Sintesi e commento di Torino-Roma, sfida valida per la trentunesima giornata del campionato di Serie A: la sblocca Majoral, tris granata nella ripresa

La prima vittoria contro una big del campionato, un successo che vale doppio considerato che alle spalle il Cagliari aveva vinto riducendo le distanze e che davanti invece avevano tutte rallentato. Il Toro batte 3-1 la Roma e raggiunge in classifica la Fiorentina e il Benevento a quota 30 punti, facendo ancora un altro passo verso la salvezza. Di Sabanria, Zaza e Rincon le tre reti, in rimonta, che hanno deciso la sfida contro la Roma, in vantaggio nel primo tempo con Majoral.

Il primo tempo: la rete di Mayoral

La sorpresa è in mezzo al campo: per la sfida alla Roma Nicola rinuncia a Rincon e sceglie Lukic come mezzala, nella mediana a tre con Verdi e Mandragora. In difesa torna Nkoulou mentre sulle fasce gli esterni sono quelli delle ultime due partite, Vojvoda e Ansaldi. Singo, parte quindi dalla panchina. Non passano nemmeno due minuti e la Roma è avanti: inizialmente Massa fischia un fuorigioco ma poi, richiamato dal Var, convalida la rete di Borja Majoral, tenuto in gioco da Bremer e Ansaldi. Una serie di rimpalli fortunati per i giallorossi: tutto parte da Nkoulou che rinviando colpisce un avversario sulla trequarti. Mandragora molle su Veretout che la dà a Pedro: il tacco per Mayoral si trasforma nel vantaggio. Dopo il gol, però, la Roma si spegne lentamente e in campo resta soltanto il Toro, anche se la squadra di Fonseca è pericolosissima in un paio di frangenti in contropiede. All’11’ la punizione di Verdi trova pronto Mirante, al 14’ ancora il numero ventiquattro va alla conclusione dal limite però è al quarto d’ora che il Toro si divora la prima occasione. Verdi allarga per Ansaldi, l’argentino prova il tiro e sulla respinta di Mirante Lukic a centro area non centra la porta. Cinque minuti dopo la Roma potrebbe raddoppiare: contropiede giallorosso, e Pedro servito in area che deve solo depositare in rete. Arriva dal nulla Mandragora e toglie il pallone dai piedi dell’avversario. La partita è vivacissima e il Toro le prova tutte per arrivare al pareggio. Alla mezz’ora di nuovo un pallone d’oro sui piede di Lukic, che calcia addosso al portiere e ancora un’azione della Roma che vede Majoral a botta sicura provare a sorprendere Milinkovic-Savic, deviazione di schiena di Ansaldi e Toro che si salva. 

La rimonta granata

Il Toro torna in campo nella ripresa con lo stesso piglio del primo tempo. C’è la voglia di trovare il pareggio dopo un primo tempo ben giocato e soprattutto ricco di occasioni. E il pari arriva al 12’: tutto parte da Mandragora, che allarga per Ansaldi, l’argentino va sul fondo e crossa per la testa di Sanabria, che insacca. Tutto di nuovo in parità e quinto gol di Sanabria in maglia granata, dopo quelli contro Crotone, Inter e i due alla Juventus. L’attaccante non ne ha più e allora Nicola al 26′ lo richiama in panchina, scegliendo Zaza. Fuori anche Lukic per Rincon. Non passa nemmeno un minuto: lancio di Mandragora per Belotti, conclusione del Gallo respinta da Mirante. Male, perché lì, a due passi, c’è proprio Zaza che insacca il pallone del 2-1. Festeggia per la rimonta il Toro, che non rinuncia però ad attaccare, non facendo l’errore di chiudersi nonostante la Roma cerchi con insistenza il pareggio. Al 40′ fallo di Diawara al limite su Zaza: cartellino rosso per il giocatore giallorosso e Roma costretta in dieci negli ultimissimi minuti. Sprecata la punizione dal limite, però nel recupero il Toro la chiude definitivamente. Gallo generosissimo, quando a tu per tu con Mirante sceglie di servire Rincon alla sua sinistra, che non sbaglia.

Simone Verdi
Simone Verdi
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 18-04-2021


11 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
7 mesi fa

Partita giocata in maniera magistrale,interpretata nel modo migliore,aggressivo e determinati,cosa che fino a poco tempo fa era impensabile.Bravi tutti ma un plauso speciale va a Nicola,ha ridato spirito e vita a questa che spenta era dir poco…..rinnovo senza se e senza ma.

Alexander 84
Alexander 84
7 mesi fa

Bravi tutti davvero, primo tempo eccezionale gran fluidità di gioco nel secondo siamo stati bravi a capitalizzare le occasioni che abbiamo sprecato nella prima frazione. Grande Nicola.

Roby65(Filasempre)
Roby65(Filasempre)
7 mesi fa

3 punti d’oro.
Ma non possiamo fermarci.
Bravo Nicola. Ha scelto bene con Mandragora e Sanabria. Ha recuperato mentalmente la squadra. Ora Verdi e in partita. Sbaglia palloni ma c’è sempre. E migliora.
E il gruppo lo segue.
Speriamo

Torino-Roma 3-1: il tabellino

Zaza: “Ora c’è entusiasmo, è tornato lo spirito Toro”