Le dichiarazioni di Davide Nicola nella conferenza di presentazione di Atalanta-Torino, valida per la 21^ giornata di campionato

A caccia della prima vittoria da guida tecnica del Torino, Davide Nicola commenta così il match che attende i suoi domani alle 15.00 al Gewiss Stadium contro l’Atalanta di Gasperini: “L’Atalanta è forte nei singoli e nella produzione di gioco. Ilicic è forte, qualitativo, ma non c’è solo lui. Hanno tanti giocatori di qualità. Noi studiamo i punti di forza degli avversari per cercare di limitarli. Sono una squadra collaudata che da due anni è in Champions e lottaper quelle posizioni anche quest’anno. Stimo molto Gasperini che è un grande allenatore. Si contrasta da squadra. Dovremo giocare da squadra, essere compatti e ordinati: questo può fare la differenza. E’ uno step migliorativo per noi. Noi vogliamo cercare di applicare quanto provato in settimana. Il nostro è un rodaggio in cui abbiamo comunque conquistato due punti. Abbiamo creato occasioni, rpeso due traverse, fatto tre gol. Vogliamo migliorare: abbiamo fatto tre gol e ne abbiamo subiti altrettanti. Dobbiamo creare un equilibrio, costruendo di più e subendo meno. Abbiamo alvorato in questa direzione. Le risposte avute sono positive, i ragazzi hanno valori morali e tecnici. Bisogna avere perseveranza e credere nel lavoro che si sta facendo.

Nicola: “Chi è rimasto ha a cuore l’obbiettivo da perseguire”

Sui nuovi arrivati: “Nkoulou? La società si occupa dei contratti mentre io mi occupo di campo. Mi interessa solo il gruppo, tutti potranno essere determinanti. Siamo tutti molto concentrati. Con la chiusura del mercato, abbiamo parlato da uomini e non c’è bisogno di aggiungere nulla. Il parlare ora è relativo comunque. Ci interessa che chi è rimasto, ha dimostrato di avere a cuore l’obiettivo da perseguire. Mandragora ha mostrato grande entusiasmo per questa nuova avventura. Io già lo consoco e può dare un grande supporto. Ci dà più soluzioni, abbiamo iniziato a lavorarci e tutti vogliamo arrivare all’obiettivo. Sanabria invece l’ho già allenato, sa cosa significa stare in un gruppo con i nostri valori. Sono molto contento che sia arrivato, è un giocatore tecnico e attaccante moderno, in grado di interpretare bene il gioco, è complementare con gli attaccanti che abbiamo a disposizione.“.

Nicola: “Mercato? Soddisfatto per l’arrivo di giocatori che conosco”

Sulle soluzioni: “Tridente? Il Torino sta alvorando su un’identità precisa, indipendente dal numero di punte. Non ci precludiamo niente, ma la cosa più importante è acquisire identità. Ne stiamo cercando una, poi potremo valorizzare i singoli. Due partite non bastano per migliorare la fase difensiva. Guardando i numeri, sarebbe facile dire di sì. La richiesta è differente rispetto a prima. Abbiamo bisogno solo di consolidare ciò su cui stiamo lavorando e il tempo ci darà modo di oggettivare eventuali miglioramenti. Vogliamo progredire e persevare ad applicare i nostri principi. Il mio voto al mercato? Non sono qui per dare voti. Quando sono arrivato, abbiamo fatto un’analisi sui giocatori e le loro motivazioni. La scelta del gruppo che compone il Torino arriva dall’individuale e dal collettivo. Abbiamo avuto tante relazioni e la certezzza di avere giocatori motivati. La società ha lavorato per complementare il gruppo. La soddisfazione sta nel fatto che sono arrivati due giocatori che conosco tecnicamente e umanamente. Le clausole di contratto? Non ho esitato un attimo ad accettare. Era molto importante per me essere qui, guidare questa squadra e rappresentare la mia gente. Più sono qui e più vorrei che si aprisse davvero la possibilità di averla davvero vicino, perchè è questo tipo di legame che ti porta ad esprimerti al 100%. Sono straconvinto che non è importante ciò che viene dopo, ma solo il presente. E io voglio salvare il Toro“.

Davide.Nicola
TAG:
conferenze stampa home

ultimo aggiornamento: 05-02-2021


11 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Francesco 71 (rondinella)
Francesco 71 (rondinella)
4 mesi fa

Bravo Davide. Ora la domenica si può star certi che qualcosa di Toro nella cairese c’è sempre. Non è poco. Siamo con te.

T9
4 mesi fa

DELLE DUE …. UNA ….

Se si ritiene che la “Serie A” sia “Farsa A” bisogna essere piuttosto stupidi nel perdere tempo a seguirla.

FOLAGRA
4 mesi fa

Gobbragora (forse + Singo) è il pizzo da pagare per restare in Farsa A. Come fanno Udinese e Genoa quando sono nella m€rda. Arriveranno aiutini dai servi di Coverciano e da qualche altra succursale tranquilla che si scansa. Al nano maiale la B non conviene, quindi è andato a baciare… Leggi il resto »

pennina
pennina
4 mesi fa
Reply to  FOLAGRA

uhm, interessante… a te invece chi t’aiuta?

Pedric
Pedric
4 mesi fa
Reply to  pennina

Ciao Penni, l’hai disinfettata la tastiera?

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
4 mesi fa
Reply to  FOLAGRA

Gobbragora? Un giocatore a tutti gli effetti del Toro, già insultato prima ancora di scendere in campo? che ominicchi che siete; ma questo è un problema che riguarda vooi e la vostra misera vita come tifosi, non siete per nulla utili. non esistete l commento in generale è da psicotico… Leggi il resto »

Pedric
Pedric
4 mesi fa

Ma guardati allo specchio fantasmino , una vita passata a lavorare qua sopra.

duane
duane
4 mesi fa

Invece i tuoi commenti si che sono utili e da vero cuore Toro

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
4 mesi fa
Reply to  duane

duane hai dimenticato lo slogan!
come attivista sei un po’ scarsino

duane
duane
4 mesi fa

Gaute da suta, eccolo lo slogan

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
4 mesi fa
Reply to  duane

E quindi?
Bo Vallo a capire questo.
O anche no. Fa lo stesso

Gasperini: “Contro il Toro faremo il massimo, ma la Coppa Italia ha la priorità”

Atalanta-Torino, i convocati: Vojvoda e Mandragora nella lista di Nicola