Inter-Torino 2-1: Ia doppietta di Icardi condanna il Toro

Inter-Torino 2-1: Ia doppietta di Icardi condanna il Toro

di Marco Sangiorgio - 26 Ottobre 2016

Sintesi e commento del primo tempo tra nerazzurri e granata allo stadio “Giuseppe Meazza”. Gara valida per la decima giornata di Serie A

Il secondo tempo inizia con il cambio tra Iago Falque e Maxi Lopez. L’argentino è stato abbondantemente catechizzato da Mihajlovic durante l’intervallo. Il Toro si schiera quindi con Ljajic dietro le due punte Belotti e Maxi. Granata che provano a partire aggressivi ma l’Inter si chiude bene in fase difensiva. La prima occasione è ancora una volta nerazzurra: Brozovic, lasciato colpevolmente libero al limite dell’area, colpisce verso la porta con un tiro che finisce di poco a lato alla destra di Hart.

Il Toro si fa vedere dalle parti di Handanovic co Maxi Lopez che trova con un bel passaggio Barreca in area di rigore. Il terzino granata crossa sul secondo palo dove non arriva nessun compagno di squadra. La mossa della doppia punta costringe Miranda e Murillo a lavorare uno contro uno con gli avanti granata.
I difensori granata faticano a tenere le marcature e al minuto 11 Icardi non colpisce il pallone per questioni di centimetri tutto solo in area di rigore. Poco dopo ci prova di nuovo Eder dal limite dell’area.
Al tredicesimo minuto Mihajlovic si gioca il secondo cambio facendo entrare Benassi al posto di Acquah. Tre minuti più tardi Maxi Lopez ricama a gran voce un calcio di rigore su una netta e prolungata trattenuta di Miranda. Sull’azione successiva Brozovic impegna severamente Hart.
Passa un minuto e un pasticcio di Ansaldi e Murillo spiana la strada a Belotti che trafigge Handanovic con un gran tiro sotto la traversa. Il Gallo interrompe così il digiuno che durava da tre partite.
Al 22’ occasione colossale per l’Inter, ma Moretti respinge di schiena un colpo di testa a botta sicura di Brozovic. Toro fortunato in questa occasione.
Cinque minuti più tardi Candreva prova il diagonale, ma Hart blocca in tuffo sulla sua destra.
Il primo cambio dell’Inter è al 29’ con Palacio che sostituisce Eder. Poco prima Candreva aveva sprecato con un colpo di testa a lato da buonissima posizione. Al trentesimo tocca a Baselli fare il suo ingresso in campo, esce Obi poco nel vivo del gioco.
L’Inter è ancora pericolosissima al 35’: cross in mezzo a servire Icardi, si immola Rossettini che in scivolata copre lo specchio della porta con l’aiuto di Hart. La prestazione del difensore granata è cresciuta esponenzialmente nel secondo tempo. Il Toro prova a farsi vedere in avanti con Ljajic, che troppo spesso esagera nel trattenere la sfera.
Al 43’ Icardi protegge palla in area di rigore e scarica un destro strepitoso sotto la traversa: nulla da fare per Hart e vantaggio nerazzurro. Cardi applaudito dai tifosi che due minuti primi l’avevano pesantemente fischiato per un errore a centrocampo.  Nel frattempo Ljajic è costretto ad uscire dal campo per un sospetto problema muscolare, il Toro è costretto a chiudere la partita in dieci uomini. All’ultimo secondo c’è tempo per un calcio d’angolo su cui sale anche Hart, ma la difesa di casa respinge proprio durante il fischio finale.

 

Primo tempo. L’Inter scende in campo con Eder al posto di Perisic, il Toro si affida ad Acquah e Obi in mediana e schiera ancora Zappacosta sulla destra. Metà stadio accoglie con i fischi l’annuncio dei Icardi durante la lettura delle formazioni. Qualche mugugno anche per Mihajlovic, applausi invece dalla tribuna: Inter-Torino può iniziare.
L’Inter parte forte e dopo pochi minuti Joao Mario è protagonista di un bel tiro dal limite dell’area con palla di poco a lato. La Maratona itinerante scuote i granata che rispondono collezionando due angoli consecutivi, dopo aver recuperato dei buoni palloni a centrocampo, approfittando della poca aggressività dei mediani nerazzurri.

Quando riesce a farsi vedere in avanti l’Inter dà però l’idea di poter fare male: Candreva colpisce l’esterno della rete dando l’illusione del gol con un bel tiro al volo su cross di Eder. Ancora Eder protagonista poco più tardi con un tiro dalla distanza che termina alto sopra la traversa. Il primo tiro in porta dei granata arriva al minuto 26 con un destro di Acquah dalla distanza che non impensierisce Handanovic. Pochi minuti più tardi Valdifiori tenta di fermare l’azione di Eder a centrocampo, commette fallo e subisce il primo cartellino giallo del match.Il gol dell’Inter arriva poco dopo la mezz’ora: Icardi parte in posizione regolare e batte Hart che non riesce a far sua la sfera in uscita bassa. Complicità della difesa e del portiere granata.
Il Toro prova a reagire immediatamente approfittando i qualche errore individuale dei difensori nerazzurri. Ljajic ha la punizione dalla mattonella preferita sullo scadere del tempo, ma calcia addosso alla parte alta della barriera. Il primo tempo si chiude dopo due minuti di recupero.

16 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Mimashi
Mimashi
3 anni fa

Mah Difesa come al solito pessima.. Zappacosta e Benassi due con un Q.i. Di un macaco ritardato… Bene Rossettini e Barreca se presi singolarmente. Valdifiori solita partita da 5 e mezzo. Bene Maxi, bene Belotti… Risultato giusto comunque perché loro sono nettamente più forti. Speriamo nelle prossime e che Ljajic… Leggi il resto »

granatina
granatina
3 anni fa

Stasera, purtroppo, ci siano condannati da soli.

MondoToro
MondoToro
3 anni fa

tutte le squadre con un “9” forte ci prenderanno a pallonate, vedi Ciro, vedi bacca e vedi icardi…speriamo che higuain salti i derby per qualche motivo imprevedibile.