L’allenatore del Torino, Moreno Longo, presenta in conferenza stampa la sfida contro la Spal, in programma a Ferrara alle 19.30 di domenica

Moreno Longo, allenatore del Torino, interviene in conferenza stampa per presentare la trasferta in casa della Spal, che può consegnare ai granata la salvezza. Ecco le parole del tecnico rilasciate sul canale ufficiale del club. Il primo pensiero va a Vatta, la mente per anni dietro i successi delle giovanili granata, scomparso in settimana: “Sicuramente la sua scomparsa è stata dolorosa per tutti quelli che lo conoscevano, per tutto il mondo granata. Oltre a un semplice allenatore è stato un maestro, non solo di calcio ma di vita. Lo ricordiamo con grande affetto. Questa notizia la apprendiamo con grande dolore. Di aneddoti ce ne sarebbero tanti. E’ stato un personaggio davvero ricco di sapienza per quanto riguarda il calcio. Se devo dirne uno mi viene in mente quello che mi disse quando ho cominciato ad allenare, 15 anni fa incontrandomi su un campo di calcio: ‘ Moreno ricordati che non è difficile insegnare, è difficile insegnare a saper apprendere che è la cosa più difficile del tuo lavoro’. Dietro a quella frase riscopro tante verità”.

Ancora Longo: “Nel 2015 ricevetti il ‘Maestrelli’ da Sergio Vatta, quella fu una serata molto bella per tutto il Toro. Giampiero Ventura venne premiato come miglior allenatore della prima squadra, io del settore giovanile. Ricevemmo il premio da Sacchi e Vatta, fu un orgoglio soprattutto per me. Onorare Vatta con il lutto al braccio contro la Spal mi sembra doveroso. Quando inizierà la partita noi dovremo approcciare con uno spirito importante e combattivo, che ci dovrà contraddistinguere in questa gara”.

“Non dobbiamo fare l’errore di abbassare la guardia. Sono squadre queste che entrano in campo con la testa libera: non possiamo permetterci di fare calare l’attenzione. Anzi, dobbiamo alzarla: sappiamo quello che c’è in palio”.

“In questa vigilia analizzo quello che ha fatto la Spal in questo campionato, ha battuto l’Atalanta, ha vinto con la Lazio in casa, fino al recupero vinceva contro il Milan, ha vinto contro di noi in casa”.

“Se cresciamo nella ripresa? La squadra sta dimostrando, nonostante le tante partite, di avere ancora birra nelle gambe e nella testa. L’assenza di De Silvestri ci dispiace, perdiamo un ottimo uomo e giocatore, dopo Baselli è il secondo lungo infortunio che ci colpisce. Ci sarà spazio per Aina e Singo, che spero abbiano la voglia di giocare queste partite”.

“Il gol contro il Verona ha fatto bene a Zaza, che ha grande disponibilità al sacrificio e ha dato una grande mano alla squadra: mi aspetto da lui una prestazione in linea con tutto questo”.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 25-07-2020


9 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
sparpacello
sparpacello
2 anni fa

Sergio Vatta era un uomo vero. Questi invece sono 4 coniglietti

madde71
madde71
2 anni fa

Questa società non onora nulla,sporca ciò che tocca

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
2 anni fa
Reply to  madde71

Mago otelmadde in versione indignazione. Lo stesso che si esaltava per la positività covid di rugani.
Parla di onore. Di dignità umana. Senza fondo

Brauluis
Brauluis
2 anni fa

Si puó solo sperare che il bologna non faccia vincere il lecce. Noi, da soli, non ci si salva.

Charlie66
Charlie66
2 anni fa
Reply to  Brauluis

Dai sono le ultime ore, spara tutte le cartucce…

Di Biagio: “Vagnati? Ci siamo sentiti, non dovevo spiegare niente”

Torna Petagna dal 1′, Valdifiori si candida: la probabile della Spal