Sintesi e commento di Torino-Cagliari, sfida valida per la ventisettesima giornata del campionato di Serie A

Una rete per tempo consente al Cagliari di fare bottino pieno al Grande Torino, uno stadio un tempo fortino per il Toro che invece ultimamente non riesce a regalare le gioie di inizio stagione. Il gol di Belotti, che pareggia ad inizio ripresa, illude ma non basta. E così la squadra di Juric incassa la seconda sconfitta casalinga consecutiva dopo quella col Venezia.

Il primo tempo: Cagliari avanti con Bellanova

La squalifica di Mandragora porta Juric a rimettere ancora una volta le mani sulla zona mediana del campo. Si torna alla coppia che per settimane è stata quella titolare, Lukic-Pobega, anche se la novità più grossa nel leggere le formazioni è l’assenza di Singo, uno degli stakanovisti granata. Tocca ad Ansaldi dal 1′, nella sua classica posizione sulla fascia sinistra, mentre Vojvoda torna a destra. Piccolo brivido al 4′ quando Milinkovic-Savic respinge in qualche modo la conclusione di Grassi e poi impedisce a Joa Pedro di trovare la rete sul tap-in successivo. La gara è equilibrata e nessuna delle due squadre riesce a prendere in mano la gara. Al 16′ conclusione da fuori di Belotti che impegna Cragno e sul successivo angolo colpo di testa fuori di pochissimo da parte di Pobega. Al 21′ il vantaggio del Cagliari: rimessa laterale battuta da Dalbert che sorprende tutti. La palla arriva in area a Grassi, che sfugge al controllo di Lukic, e serve l’accorrente Bellanova, tutto solo e libero di battere a rete. Al 30′ punizione velenosa di Brekalo da fuori area: la palla scavalca la barriera e poi si abbassa, costringendo Cragno al tuffo in angolo. Sul corner successivo destro di Lukic che finisce di poco fuori, con i sardi che si difendono strenuamente occupando praticamente tutta l’area di rigore. Al 35′ pericolo in area granata: su angolo Altare da terra, non trova la porta sparando altissimo. La migliore azione del primo tempo il Toro la costruisce al 37′: Lukic sulla destra lascia la palla a Brekalo che crossa per Pjaca che una girata di destro impegna seriamente Cragno. Il portiere la tocca con una grande parata, quel tanto che basta a far sbattere il pallone sulla traversa, prima che la sfera finisca fuori. Negli ultimi dieci minuti del primo tempo decisamente più vivace il Toro, alla ricerca del pareggio. Al 45′ sinistro a giro velenoso di Pobega, che finisce fuori di pochissimo.

La ripresa: Belotti illude

Si riparte senza alcun cambio né da una parte né dall’altra. Al 9′ il Toro agguanta il pareggio. Fallo dal limite e punizione per i granata dal vetrice destro dell’area: si incarica della battuta Brekalo e il suo pallone finisce tra i piedi di Belotti, appostato sul palo opposto. La rete del capitano sotto la Maratona scuote pubblico e squadra, ma pure la reazione del Cagliari non tarda ad arrivare. Al quarto d’ora Mazzarri manda in campo Pavoletti al posto di Pereiro, un paio di minuti più tardi i sardi tornano di nuovo in vantaggio. Sul cambio di gioco di Bellanova c’è la sponda proprio dell’ultimo entrato, Pavoletti, che favorisce il tiro dal limite di Deiola che va ad insaccarsi all’angolino. Al 24′ due cambi anche per Juric: dentro Sanabria al posto di Brekalo e Singo per Vojvoda. Al 33′ va giù l’arbitro Volpi dopo uno scontro con Pobega: il direttore di gara però è in grado do continuare. Altro cambio al 34′: esce Belotti tra gli applausi, in campo Pellegri. La partita è continuamente spezzettata e il pubblico rumoreggia ad ogni perdita di tempo dei calciatori del Cagliari, che vedono avvicinarsi il traguardo sempre di più. A cinque minuti dalla fine, Juric manda in campo anche Ricci e Seck ma nelle battute finali del match il Toro non riesce a costruire una sola azione degna di nota. E così dopo cinque minuti di recupero il Cagliari può festeggiare la vittoria.

Marko Pjaca
Marko Pjaca
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 27-02-2022


27 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
FRANCESCO59
FRANCESCO59
2 mesi fa

11 punti non sono la sicurezza. Cosa pensare

FRANCESCO59
FRANCESCO59
2 mesi fa

Guardiamo indietro. È meglio

Gigi Meroni
Gigi Meroni
2 mesi fa

Ma quando mai il “Grande Torino” é stato un fortino?
E’ da anni che soffriamo…

Torino-Cagliari 1-2: il tabellino

Le pagelle di Torino-Cagliari: Vojvoda e Ansaldi non pungono, Belotti non basta