Mazzarri conferma il 3-5-2, in attacco Berenguer favorito su Zaza

di Veronica Guariso - 3 Aprile 2019

La probabile formazione del Torino / Ritorna Nkoulou in difesa, ballottaggio tra Djidji e Moretti. In attacco rischia l’esclusione Zaza

Altro giro altra corsa. Il Torino dovrà infatti affrontare nel turno infrasettimanale la Sampdoria, che lo ha appena superato in classifica, eguagliandolo nei punti ottenuti. Entrambe le squadre sono in piena corsa Europa e chi dovesse primeggiare al “Grande Torino” otterrebbe un certo vantaggio. Sono tanti i dubbi per Mazzarri, che cercherà di sfruttare il fattore campo per far scendere in campo i suoi con il piglio giusto. Sicuramente terrà conto anche della trasferta di Parma dietro l’angolo, che verrà disputata sabato. Intanto però oltre ad Aina, ancora squalificato, dovrà fare a meno anche di Iago Falque, infortunatosi contro la Fiorentina e che priva il reparto offensivo di un grande apporto tecnico. Probabilmente aumentano le speranze per Berenguer e Parigini dopo la delusione targata Zaza.

Torino, in difesa ballottaggio tra Moretti e Djidji

Il Toro di Walter Mazzarri non può non vincere con la Sampdoria, perché potrebbe essere l’ultima chance di poter continuare ad inseguire l’Europa League. Se difficilmente cambierà il centrocampo rispetto alla gara di Firenze, così non sarà in difesa. Il ritorno di Nkoulou mette infatti il tecnico di fronte ad una scelta: Djidji o Moretti. L’ivoriano, costretto a saltare qualche sfida a causa di un infortunio, era tornato a disposizione già col Bologna, quando il tecnico scelse di schierarlo al posto del compagno. Nell’ultima partita, dove ha giocato fuori ruolo, Djidji non ha convinto, cosa non accaduta con Moretti: potrebbe toccare a quest’ultimo dal 1′.

Mazzarri e la frecciatina a Zaza in conferenza

L’attacco del Torino senza Falque, infortunatosi al ginocchio, perde qualità. L’unica certezza di Mazzarri resta il Gallo Belotti, ormai insostituibile e dal futuro roseo secondo il mister. Chi invece rischia il posto è Simone Zaza che con la Fiorentina ha indispettito il tecnico granata che ha lasciato trasparire un velo di disappunto nei confronti del numero 11.

In mezzo al campo si va invece verso la conferma dei tre giocatori già titolari a Firenze, con Meitè che quindi partirebbe dalla panchina.

Chi sbaglia la partita precedente poi sta fuori, questo l’ho detto subito alla squadra. Ho lasciato fuori nel corso del tempo Baselli, Meitè, poi Rincon. Le partite si vincono in 14, i giocatori devono accettare le scelte. Se si perde una palla si rincorre, si sbaglia tutti, si gioca male tutti, poi l’allenatore fa le scelte:”, queste le parole di Mazzarri, che ha nominato anche Berenguer e Parigini rispondendo alla domanda sul suo attaccante, lasciando intendere la possibilità di un ballottaggio. Berenguer potrebbe perciò rivelarsi la scelta definitiva, avendo avuto più occasioni anche da titolare.

Probabile formazione Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Moretti; De Silvestri, Lukic, Rincon, Baselli, Ansaldi; Berenguer, Belotti. A disp. Ichazo, Rosati, Djidji, Bremer, Meité, Parigini, Damascan, Zaza. All. Mazzarri

Indisponibili: Millico, Falque
Squalificati: Aina

più nuovi più vecchi
Notificami
Luca@iltorosonoanchio
Utente
Luca@iltorosonoanchio

Mettiamola così: credo che vorremmo tutti che stasera si possa vedere una squadra che lotta alla morte per vincere, poi succeda quel che succeda, ma non voglio vedere un atteggiamento come gli ultimi venti minuti di firenze…

mas63simo
Utente
mas63simo

Zaza averlo comprato è stato un insulto ai tifosi e avergli dato la 11 un ulteriore insulto alla storia del Toro.

primaveravatta
Utente
primaveravatta

Mi piacciono le squadre quadrate e ben messe in campo, ma stasera secondo me bisogna mettere in campo sia Parigini che Berenguer con Rincon e Baselli, chiedendo ad entrambi di sacrificarsi anche in copertura sui centrocampisti della Samp (altrimenti diventa nera). Stasera si deve riuscire a vincere ad ogni costo… Leggi il resto »