De Silvestri: “Sono fiero di essere parte del Toro”

di Valentino Della Casa - 1 Agosto 2018

Torino-Chapecoense 2-0, parla De Silvestri: “Ha organizzato tutto questo, è stato bellissimo. Toccante il fischio di inizio battuto da Follman”

Ha segnato, Lorenzo De Silvestri. Ma le sue parole portano tutto in secondo piano. Il terzino del Torino, autore della rete del definitivo 2-0 contro la Chapecoense, ha infatti rilasciato alcune toccanti dichiarazioni, che non possono passare inosservate. “Quella di oggi era una festa” dice, “abbiamo fatto un buon test per migliorare la condizione. È stato un momento toccante tutto quanto, soprattutto vedere quel video con le immagini della Chape e il fischio d’inizio battuto da Follmann. Sì, sono fiero di essere parte del Toro, che ha organizzato tutto questo“. Parole sincere, che vengono dal cuore, e che non possono non riempire d’orgoglio tutti i tifosi granata.

De Silvestri: “Torino, calendario difficile? Le parole le porta via il vento”

Sul gol segnato, De Silvestri glissa: “Non mi sembrava nemmeno fuorigioco il primo. E io ci tengo molto ai gol di testa” dice, ridendo. E poi si parla del calendario di Serie A, con un inizio piuttosto difficile: “Prima o poi bisogna giocarle tutte. Il Toro deve fare il massimo, ogni partita, per ottenere grandi risultati. Le parole se le porta via il vento, conterà il lavoro di tutti“.

più nuovi più vecchi
Notificami
Troposfera Granata
Utente
Troposfera Granata

… E comunque GRANDE LOLLO, belle parole che vengono dal cuore.
Alla facciazza di tutti i rosiconi con acidità di stomaco che infestano i forum.

paolo 67 (tabela)
Utente
paolo 67 (tabela)

Finalmente qualcuno che esce dalle solite frasi fatte che si sentono ogni giorno. Bravo Desi.

michele-miva
Utente
michele-miva "mi sembrava il toro pauroso di ventura"

Bravo ragazzo ma se fosse arrivato peres sarebbe stato sempre in panca….. titolare perché non arriva nessuno

Troposfera Granata
Utente
Troposfera Granata

E’ una tua opinione.
Per me Lollo vale dieci Peres e migliaia di Ceres.
Segna, è arcigno, dà fisicità alla manovra.
Il brasileiro con la saudade era bello a vedersi, ma non ne combinava quasi mai una giusta: anarchico al Toro, dannoso alla Roma. La sua “carriera” parla chiaro.

Bartolomeo Pestalozzi
Utente
Bartolomeo Pestalozzi

Ma va laaaaaaaaaaa

Bartolomeo Pestalozzi
Utente
Bartolomeo Pestalozzi

Intendi BP33 l’uomo inutile? Quello che fa sempre la cosa sbagliata?