La conferenza stampa di Paolo Zanetti, tecnico dell’Empoli, avversario domani del Torino di Juric

Così Zanetti ha presentato la sfida tra Torino ed Empoli alla vigilia del match dell’ora di pranzo al Grande Torino: “Mi aspetto una gara difficile, perché il Torino è una squadra forte, aggressiva, dinamica, che ti pressa tutta la partita a tutto campo”, ha spiegato il tecnico dei toscani. “Servirà una squadra sulla stessa lunghezza d’onda. Loro sono feriti, perché vengono da qualche sconfitta, noi anche, perché abbiamo buttato via il sapore di una piccola impresa“, ha detto in riferimento alla sconfitta col Milan nell’ultimo turno di campionato. “C’è ancora tanta rabbia per quella gara, l’ho trasmessa alla squadra. Ho visto nei miei giocatori la giusta rabbia, ma anche la giusta consapevolezza nell’aver messo in difficoltà un grande avversario”.

Zanetti sulle assenze

Sulle assenze: “Abbiamo Stojanovic e Satriano in dubbio, perché in settimana hanno avuto dei problemi. Proveremo fino all’ultimo a farli essere della partita. Chi andrà in campo avrà la grande opportunità di non far rimpiangere chi non c’era prima, ma anche quella di dimostrare di valere la categoria”, ha spiegato. “Cambi? Soprattutto in mezzo, avendo perso Akpa Akpro e Grassi, se c’è bisogno saranno pronti Fazzini e Degl’Innocenti e chi non giocherà tra Henderson, Bandinelli e Haas. Ma non dobbiamo crearci alibi. Abbiamo ragazzi che, anche se molto giovani, possono darci una grossa mano”.

Paolo Zanetti
Paolo Zanetti
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 08-10-2022


Sanabria: “Presi due gol troppo velocemente, ci manca un po’ di furbizia”

Juric: “Un anno fa eravamo tosti, ora ci manca sempre l’ultimo pezzo”