Mazzarri: “Mi piace la crescita della squadra. Testa al derby”

di Francesco Vittonetto - 28 Aprile 2019

Le parole del tecnico del Torino Walter Mazzarri in conferenza stampa dopo la bella vittoria dei granata per 2-0 sul Milan

Walter Mazzarri ha commentato la vittoria per 2-0 contro il Milan, che ha lanciato il suo Torino a due punti dalla Champions League: “Al di là del quinto posto mi piace la crescita della squadra in questa annata. Bisogna continuare così fino alla fine, poi si tireranno le somme. Dobbiamo pensare solamente a venerdì, al derby contro la Juventus. Pensiamo alla prossima senza fare tanti discorsi. Abbiamo meritato di vincere bene, siamo stati bravi contro una squadra che ha fatto di tutto per metterci in difficoltà. Il Milan ha grandi valori ma i ragazzi ci hanno dato una grande soddisfazione. Siamo stati superiori e meritavamo di vincere. Espulsione? Non so, chiedete agli arbitri”.

Mazzarri dopo Torino-Milan 2-0: le sue parole

“Stiamo tutti facendo un lavoro eccezionale, oggi abbiamo vinto meritatamente contro una squadra forte. Un tempo si vedeva una certa sudditanza contro squadre come il Milan, oggi invece ce la giochiamo alla pari. E vinciamo anche. Questi ragazzi stanno crescendo in modo esponenziale, cerchiamo di fare bene quest’anno per poi costruire il prossimo ancora meglio”.

“Champions? Noi abbiamo un’altra finale venerdì, poi ne avremo altre tre e tireremo le somme”.

Sull’espulsione: “Io ero calmo, poi valutate voi: non c’entravo nulla, commentavo errori clamorosi con la mia panchina. Quello che fanno altri allenatori in maniera naturale non viene preso in considerazione. Quando me ne sono andato hanno iniziato a guardare meglio ciò che succedeva in campo”.

Su Berenguer: “Si meritava questo gol, lo stavo per togliere per mettere Parigini. Sta crescendo tanto come altri ragazzi”.

Mazzarri sul Torino: “Noi più simili all’Atalanta”

“Quando un giocatore fa le scelte vede i giocatori che ha e fa le scelte di conseguenza. Col Napoli assomigliavamo più alla Lazio di quest’anno che al nostro Torino, più bassi e con ripartenze. Noi abbiamo messo tutte le squadre di cui si è parlato in difficoltà, non facendole giocare. A volte bisogna migliorare un po’ nell’ultimo passaggio. Siamo più simili all’Atalanta se vogliamo, anche gli esterni che son più ali di prima: stiamo più alti. Si sono fatte delle cose diverse perché ho una rosa con caratteristiche diverse rispetto a quella del Napoli”.

Ancora Mazzarri, sulla responsabilità dei difensori: “Accettiamo gli uno contro uno. Abbiamo trovato questi meccanismi, loro sono ragazzi che hanno accettato questo modo di fare. Poi certo che l’altro esterno fa sempre la diagonale, e anche i centrocampisti sono bravi ad andare sulle seconde palle. Poi se riusciamo a recuperare la palla alta i centrali a turno ci aiutano anche davanti”.

“Se tu non fai bene la fase difensiva rischi di prendere gol, dipende anche dalle caratteristiche dei giocatori. Poi son bravi anche gli attaccanti a fare un gran lavoro, perché devono leggere traiettorie sporche”.

più nuovi più vecchi
Notificami
TorinoGranata (ex GD) contento ma non accontentista!
Utente
TorinoGranata (ex GD) contento ma non accontentista!

mazzarri è questo. poco spettacolo in conferenza stampa, anzi noia, poche parole poca pubblicità ma tanto lavotro, impegno e basso profilo. Nessun proclamo, mai la parola sbandierata e urlata alla mihailovich per dire, e molti hanno pensato e scritto di poca ambizione. Ela sua squadra,. èperchè èp chiaro a tutti… Leggi il resto »

cmt
Utente
cmt

@graziano
Sala Pecci Graziani Zaccarelli Pulici con Radice
Lentini Scifo Casagrande Martin Vasquez Aguilera con Mondo
Berenguer Rincon Belotti Baselli Ansaldi con Mazzarr
Piedi di qualità bel gioco…. se torniamo in Europa è un miracolo

graziano
Utente
graziano

Proprio per questo dico che Mazzarri ha grossi meriti

graziano
Utente
graziano

Dopo Radice, ci sono lui e Mondonico , grande Mazzarri!

Trapano
Utente
Trapano

Non diciamo minxhiate

graziano
Utente
graziano

Chi metti prima, tu che dici cose così intelligenti?

Trapano
Utente
Trapano

Dopo radice e mondonico metto giagnoni, e parlo solo dell’era post invincibili, dopo di loro il vuoto

graziano
Utente
graziano

Francamente Giagnoni lo conosco solo di fama, perché allora ero infante. Radice dava un gran gioco, mentre Mondonico, che pure aveva una squadra tecnicamente di gran lunga superiore a quella attuale, puntava molto su difesa e concretezza. Poi posso dire che De Biasi e Ventura hanno fatto discretamente bene, a… Leggi il resto »

madde71
Utente
madde71

mai dimenticare Giagnoni