Sintesi e commento di Torino-Spal 1-2 Serie A 2019/2020

Un’altra brutta figura: il Toro stecca tra fischi e contestazione

di Giulia Abbate - 21 Dicembre 2019

Il commento di Torino-Spal 1-2 / Il Toro parte bene ma si perde per strada, resta in 10 ed esce sconfitto dal Grande Torino contro una Spal corsara

Torino-Spal finisce nel peggiore dei modi per i granata. Dopo il deludente e assurdo pareggio della scorsa settimana contro il Verona, dal Toro ci si attendeva una reazione quanto meno determinata e invece ci si trova a commentare l’ennesima sconfitta (1-2). A festeggiare, infatti, è proprio la Spal che strappa te punti fondamentali in chiave salvezza e regala a Semplici un successo che stabilizza, almeno momentaneamente, la sua panchina. Le motivazioni degli spallini, dunque, pesano molto di più e, al fischio finale, fanno la differenza. Il Toro parte bene, agguanta il vantaggio con Rincon poi si fa beffare ingenuamente da Strezza, resta in 10 e alla fine crolla concedendo a Petagna la palla del definitivo 1-2. Il modo peggiore per salutare i propri tifosi prima delle feste Natalizie.

Torino-Spal 1-2: il primo tempo

Mazzarri ricomincia dal 3-4-3 rilanciando Belotti dal primo minuto affiancato da Berenguer e Simone Verdi con Lukic al posto di Baselli e al fischio di inizio l’atmosfera del Grande Torino è gelida. Come anticipato Maratona e Primavera, almeno per quanto riguarda la porzione centrale delle due curve, non entrano per protesta ma il Toro riesce a scaldare l’ambiente dopo appena 4 minuti. Aina conquista un calcio di punizione, serie di rimpalli in area e dopo il tocco provvidenzial di Belotti la sfera capita sui piedi di Rincon che non sbaglia portando in vantaggio il Torino.

Fino al 20′ più Toro che Spal con i ferraresi che, tuttavia, non ci stanno a fare la figura dell’agnello sacrificale e spingono sull’acceleratore. Un atteggiamento che paga: dopo alcune occasioni non sfruttate a pieno, come il colpo di testa di Paloschi, e un paio di ottime parate da parte di Sirigu al 43′ arriva il pari. Ed è una beffa doppia per il Toro: i granata perdono infatti Ansaldi per infortunio (entrerà Laxalt al suo posto) e immediatamente dopo si scordano di Strefezza che sfrutta la superiorità numerica e, solo in area, insacca il pallone che chiude il primo tempo sull’1-1.

Torino-Spal 1-2: il primo tempo

Nessun altro cambio, dopo quello di Laxalt, tra le fila delle due formazioni che ricominciano il secondo tempo esattamente come avevano terminato i primi 45 minuti: Spal rivitalizzata dal gol e Torino che accusa il colpo ma tenta la reazione. Reazione che arriva al 6′ minuto quando Belotti con una grande giocata mette la palla in mezzo dove trova Berenguer che non riesce però a mettere la palla in rete. Pochi minuti più tardi a complicare la vita alla squadra di Mazzarri ci pensa l’arbitro: la Spal riparte, Bremer trattiene Petagna in modo troppo plateale e la clamorosa ingenuità gli costa il secondo giallo. Toro in 10 e più di mezz’ora da giocare.

La Spal cerca di sfruttare la superiorità numerica ma i granata non ci stanno e paradossalmente sembrano rendere di più e mettere alle strette gli spallini. Al 70′ arriva l’ennesima occasione: Belotti conquista un’importante punizione, mette la palla in area e solo la fortuna salva i ferraresi. Dopo il cambio tra Berenguer, che esce infuriato, e Meité Mazzarri si gioca anche la carta Zaza (esce Lukic) ma i cambi non danno l’effetto sperato. Anzi: al 36′ l’ennesima disattenzione difensiva favorisce Petagna che di testa punisce i granata e regala il 2-1 alla Spal. Il TOro prova a reagire ma non basta e dopo i 4 minuti di recupero si deve arrendere: ancora una volta l’operazione rimonta degli avversari punisce il Toro e questa volta nel peggiore dei modi.

più nuovi più vecchi
Notificami
tony polster
Utente
tony polster

Squadra fragilissima di testa.come il suo mister.

michelebrillada
Utente
michelebrillada

il mister porte chiuse al fila è ormai bollito e giunto al capolinea neanche i giocatori voluti da lui (vedi verdi 24 mil.ni e vedi liiaic svenduto per 8 mil.ni ,perche a lui non piaceva )come verdi e berengher escono dal campo sostituiti a cazzum e non lo guardano neppure… Leggi il resto »

Denis-Joe
Utente
Denis-Joe

Ehi Redazione… ma una settimana fa scrivevate che il Toro si giocava il posto in EL
Ma non dovevamo iniziare l’EURORIMONTA?
Certo che ne capite di calcio… !
Complimenti.