Torino-Cagliari, Serie A 2017-2018: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

Nel momento di maggiore crisi da quando siede sulla panchina del Torino, Sinisa Mihajovic può oggi cercare il riscatto. L’appuntamento è alle 20.45 allo stadio “Grande Torino”, quando comincerà Torino-Cagliari, partita valida per la 11ª giornata del campionato di serie A 2017/2018. La situazione ambientale non è delle migliori, tante cose si aspettano oggi i tifosi granata. Ecco la diretta live di Torino-Cagliari.

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA DELLA PARTITA

Torino-Cagliari 2-1: voti e tabellino

Marcatori: pt. 30′ Barella (C), 40′ Falque (T), st. 21′ Obi (T)

Ammoniti: pt. 24′ Acquah (T), 41′ Ansaldi (T), st. 15′ Joao Pedro (C), 33′ Falque (T), 47′ Sirigu (T), 48′ Miangue (C)

TORINO (4-3-3): Sirigu 5.5; De Silvestri 5.5, N’Koulou 5.5, Moretti 5.5, Ansaldi 7; Acquah 5 (st. 11′ Obi 7) , Valdifiori 5.5, Baselli 6; Iago Falque 6 (st 42′ Berenguer sv), Belotti 6, Ljajic 6.5.A disp. Ichazo, Milinkovic-Savic, Molinaro, Burdisso, Gustafson, Edera, De Luca, Boyé, Niang, Sadiq. All. Mihajlovic 6

CAGLIARI (3-4-1-2): Rafael 5.5; Romagna 5.5 (st 42′ Giannetti sv), Andreolli 6, Capuano 6; Faragò 5, Barella 6.5 (st. 24′ Sau 6), Cigarini 6, Padoin 5 (st. 32′ Miangue 5); Joao Pedro 4.5; Farias 6.5, Pavoletti 5.5. A disp. Crosta, Daga, Van der Wiel, Dessena, Ionita, Ceppitelli, Gagliano, Ladinetti. All. Lopez 5.5

 

Arbitro: sig. Calvarese di Teramo 5 (assistenti: Vivenzi-Zappatore; IV Ufficiale: sig. Sacchi; Var e Avar: Mazzolenti-Rapuano)

Torino-Cagliari: diretta live

52′ FINISCE QUI! Al “Grande Torino”, il Toro ribalta il vantaggio di Barella e torna a respirare.

50′ Continui spioventi degli uomini di Lopez, la difesa granata prova a resistere. Sull’ultimo calcio d’angolo è salito addirittura Rafael, la palla viene respinta dalla retroguardia granata, ma Calvarese fischia un fallo in attacco senza avvedersi della solitudine di Ljajic. Vantaggio non applicato.

48′ AMMONIZIONE anche per Miangue che ferma Baselli lanciato in contropiede.

47′ AMMONIZIONE per Sirigu che protesta in maniera vibrante, ma giustamente, per un fallo in attacco non fischiato da Calvarese che rischiava di mettere il Cagliari in condizione di concludere a rete.

46′ Aumenta il sostegno del pubblico in questo finale, attimi cruciali dell’incontro con il Cagliari tutto proteso in avanti e i granata pronti a partire in contropiede.

45′ Saranno 6 i minuti di recupero.

42′ SOSTITUZIONE anche nel Toro: fuori Falque, in preda ai crampi, dentro Berenguer.

42′ SOSTITUZIONE nel Cagliari: esce Romagna, in campo Giannetti.

41′ Clamorosa occasione sprecata da Baselli! Andreolli gli serve un assist perfetto a centro area: il centrocampista calcia al volo a botta sicura, ma la palla sfila di un nulla sul fondo.

40′ Joao Pedro ferma Belotti lanciato in contropiede. Il brasiliano è già ammonito, Calvarese lo grazia.

37′ Belotti chiama l’uno-due a Falque: l’attaccante calcia di prima sull’invito dello spagnolo, ma la sfera si perde sul fondo.

