale nella corsa all’Europa. Il suo Toro mostra le solite lacune da trasferta ma il tecnico non rinuncia mai a provare a vincerla, chiudendo con una squadra a trazione anteriore. Anche stavolta le scelte gli danno ragione

Arb. CELI 5: l’assistente non gli dà una mano quando non segnala il fuorigioco di Belotti in occasione del primo gol dell’attaccante. Lamentele del Crotone in occasione di un intervento di Rossettini


52 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
fratelliperungiorno

10 all’arbitro

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

Ma vi insultano tutti per un motivo concreto, vero?

AmmaMi
AmmaMi
7 anni fa

Io a Boyè darei 6,5 visto che ha anche fornito l’assist al Gallo. Poi, per le prossime partite, perchè non provare a mettere Ajeti al posto di Rossettini? Quando lo avevo visto giocare nel pre campionato mi era parso migliore del compagno…

ToujoursGrenat
7 anni fa

Ok a dare un buon voto ad Hart ma, che si usi come esempio la parata che ha fatto a conseguenza di una sua cappella … è leggermente ridicolo … nel primo tempo ha fatto una solida parata su un tiro da fuori nei primi minuti piuttosto … poi la… Leggi il resto »

AmmaMi
AmmaMi
7 anni fa
Reply to  ToujoursGrenat

Vero ma vorrei ricordare che un certo Padelli (non per tirarlo sempre in ballo ma è l’esempio perfetto) aveva fatto una cappella molto simile ma, contrariamente ad Hart che ha salvato il risultato ,ci siamo beccati un bel gol perdendo poi la partita (contro l’Empoli se non ricordo male!)… Quindi… Leggi il resto »

Mihajlovic: “Vittoria meritata ma mi aspettavo di più”

De Silvestri: “Ora sto bene, sono pronto a dare una mano al Toro”