Una doppietta di Anguissa e un gol di Kvaratskhelia indirizzano la partita verso i binari partenopei, poi Sanabria accorcia le distanze

Che contro il Napoli non sarebbe stata una partita semplice lo si sapeva, ma che l’inizio del Torino potesse essere così complicato non ce lo si aspettava: i padroni di casa dopo appena 12 minuti sono già sul 2-0 e la partita per la squadra di Juric si mette subito in salita. Alla fine il Napoli vince 3-1 e condanna i granata alla terza sconfitta consecutiva in campionato.

Napoli-Torino 3-1: il primo tempo

Juric schiera la sua squadra con il classico 3-4-2-1 con Sanabria punta, Miranchuk e Vlasic alle spalle e Buongiorno difensore centrale al posto di Schuurs. Il Napoli risponde con un 4-3-3 con Raspadori punta centrale, Politano e Kvaratskhelia esterni offensivi. Dopo appena 6 minuti i padroni di casa sono già in vantaggio con Anguissa che raccoglie il cross di Mario Rui e di testa batte Milinkovic-Savic. Passano altri sei minuti e il centrocampista camerunese segna anche il 2-0: il camerunese percorre più di metà campo palla al piede indisturbato, arriva davanti a Milinkovic-Savic e lo batte sul suo palo. Il Torino prova ad alzare il baricentro, Vlasic impegna Meret dal limite ma le occasioni principali del Napoli sono del Napoli: Zielinski va due volte al tiro (sul primo è provvidenziale il salvataggio di Lukic che si oppone con la faccia) e Kvaratskhelia segna il 3-0 in contropiede. Quando la partita sembra essere chiuso, al 42′ Sanabria riapre la partita con il gol del 3-1. Al 47′ Ancora il paraguaiano sfiora di testa la rete del 3-2.

Napoli-Torino 3-1: il secondo tempo

Il secondo tempo inizia senza sostituzioni e con il Torino che comincia la frazione così come aveva finito la prima, attaccando e creando occasioni. Rodriguez con una conclusione dal limite sfiora il palo dopo 40 secondi. La squadra granata continua a fare la partita e il Napoli al 10′ prova a colpire in contropiede con Politano che non trova però lo specchio della porta. Dall’altra parte è Lazaro ad andare alla conclusione al termine di un’azione insistita ma non riesce a trovare la porta. Spalletti manda in campo Simeone e Ndombele al posto di Raspadori e Zielinski, Juric risponde con Radonjic al posto di uno spento Miranchuk. Al 28′ l’arbitro non fischia un fallo su Singo al limite dell’area, Juric si infuria e Paro fatta a trattenerlo per non farlo entrare in campo: inevitabilmente il rosso per l’allenatore ma il fallo di Mario Rui era netto. Nel Torino entrano anche Aina e Adopo per Lazaro e Linetty. Al 39′ Meret è autore di una grande parata su Radonjic. Per il finale entrano anche Schuurs e Karamoh al posto di Rodriguez e Singo ma l’occasione più grande è con Lozano che impegna Milinkovic-Savic. Al Maradona finisce 3-1 per il Napoli.

Vanja Milinkovic-Savic
Vanja Milinkovic-Savic
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 01-10-2022


12 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
mas63simo
mas63simo
1 mese fa

Ma sul 3a0 che caxxo riapri ! Perchè qualcuno pensava che fosse possibile fare altri 2 gol al Napoli? Abbiamo fatto 1 gol in tre partite !

ardi06
ardi06
1 mese fa

Forse solo la trequarti teoricamente potrebbe essere meglio dello scorso anno. Attacco peggio, difesa peggio, esterni se è possibile peggio e centrocampo molto peggio. Portiere lo stesso. Credo che Juric davvero volesse far crescere la squadra di anno in anno con un progetto pluriennale. Ora, dopo che gli hanno rivoltato… Leggi il resto »

pazko
pazko
1 mese fa

Meglio secondo tempo, ma sempre tanto fumo e poco arrosto.

Napoli-Torino 3-1: il tabellino

Spalletti: “Noi superlativi per 40 minuti”