34′ Ancora Obi pericoloso! Moretti prolunga la sfera su azione d’angolo, il nigeriano conclude alto a centra area.

33′ AMMONIZIONE per Iago Falque, reo di aver scaraventato via il pallone a gioco fermo.

32′ SOSTITUZIONE nel Cagliari: dentro Miangue per Padoin, infortunato.

31′ Qualche scintilla tra Joao Pedro e Iago Falque, dopo un fallo in attacco fischiato al granata. Calvarese divide i due.

30′ Sau ruba palla ad Ansaldi, forse con un fallo, e si invola verso la porta: palla per Farias e conclusione murata da Moretti.

28′ Belotti calcia dal limite, deviazione della retroguardia cagliaritana e palla che arriva nella zona di Obi, libero in mezzo all’area. Il nigeriano non riesce a deviarla in estirada e la sfera si perde sul fondo.

26′ Calcia Ljajic su punizione: palla alta.

25′ AMMONIZIONE per Capuano che ferma con una trattenuta Falque al limite dell’area.

24′ SOSTITUZIONE nel Cagliari: Sau subentra a Barella. Rossoblù a trazione anteriore.

21′ GOOOOOOL DEL TORO! Joel Obi porta avanti i granata! Dopo un palo colto pochi secondi prima il nigeriano batte Rafael. Cross teso di Baselli, il portiere brasiliano la tocca sulla traversa, Obi è il più lesto di tutti e appoggia in rete il meritato vantaggio granata, dopo un minuto di assedio alla porta isolana.

20′ Occasionissima per il Toro! Ansaldi mette un cross pennellato sul secondo palo, il Gallo ci arriva ma conclude di testa sull’esterno della rete.

19′ Colpo di testa in avvitamento di Pavoletti su cross di Padoin. Sfera che finisce alta, e di molto, sulla traversa.

18′ Si è giocato davvero poco in questo avvio di secondo tempo: numerose interruzioni.

16′ AMMONIZIONE per Joao Pedro: brutto fallo da dietro su Obi.

13′ Duro contrasto in area tra Barella e Ljajic: il Toro chiede il rigore, ma Calvarese lascia proseguire.

11′ Prima SOSTITUZIONE nel Toro: esce Acquah, in campo Obi.

9′ Occasione Toro! Cigarini perde palla a centrocampo, Belotti serve Falque che apre per Ljajic, tutto solo dalla parte opposta. Destro all’ingresso in area del serbo e palla a lato di un nulla.

6′ Cross dalla destra in area granata: contatto N’Koulou-Pavoletti, l’attaccante cade a terra e gli isolani richiedono il calcio di rigore. Silent check di Calvarese che lascia proseguire.

4′ Lancio in profondità per Farias, l’esterno rientra sul destro e scarica in porta: blocca Sirigu. Il portiere, nel rinvio, prende in pieno Baselli che resta a terra a causa della pallonata in faccia.

3′ Rientra in campo Andreolli, giusto in tempo per vedere l’insidioso cross teso di Farias: N’Koulou perde l’equilibrio ma riesce a rinviare.

2′ Contrasto tra Belotti e Andreolli. Il difensore riceve una testata involontaria dal Gallo e resta a terra. Ora sembra pronto a rialzarsi l’ex Inter che comunque dovrà rimanere fuori dal campo per ricevere le dovute cure.

1′ Riparte Torino-Cagliari! E’ la squadra di Lopez a battere il calcio d’avvio.

Le squadre rientrano ora in campo. Nessun cambio in vista, si ricomincerà con gli stessi 22 del primo tempo.

SECONDO TEMPO

45′ Fine primo tempo. Senza recupero, Calvarese manda le squadre negli spogliatoi. Dopo la paura, il Toro reagisce con orgoglio e raggiunge un meritato 1-1.

43′ Ottima palla di Baselli per Ljajic in area di rigore. Il serbo prova a saltare Romagna, ma è bravo il centrale sardo a chiudere tutto.

41′ AMMONIZIONE per Ansaldi: fallo su Farias.

