Mazzarri dopo Torino-Wolverhampton 2-3, video intervista

Mazzarri: “Io ci credo, non è ancora finita” – VIDEO

di Giulia Abbate - 22 Agosto 2019

Le parole del tecnico granata Walter Mazzarri in conferenza stampa dopo la sconfitta del Torino contro il Wolverhampton per 2-3

Dopo la sconfitta del Torino contro il Wolverhampton è Walter Mazzarri a parlare in conferenza stampa. E il tecnico granata parte subito analizzando le qualità dell’avversario: “Hanno grandi qualità e lo sapevamo bene. Hanno delle risorse incredibili e fanno mercati con giocatori da 40 milioni, è normale che quando si pagano giocatori a quei livelli la qualità è altissima. Ma lo sapevamo e non dobbiamo attaccarci a questo, anche l’anno scorso quando si è fatto tutto alla perfezione si è supplito alla differenza con squadre più titolate di noi. Però non mi piace parlare di questo perché io ci credo e voglio che la squadra ci creda come me: se si gioca come si è fatto in altre partite, non è ancora finita. Ci sono ancora 90 minuti più recupero e come li hanno fatti loro possiamo farli noi i gol. Adesso dobbiamo pensare al Sassuolo per cominciare bene il campionato, e non sarà facile visto che abbiamo speso tanto oggi. Poi dopo farò rivedere gli errori e penseremo al ritorno.

Mazzarri: “Siamo stati ingenui ma non meritavamo di perdere”

Poi ancora sulla partita: “Siamo partiti un po’ contratti, il gioco fluido non è riuscito. In una partita così, che i ragazzi sentivano particolarmente, non siamo stati fluidi nel palleggio come le altre volte. Alla fine la squadra ha fatto una buona partita con una squadra molto forte che ha nel contropiede l’arma migliore. Siamo stati ingenui a concedergli tutte queste ripartenze, abbiamo fatto degli orrori difensivi che di solito non facciamo e il punteggio è stato pesante perché non meritavamo di perdere. Dovevamo essere più tranquilli ma è inutile dire tutto quello che è andato e quello che non è andato. Parlerò coi ragazzi. L’unica cosa è che il calcio a questi livelli può cambiare situazione quando andiamo la e magari faremo una partita senza apprensione, quindi col 2-3 può succedere di tutto“.

Poi ancora: “Nelle partite di coppa non è come in campionato dove una partita la puoi vincere, pareggiare o perdere. Qui contano i gol. Bisogna essere più maturi, avere meno frenesia, sbilanciarsi meno e invece abbiamo preso te gol. E’ anche vero che in partite equilibrate come questa con una squadra molto forte di fronte le sblocchi su episodi. Loro l’hanno sbloccata su un piazzato, noi abbiamo preso una traversa”.

Abbiamo fatto più tiri di loro, abbiamo cercato di costruire gioco. Siamo stati forse un po’ lenti nella manovra e loro erano un muro davanti ma questo lo sapevamo e dovevamo far girare la palla con più scioltezza. Si sono fatti degli errori che di solito non si fanno. L’impegno c’è: sono io il garante dell’impegno dei ragazzi. Non sempre si può vincere, bisogna anche vedere l’avversario che hai davanti e con un avversario superiore bisogna anche riconoscere che si può perdere. Non siamo invincibili anche se vorremmo”.

Il tecnico granata: “I ragazzi devono pensare che deve vincere la squadra”

Poi su Meité e Berenguer: “Se si sta perdendo e un giocatore viene tolto è normale che sia un po’ incazzato. Io lo sarei più di loro, io che vivo più di risultati che di prestazioni se perdo già sono arrabbiato, ma è normale. I ragazzi devono pensare che deve vincere la squadra. Poi dopo aver visto le immagini di Meité? “Gli farò un bel discorsino: se andava a raddoppiare e andava più veloce non l’avrei levato. I ragazzi devono crescere, devono essere più sciolti e cercare la mentalità giusta”.

Il mercato? Ne parlo col presidente, non mi piace parlarne, il mercato lo fa la società e io do solo delle indicazioni. Poi quel che si può fare, si farà”. E su Verdi: “C’è Iago infortunato, un giocatore importante: parlo solo dei giocatori che sono a mia disposizione”.

Mazzarri, il VIDEO

più nuovi più vecchi
Notificami
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

IgnoranzaGranata che esaltava le prestazioni e le goleade in allenamento contro i dopolavoristi dell’est, ora alla prima partita di pallone, in cui peraltro si è perso nettamente, scrive come se avessimo incontrato il Barca di Niesta e Xavi. L’equilibrio di un piombo, ovviamente tutto strumentale alla bovina difesa dell’azienda.

TorinoGranata (ex GD)
Utente
TorinoGranata (ex GD)

scritto quel che andava su Cairo, sotto l’apposito articolo,sul fronte tecnico salvo iragazzi e il mister. si èperso dipoco contro una squadra fortissima.non l’avevo mai vista giocare ma già dopo 10 minuti me l’ero fatta sotto. in TV certe cose non si vedono le nquiadrature sono ristrette a una porzone… Leggi il resto »

Ivan Groznyj (El Terrible)
Utente
Ivan Groznyj (El Terrible)

Ah, ora il Wolverhampton è uno squadrone? No, mi correggo, non sei fazioso. Sei mistificatore. Se è vero che son così forti, perchè non abbiamo comprato nessuno per batterli? E non una settimana fa, ma quando abbiamo saputo dei preliminari. Perchè se ti vai a giocare l’Europa, sai che prima… Leggi il resto »

urto (andrea)
Utente
urto (andrea)

ivan ,,,ma lascia perdere per il nano queste sono solo cattiverie da parte dei tifosi ingordi e irriconoscenti.
lui, i 9 (nove) toppleier li ha tenuti con sforzo; vuoi che non lo facciamo anche noi un bello sforzo?

Ivan Groznyj (El Terrible)
Utente
Ivan Groznyj (El Terrible)

Mi sto cagando addosso a forza di sforzarmi di non insultarlo.
E ora vediamo se sti toppleier rimangono..

rotor
Utente
rotor

Ma non capisce il mister che la manovra e’lenta e laboriosa, perche’ manca un trequartista di talento che sappia saltare l’uomo e lanciare le punte?Inoltre Ansaldi e DeSilvestri che hanno superayo la trentina non ce la fanno piu’a viaggiare a certi ritmi.Baselli a 28 anni e’ ormai un incompiuto e… Leggi il resto »