Le dichiarazioni del tecnico rossonero Stefano Pioli in vista del match Torino-Milan, valido per la 12a giornata

Torna la Serie A e il Toro si prepara ad affrontare questa volta il Milan sul manto erboso del Grande Torino. Il tecnico rossonero Stefano Pioli presenta così il match: “Contro Juric è sempre molto stimolante, perché ti obbliga a trovare soluzioni e ci siamo preparati. Contro il Toro non abbiamo giocato tantissimo tempo fa e non siamo riusciti a superarli. Veniamo da due partite con avversarie simili alle caratteristiche del Torino: Verona e Monza. Vogliamo dare continuità. Per batterli, dobbiamo giocare con qualità. Sappiamo che l’avversario ci porterà tanta pressione. Tanti di noi hanno personalità e qualità, capaci di farsi dare la palla con l’avversario vicino“.

Pioli: “Ci attendono cinque partite molto importanti”

Sugli obiettivi: “Il Napoli sta facendo benissimo, credo che sarà un campionato equilibrato e domani sarà molto importante. Siamo partiti con l’obiettivo di finire il 13 novembre più avanti possibile in campionato con superamento del girone di Champions. Ora ci attendono cinque partite molto molto importanti. La squadra sta bene. Ci interessa fare tanti punti. Per vincere lo Scudetto servono intorno agli 85 punti; più partite si vincono in anticipo, più soste ti puoi permettere alla ripresa. Abbiamo perso immeritatamente col Napoli, poi 4 vittorie consecutive e abbiamo un’occasione da sfruttare domani“.

Il tecnico rossonero: “Pobega è cresciuto tanto”

Sulla squadra e gli ex: “La squadra titolare c’è e sarà quella che scenderà in campo domani, con possibilità di mettere tante qualità dall’inizio e a gara in corso. La concorrenza stimola. Vogliamo salire di livello ed è meglio avere concorrenza, perché i giocatori sanno che per convincermi di giocare al posto di un compagno devono dare ancora di più. Domani in campo ci sarà la squadra migliore possibile. I giocatori sanno chi giocherà da stamattina, voi lo saprete domani Pellegri? Nessun rimpianto. Ha vissuto una situazione un po’ difficile con noi, tra infortuni e concorrenza. Sono state fatte delle scelte che ritenevamo giuste per noi e per lui. Gli auguro di fare bene, ma dalla prossima partita. Pobega è cresciuto tanto, ci sarà tanto spazio anche per lui perché ne abbiamo bisogno“.

Pioli: “Vedremo che scelte farò”

Sulla formazione: “Dest e Brahim sono recuperati e disponibili per giocare. Brahim sta benissimo, vedremo che scelte farò. Metterò in campo la formazione migliore per le condizioni dei miei giocatori. Non credo che sarà un problema per tanti giocatori giocare due partite consecutive. Tutti devono dare il massimo. Fuori da Milanello c’è impazienza, ma qui no; abbiamo la pazienza e la lungimiranza per capire un ragazzo giovane come De Ketelaere. Lui ha caratteristiche importanti e arriveranno momenti migliori. Theo Hernandez? Credo che nessuno avrà giocato tutte le 7 partite. È impossibile mantenere un alto livello di prestazioni per tutte questa gare di fila. Maignan è qui, si sta curando da noi. Lunedì avrà un’altra valutazione e poi stabiliremo quando e come sarà possibile farlo rientare.

Stefano Pioli, head coach of AC Milan, looks on prior to the Serie A football match between Torino FC and AC Milan.
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 29-10-2022


3 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
bogaboga77
bogaboga77
30 giorni fa

Esiste davvero un giornalista che abbia chiesto a Pioli se ha rimpianti su Pellegri?
🤦🤦🤦

granatadellabassa
granatadellabassa
30 giorni fa
Reply to  bogaboga77

Manco avesse fatto 20 gol!

T
T
1 mese fa

Mediocre miracolato

Buongiorno: “Vittoria di squadra che alza il morale, anche Juric è contento”

Juric: “Singo può giocare, Vlasic mai in discussione”