40′ PAREGGIA IL TORO! Iago Falque appoggia in rete l’1-1. Ljajic porta palla al limite, poi scarica un esterno sopraffino per l’inserimento di Ansaldi: l’ex Inter serve sul secondo palo il numero 14 che deve solo spingere in porta la sfera.

39′ Ljajic prova ancora il tiro-cross! Rafael storna in calcio d’angolo.

38′ Molto attivo ancora Ansaldi a sinistra. Il terzino si conquista un buon calcio di punizione a pochi metri dal lato corto dell’area.

36′ Ancora un contropiede del Cagliari. Farias parte in velocità, ma sbaglia il pallone per Pavoletti. Pericolosi i rossoblù.

33′ Dribbling secco di Ljajic al limite e bella conclusione di destro dal limite: palla fuori di poco.

30′ GOL de Cagliari, segna Barella in contropiede. Farias lancia la ripartenza degli uomini di Lopez, palla in mezzo e ottima conclusione del classe ’97 che batte Sirigu sul secondo palo. Notte fonda in casa Toro.

29′ Fase piuttosto interlocutoria del match: numerosi capovolgimenti di fronte, ma poche azioni pericolose.

24′ AMMONIZIONE per Acquah.

23′ Ancora Ansaldi, ancora con il destro, ancora dal limite dell’area, ma l’esito è lo stesso: Rafael blocca.

22′ Belotti riprova il capolavoro visto contro il Sassuolo: semirovesciata a centro area su cross di De Silvestri, ma la palla si perde alta sulla traversa.

20′ Ci prova anche Baselli! Destro da fuori area e palla che si spegne di un paio di metri sul fondo.

19′ Prima conclusione del Gallo: Belotti scarica il destro dai venti metri, ma Rafael para a terra.

15′ I pericoli passano sempre da Ljajic in questi primi minuti: il numero 10 propone il traversone basso da sinistra, Belotti tocca ma non riesce a deviare verso la porta. Libera la difesa rossoblù.

13′ Ci prova Ansaldi dal limite, dopo un bel duetto con Ljajic: blocca Rafael.

12′ Torna a cantare la Maratona: parte il coro “Forza ragazzi”, per incoraggiare la squadra di Mihajlovic.

11′ Pericoloso Ljajic! Da un calcio di punizione leggermente decentrato a sinistra, il serbo ci prova a giro con palla che si perde di poco sul fondo.

10′ Si innamora del pallone Ljajic che si incunea in area dalla sinistra ma non riesce a trovare il tempo giusto per servire l’assist a Belotti.

9′ Qualche nota tattica: il Cagliari si schiera con il 3-5-2, con Joao Pedro arretrato sulla linea dei centrocampisti.

7′ Cagliari ancora in avanti: cross insidioso dalla sinistra, Moretti è costretto a mettere in angolo.

6′ Si distende molto bene la squadra di Lopez in contropiede. Faragò guadagna il fondo e mette in mezzo un pallone insidioso: Pavoletti e Joao Pedro mancano l’appuntamento con la sfera.

3′ Pasticcio del Toro! Lancio lungo per Farias, tutto solo, Sirigu esce di testa e allontana. La palla resta lì e Ansaldi è costretto a commettere fallo sulla trequarti per evitare guai peggiori.

1′ Partiti al “Grande Torino”! Calcio d’inizio battuto dal Toro, nella consueta tenuta granata. In bianco, invece, gli ospiti.

PRIMO TEMPO

Entrano in campo in questo momento le squadre, accolte dal clima caldo che si respira al “Grande Torino”. Spicchio centrale ancora vuoto in Maratona, nel quale campeggia lo striscione “Sveglia!!”. Dalla Primavera, invece, parte un coro piuttosto eloquente: “Tirate fuori le palle”, subito seguito da “Noi vogliamo undici leoni”. Silenziosa, come anticipato in settimana, la curva Maratona.

Squadre nel tunnel degli spogliatoi: tra pochi minuti il fischio d’inizio di Torino-Cagliari.

