Longo, la conferenza di presentazione di Juventus-Torino 19-20

Longo: “Derby? Serviranno testa e cuore: dobbiamo affrontarlo da squadra”

di Redazione - 3 Luglio 2020

Moreno Longo presenta il derby in programma domani alle 17.15 all’Allianz Stadium: le parole del tecnico prima di Juventus-Torino

Il tecnico del Torino Moreno Longo ha presentato in conferenza stampa il prossimo derby della Mole contro la Juventus, in programma domani, sabato 4 luglio, alle 17:15. Ed è anche il suo primo derby da allenatore del Toro: “Sono concentrato perchè è una partita di cartello, molto importante, molto sentita da noi e dai nostri tifosi di conseguenza sono molto concentrato. Il nostro atteggiamento? Dobbiamo essere squadra, uniti. Dobbiamo lavorare da squadra in ogni situazione: l’atteggiamento dovrà essere quello di aiutarsi, di sacrificarsi uno per l’altro perchè quando affronti queste squadre con questa qualità devi anche saper soffrire insieme. E poi naturalmente devi anche saper rispondere, a volte colpo su colpo. Dovremo essere bravissimo ad affrontare da squadra questo match nel migliore dei modi“.

Longo: “Diffidati? Non facciamo calcoli”

Il Torino andrà a giocare con la Juventus con ben 5 giocatori diffidati. Un problema che non sembra impensierire più di tanto Longo che non vuole farsi condizionare: “Come abbiamo sempre detto la partita successiva è sempre quella più importante. Siamo concentrati su questa, no facciamo calcoli e pensiamo di fare questa al massimo con la miglior formazione

Zaza? Simone ha recuperato, sta meglio. Oggi abbiamo ancora un allenamento di rifinitura da effettuare e vedremo in che possibilità di minutaggio potrà essere a disposizione della squadra. La cosa importante naturalmente è già averlo a disposizione.

Il tecnico del Toro: “Dovremo giocare con testa e cuore”

Poi su Ansaldi: “Sta sempre meglio. E’ un giocatore con cui abbiamo fatto una scelta diversa rispetto agli altri perchè dopo il suo problema fisico abbiamo cercato di rimetterlo velocemente in squadra per cercare di farlo recuperare allenandosi e giocando scampoli di partita. In questo caso valuteremo di nuovo se farlo giocare dall’inizio o se farlo entrare a partita in corso però è un giocatore recuperato e questo ci da la possibilità di avere delle alternative”.

Infine, ancora sul debry: “La prima cosa che mi viene da dire è che si dovrà giocare con cuore e testa perchè sono quelle partite che si giocano sul filo del rasoio anche a livello emozionale quindi il cuore deve poi essere gestito anche dalla testa. Le letture di certi momenti, le letture della partita nella partita, la lucidità non deve mai far prevalere esclusivamente l’emozionalità perchè si rischia di non fare quello che si ha in testa di fare

27 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
sparpacello
sparpacello
1 mese fa

Longo sii realista.in un modo o nell’altro oggi vinceranno i gobbi.tieni fuori i diffidati e Belotti. È col Brescia che dobbiamo vincere a tutti i costi

ardi06
ardi06
1 mese fa

Ho visto l’udinese, oltre a giocare molto meglio di noi, se può attacca a pieno organico, superata la metà campo avversaria affondando, non ridanno la palla ai difensori o al portiere come fanno i nostri coraggiosi giocatori

jerry
jerry
1 mese fa

Abbiamo vin1 derby in 15- 20 anni e qualcuno spera di vincere domani??????? Ahahaah che spanciate !!!

Lewishenry - #conCairononmiabbono (neancheasky)
Lewishenry - #conCairononmiabbono (neancheasky)
1 mese fa
Reply to  jerry

Eterna riconoscenza a Cairo dai gobbi!