La 23esima giornata di Serie A ha visto sfidarsi due squadre che lottano per il centro della classifica, ovvero Torino e Sassuolo.

All’Olimpico di Torino una partita dal profumo d’Europa, visto che entrambe le formazioni sperano di riuscire ad agganciare il treno per le competizioni del Vecchio Continente. Prima dell’avvio del match, in classifica le due squadre distavano tre punti, con il Torino di Juric fermo a 31 punti, mentre la squadra emiliana seguiva a 28 punti. 

All’andata la squadra granata allenata da Juric vinse 1-0 grazie al gol di Marko Pjaca nel finale, conquistando tre punti fondamentali. Ora la musica è cambiata. La squadra piemontese cercava il terzo successo consecutivo per avvicinarsi all’Europa, dopo aver battuto, in questo inizio di 2022, la Fiorentina (4-0) e la Sampdoria (2-1 in trasferta), ma è stata fermata dal Sassuolo sull’1-1. A beffare Juric ci ha pensato Raspadori all’88esimo su assist di Berardi. Pari punti e posizioni in classifica invariate per i due club. Certamente un risultato non facilmente prevedibile visto il momento delle due squadre, come analizzato anche alla vigilia dai pronostici sulla serie A degli esperti di Sportytrader

Le formazioni ufficiali di Torino-Sassuolo e tabellino

Torino (3-4-2-1): Milinkovic-Savic; Zima, Bremer, Rodriguez; Singo, Lukic, Mandragora (25’ st Pobega), Vojvoda; Praet (39’ st Baselli), Brekalo (25’ st Pjaça); Sanabria. All.: Juric

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Muldur, Chiriches, Ferrari, Kyriakopoulos; Frattesi, Lopez, Harroui (1’ st Rogerio, 10’ st Defrel); Berardi, Scamacca, Raspadori (45’ Ruan). All.: Dionisi

Arbitro: Fourneau

Marcatori: 17’ Sanabria (T.), 43’ st Raspadori (S.)

Ammoniti: Rogerio (S.), Mandragora (T.), Bremer (T.), Scamacca (S.), Pobega (T.), Frattesi (S.)

Espulso: Juric (T.)

Commento alla partita

Certamente un risultato che va stretto al Torino di Juric che non riesce ad andare oltre all’1-1 contro un Sassuolo che non è mai stato capace di rendersi pericoloso. I Granata hanno letteralmente dominato la partita e il gol di Raspadori a due minuti dalla fine sa di vera e propria beffa. Molte delle colpe, ovviamente, vanno anche all’attacco del Torino, incapace di superare Consigli nelle molteplici occasioni create. Se andiamo a guardare le statistiche del match, possiamo notare come la squadra padrone di casa abbia tirato ben 21 volte in porta, trovando lo specchio solamente 6 volte. Questo sta ad indicare la facilità con cui gli attaccanti granata sono riusciti a bucare la retroguardia avversaria, senza però riuscire a trovare la via della rete per chiudere la partita. 

Juric ha trovato subito il gol nei primi venti minuti con Antonio Sanabria su assist di Singo: un colpo perfetto di testa del numero 19 ha trafitto Consigli. La partita sembra subito indirizzata su un binario favorevole al Torino, ma qualcosa va storto. Infatti nel corso del match il Toro crea moltissime occasioni da rete, colpendo addirittura tre traverse con Mandragora, l’autore della prima rete Sanabria e Bremer. Nulla da fare, il pallone sembra maledetto e si sa, il pallone è rotondo e non è detto che se domini la vinci. A conferma di ciò, il gol negli ultimi due minuti di Giacomo Raspadori che salva il Sassuolo e imprigiona i padroni di casa sull’1-1. 

Al netto di tutto bisogna fare i complimenti ai ragazzi di Juric che riescono ad esprimere al meglio il calcio voluto dal tecnico: grintoso e molto tecnico. Un incidente di percorso che non preclude certamente l’ottima stagione dei granata.


Torino-Sassuolo: ecco perché Juric è stato espulso nel finale

Cioffi prima di Udinese-Torino: “Sarà una partita di duelli e fatica”