Lo speaker del Torino sta annunciando in questo momento le formazioni. Lo stadio è silenzioso, uno spicchio della Maratona, quello centrale, è rimasto vuoto in segno di protesta. Fischi anche per Mihajlovic e di tutta la squadra durante la lettura dei nomi. Applausi solo per Moretti e Belotti.

Torino-Cagliari: probabili formazioni e prepartita

Si esprime anche la Maratona sul momento della squadra: “Dopo tante parole, servono le vittorie!”, uno degli striscioni apparsi fuori del settore. Parte la contestazione silenziosa della curva granata.

Prima del match sfilano le Academy del Toro: tanti ragazzi granata a sfilare davanti ai tifosi già presenti.

Attimi di tensione sotto la Maratona: alcuni tifosi granata si sono scontrati con un gruppo di ultras cagliaritani appena giunti nei pressi del “Grande Torino”.

Mi aspetto una grande reazione da parte della squadra. Io sono molto arrabbiato, e anche loro devono esserlo: dopo Verona, qualcosa si è inceppato“. Così parlò Sinisa Mihajlovic nella conferenza stampa di presentazione di Torino-Cagliari, una partita che suona molto da dentro o fuori per il tecnico serbo granata. Walter Mazzarri è, d’altra parte, già stato allertato, e come lui si valutano anche altri possibili profili per sostituire l’allenatore, il quale avrà questa sera la possibilità più importante per potersi veder confermato il posto. Da non sottavalutare è, però, il Cagliari: i sardi hanno pure cambiato tecnico (ora c’è Lopez), e vogliono dare una dimostrazione di orgoglio forte, dopo una prima parte di campionato piuttosto opaca.

Prima della partita, la Maratona farà partire una piccola contestazione, per far capire chiaramente cosa pensa del rendimento della squadra, e nel cielo torinese intossicato dai gravi incendi che stanno affliggendo le valli adiacenti, l’atmosfera sarà pesante non solo metaforicamente. Per il Toro, questo è il momento di mettere in campo la proverbiale grinta: o le conseguenze potranno essere molto dure. Mancano circa 2 ore all’inizio della gara, si attende ancora l’arrivo dei pullman all’impianto “Grande Torino”. Poi, comincerà il riscaldamento per Torino e Cagliari, con i granata che dovrebbero scendere in campo con alcune novità tattiche. Le probabili formazioni parlano di un possibile ritorno dei granata al 4-3-3, con sacrificato Niang, finora altamente deludente. Ecco, intanto, le possibili scelte di Mihajlovic e Lopez per la partita di questa sera.

Entrano in campo in questo momento i portieri di Torino e Cagliari. Nessun applauso per Ichazo, Sirigu e Milinkovic-Savic. Entra in campo Tutto il Toro, con anche Mihajlovic. La musica, molto alta, copre l’atmosfera davvero glaciale che sta accogliendo i giocatori in campo. Qualche fischio, anzi, viene rivolto alla squadra. I giocatori granata fanno capannello in mezzo al campo, per motivarsi. Il gruppo vuole dimostrare unità, la musica però non permette di capire bene che tipo di accoglienza è veramente dedicata alla squadra.

In campo è ora anche il Cagliari. Il Toro invece si allena diviso in due gruppi: allenamento atletico per chi giocherà, lavoro con il pallone per il resto del gruppo.

Continua il riscaldamento da parte di entrambe le compagini. I titolari insistono molto sugli scatti. I giocaotri del Toro ora si esercitano con i tiri e i cross. Quelli del Cagliari invece continuano con il lavoro atletico. Le squadre rientrano negli spogliatoi. A breve comincerà Torino-Cagliari.

