Zapata impegna Terracciano nel primo tempo poi, nella ripresa, non viene più servito: le pagelle di Fiorentina-Torino

MILINKOVIC-SAVIC 5,5: nel primo tempo è bravo a opporsi alla conclusione di Ikone dopo il retropassaggio sbagliato da Tameze. Questa è l’unica parata della sua partita. Sul cross di Kayode per il colpo di testa vincente di Ranieri avrebbe potuto uscire e fare suo il pallone.

TAMEZE 6: rischia di combinarla grossa a fine primo tempo quando un suo retropassaggio si trova in un assist per Ikoné. Fortunatamente Milinkovic-Savic riesce a metterci una pezza. Una macchia nella sua prestazione che resta comunque sufficiente. (St 42′ SECK: sv)

BUONGIORNO 6: se la deve vedere prima con Beltran, poi con N’Zola. Contro entrambi gli attaccanti della Fiorentina il difensore granata se la cava bene e vince spesso i duelli che è chiamato ad affrontare.

RODRIGUEZ 6: si fa sempre trovare al posto giusto nel momento giusto. Attento e puntuale negli interventi i fase difensiva, prova a sganciarsi anche in alcune occasioni in fase offensiva facendosi vedere nella metà campo avversaria.

BELLANOVA 6,5: nel primo tempo spinge molto sulla fascia destra e riesce ad andare anche in più di un’occasione. Nella ripresa è invece costretto a una partita più che altro difensiva. (st 33′ VOJVODA 5: si fa anticipare di testa da Ranieri in occasione del gol della Fiorentina)

RICCI 6: aiuta molto la squadra in fase difensiva ed è protagonista di diversi duelli con Bonaventura. Il giallo che riceve dopo uno di questi convince Juric a sostituirlo. Prestazione senza particolari squilli da parte del numero 28 (st 16′ LINETTY 6: è appena rientrato da un infortunio al polpaccio ma fa sentire comunque la sua grinta)

ILIC 5,5: nel primo tempo è provvidenziale con una sua chiusura su Beltran un attimo prima della conclusione dell’attaccante viola. In fase di impostazione si vede invece poco, soprattutto nel secondo tempo.

LAZARO 6: riesce ad andare via pericolosamente in più di un’occasione a Kayode e nel primo tempo sfiora anche il suo primo gol con la maglia del Torino. La grande parata di Terracciano sulla sua conclusione gli nega però la gioia della rete

VLASIC 5: nel primo tempo si propone molto tocca diversi palloni, come altri suoi compagni di squadra, però, cala vistosamente con il passare dei minuti e nel secondo tempo si vede pochissimo. Esce dopo un colpo al ginocchio (st 33′ DJIDJI: sv)

ZAPATA 6: nel primo tempo riesce ad impegnare in un paio di occasioni Terracciano e a fare anche da sponda per i compagni. Nella ripresa, invece, non viene praticamente mai servito e innescato. La sua prestazione è comunque sufficiente.

PELLEGRI 5,5: è la mossa a sorpresa di Juric. Il numero 11 inizia bene la partita, dopo neanche un minuto costringe Terracciano alla prima parata della sua serata con un colpo di testa. Con il passare dei minuti, però, finisce per uscire dal vivo del gioco. (St 16′ SANABRIA 5: si vede poco e non riesce a legare centrocampo e attacco come suo solito).

ALL. JURIC 5: viene da domandarsi che fine abbia fatto il suo Torino nel secondo tempo. Dopo un primo tempo giocato bene, in cui è mancato solo il gol, nella ripresa la squadra granata sparisce dal campo. I cambi non migliorano la situazione, anzi, gli ingessi di Djidji e Vojvoda per Vlasic e Bellanova e il conseguente rimescolamento delle carte in tavola non aiutano.

Mergim Vojvoda
Mergim Vojvoda
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 29-12-2023


42 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
bogaboga77
1 mese fa

Vojvoda 🤦
Meglio come parcheggiatore

Kapricorn73
1 mese fa

Una società che ha delle idee va a Lecce e si prende strefezza a gennaio… invece no !lo prende ancora la Fiorentina che ha tipo 7/8 trequartisti…. È giusto così ! Sono superiori . La qualità alla fine paga sempre . Da noi entrano seck e karamoh dalla panca …… Leggi il resto »

Scifo 8
1 mese fa

Partita persa come tante altre: benino il primo tempo; poi come sempre con il calo fisico iniziano i guai, il pallino va agli avversari che aspettano il regalo. Più o meno arriva puntuale. Sconfitta immeritata, si dirà. Ma a questa squadra mancano carattere e cattiveria per poter ambire a qualcosa… Leggi il resto »

Zero gol, zero punti: il Toro cade a Firenze

Italiano: “Stiamo diventando una squadra cinica e concreta”