Torino-Cagliari: i precedenti del match

E’ un ricordo decisamente felice in casa Toro quello legato all’ultima sfida contro il Cagliari. Quasi un anno fa, era il 5 novembre, i granata travolsero i sardi per 5-1 al “Grande Torino”, grazie alla doppietta di Belotti e alle reti di Ljajic, Benassi e Baselli. Una vittoria di “spirito”, per dirla alla Mihajlovic: proprio quello che domenica sera, al “Grande Torino”, servirà mostrare per dare un primo calcio alla crisi. E i precedenti sono confortanti. I sardi hanno ottenuto solo 6 successi in Piemonte nei 30 confronti in A, a fronte delle 16 vittorie granata. Ma è curioso che nell’ultima vittoria esterna a guidare i rossoblù ci fosse proprio Diego Lopez. Il tecnico uruguagio, il 7 ottobre 2012, era da poco subentrato, in coppia con Ivo Pulga, all’esonerato Ficcadenti. Trascinati da Nenê, autore del rigore decisivo, i rossoblù espugnarono l’Olimpico e riportarono sulla terra il Toro, ancora su di giri dopo il roboante successo per 5-1 contro l’Atalanta della domenica precedente. La prima gara nella massima serie risale al 1964: una doppietta di Gigi Meroni e i gol di Hitchens e Ferrini stesero il Cagliari di Silvestri. Due, invece, le gioie più grandi per gli ospiti. Nel 1970, con lo scudetto già matematicamente sul petto, i rossoblù trionfarono al Comunale per 4-0 (doppietta di Riva, reti di Domenighini e Gori). 23 anni dopo la vittoria fu ancora più larga: 0-5 rifilato al Toro di Mondonico, grazie alle marcature di Fricano, Francescoli (doppietta), Pusceddu e Olivera. Un altro 5-1 in favore del Toro, invece, arrivò nella stagione 1975-1976. Quella segnata dalla doppietta di Pulici e dalle reti di Zaccarelli, Graziani e Pecci fu l’ultima vittoria in campionato della squadra di Radice: nelle due giornate successive bastarono altrettanti pareggi, contro Verona e Cesena, per conquistare il settimo scudetto. In tempi più recenti, da segnalare la vittoria per 2-1 in Torino-Cagliari del 2013-2014, firmata Cerci-El Kaddouri ed il pareggio per 1-1 nella stagione successiva, con reti di Donsah, pallino di mercato dei granata e ancora del centrocampista marocchino.

Torino-Cagliari: l’arbitro del match

Risale al Torino-Fiorentina dello scorso anno l’ultimo incrocio tra il Torino e il fischietto di Teramo Calvarese. Incontro nel quale i granata hanno ottenuto una bella vittoria davanti al pubblico di casa grazie alle due reti siglate da Iago Falque e Benassi che rendono nulla la rete di Babacar. Una vittoria che rappresenta anche il secondo successo del Toro con Calvarese alla guida del match. Nell’occasione l’arbitro della sessione AIA di Teramo non ha inciso in maniera determinante nel risultato finale.  Al 15’ del primo tempo Falque vince il contrasto con Salacedo e porta in vantaggio il Toro: dubbi per un tocco di braccio giudicato però non influente da parte del direttore di gara. Qualche segnalazione dubbia come al ’34 quando chiude un occhio su un intervento duro di Salacedo o come al ’40 quando non interviene a bloccare un’azione pericolosa della Fioerentina viziata da un tocco col braccio di Borja Valero. Corretta, invece, la decisione in occasione del raddoppio del Toro ad opera di Benassi, tenuto in gioco da Tomovic. La seconda vittoria granata con Calvarese alla direzione di gara, risale invece alla stagione 2011/2012: il Torino batte in una partita noiosa e priva di colpi di scena il Grosseto, grazie ad un’autorete di Iorio. Nessun grosso problema per il fischietto di Teramo che, nella stessa stagione aveva già diretto il celebre match dei blackout continui tra Padova e Torino, perso dai granata per 1-0. Una partita i cui dieci minuti finali, recuperati a distanza di qualche settimana dopo l‘interruzione del match, il Toro si vede negare un rigore netto e non può usufruire dei minuti di recupero, negati da Calvarese nonostante le sostituzioni effettuate. Nella stessa stagione il fischietto di Teramo ha diretto anche Empoli-Torino, terminata con la vittoria dei padroni di casa per 1-0. Tra gli altri precedenti, se si risale alla stagione 2015/2016, non si può non ricordare il match giocato all’Olimpico di Roma tra i giallorossi e il Torino di Ventura. Due rigori non concessi ai padroni di casa e un rigore regalato a Totti che, come prevedibile, trasforma e regala la vittoria alla Roma. Nel campionato precedete, due rigori inesistenti (uno per parte) regalano l’1-1 finale contro il Sassuolo. Nessuna polemica visti gli errori che, di fatto, si sono annullati a vicenda, ma che dimostrano quanto il rapporto del Toro con Calvarese non sia di certo idilliaco. Nella stessa stagione arbitra anche le sfide contro Cagliari ed Empoli mentre, foriere di polemiche granata sono anche le sfide contro Cagliari e Inter del campionato 2013/2014. Nella stagione precedente dirige Sampdoria Torino, terminata ancora una volta con un pareggio per 1-1, e Fiorentina-Torino (4-3). Il Toro di Lerda ha trovato Calvarese sul suo cammino per due volte, racimolando due sconfitte: contro il Sassuolo in casa e in trasferta contro il Livorno. Un precedente, infine, anche per la formazione di Colantuono nel pareggio per 1-1 contro l’Ancona. Complessivamente, Calvarese ha incontrato il Toro per ben 15 volte con i granata che hanno fatto siglare 2 vittorie, 5 pareggi e ben 8 sconfitte.

Torino-Cagliari: formazioni ufficiali

TORINO (4-3-3): Sirigu; De Silvestri, N’Koulou, Moretti, Ansaldi; Acquah, Valdifiori, Baselli; Iago Falque, Belotti, Ljajic. A disp. Ichazo, Milinkovic-Savic, Molinaro, Burdisso, Gustafson, Obi, Berenguer, Edera, De Luca, Boyé, Niang, Sadiq. All. Mihajlovic

CAGLIARI (3-4-1-2): Rafael; Romagna, Andreolli, Capuano; Faragò, Barella, Cigarini, Padoin; Joao Pedro; Farias, Pavoletti. A disp. Crosta, Daga, Van der Wiel, Dessena, Giannetti, Miangue, Ionita, Ceppitelli, Sau, Gagliano, Ladinetti. All. Lopez

Arbitro: sig. Calvarese di Teramo (assistenti: Vivenzi-Zappatore; IV Ufficiale: sig. Sacchi; Var e Avar: Mazzolenti-Rapuano)

Torino-Cagliari diretta streaming: dove vederla

Torino-Cagliari sarà trasmessa a partire dalle ore 20.45 in diretta satellitare su Premium Calcio 1, su Sky Calcio 1 e in streaming su SkyGo.


284 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
AndreaGranataRho ( Cairo dovrebbe vendere all'edicolante all'angolo in via filadelfia)
AndreaGranataRho ( Cairo dovrebbe vendere all'edicolante all'angolo in via filadelfia)
4 anni fa

torno a ripetere che il problema era la mole di infortuni che avevamo in mezzo al campo………..complice anche la societa’ che doveva prendere qualche centrocampista in piu’…….. ora finalmente con obi e acquah tornati tornera’ il vero Toro!!!!!

Max11
Max11
4 anni fa

Ottimo 3 punti a parte i soliti problemi dei giocatori più p meno …e poi basta con questi arbitri juventini , davvero basta non si può ammonire un portiere caricato ….poi rigore su Liajic non dato vabbè …bravo Ansaldi, e Belotti che almeno creato sfortunato 2 goal e poi assurdo… Leggi il resto »

AB9
AB9
4 anni fa

La squadra anke oggi ha dimostrato un gioco penoso…..!!!
Vincendo abbiamo purtroppo allungato l’agonia…..!!!!!

Torino-Cagliari: dubbi sul contrasto Ljajic-Barella

Le pagelle di Torino-Cagliari: Obi e Ansaldi sugli scudi