Asta: “Il salto di qualità del Toro deve chiamarsi Europa League”

42
CAMPO, 15.5.18, Torino, Teatro Nuovo, Gran Galà Granata 2018, nella foto: Antonino Asta

Asta ricorda il derby del 3-3 sul palco del Gran Galà Granata 2018: “Sotto il punto di vista dello spirito granata, non eravamo secondi a nessuno”

Tra i Derby ricordati ieri sera, sul palco del Gran Galà Granata 2018, non poteva mancare, ovviamente, uno dei protagonisti di quel famoso 3-3 in rimonta. Era il 14 ottobre 2001 e il Toro di Camolese, dopo un primo tempo chiuso in svantaggio di 3 gol nei confronti della Juventus, rientra sul terreno di gioco e ribalta il risultato con tre gol fantastici siglati Lucarelli, Ferrante e Maspero. E a ricordare quella stracittadina da cardiopalma, sul palco del Teatro Nuovo insieme a Jimmy Ghione, è Antonino Asta: “Quelli dei derby sono dei bei ricordi. Prima avete detto che è giusto guardare avanti, i ricordi fanno piacere ma ora vogliamo vedere di nuovo qualche derby vinto. Per quanto mi riguarda, non avevo grandi qualità tecniche dovevo correre, tornare, dare supporto a una squadra che ci ha dato grandi soddisfazioni: anche il ritorno l’abbiamo pareggiato 2-2 nella famosa partita finita con corna di Maresca. Sotto il punto di vista dello spirito granata, però, non eravamo secondi a nessuno. Ci stanno le creste e gli orecchini, oggi, ma dopo devi dimostrare in campo quanto vali“.

Asta: “La buca? Una cosa che si fa tra amici ma Salas mise il pallone proprio in quel punto”

Cosa ci disse Camolese negli spogliatoi? Non è vero che ci caricò. All’intervallo perdevamo 3-0 e il nostro obiettivo a quel punto era non prendere un’imbarcata clamorosa. Al rientro, però, Camolese fece un paio di cambi modificando l’assetto tattico e dopo il 3-1 le cose cominciarono a cambiare. Loro mollarono un pochettino e iniziarono a fare più attenzione, consapevoli che non avevano ancora vinto e che mancavano 40 minuti, e noi abbiamo cominciato a crederci davvero. Poi ci fu il famoso rigore. La buca? È la tipica cosa che fai con gli amici: Salas però la mise proprio lì e la palla andò a finire in curva”.

Asta: “Orgogliosi del settore giovanile. Adesso il passo avanti si deve chiamare Europa League”

Sul palco del Gran Galà Granata, Asta non si limita solo a ricordare il suo Toro, quello di Camolese e del Derby del 3-3. Quello della buca di Maspero o delle corna di Maresca. L’orgoglio dell’ex capitano granata è anche rivolto al settore giovanile del Toro e in particolare alla Primavera, fresca vincitrice della Coppa Italia, seduta in platea proprio di fronte ad Antonio Asta e Jimmy Ghione: “Quello che sta facendo il settore giovanile è sotto gli occhi di tutti. Negli ultimi anni sta finalmente rinascendo un movimento importante ed è merito della società, di Bava, del mister Coppitelli. Finalmente stiamo di nuovo facendo bene e stiamo tornando a vincere”. E sulla prima squadra: “Adesso ci aspettiamo il salto di qualità. Tutti vogliamo un passo in avanti dalla squadra e di tutta la società e a mio avviso questo passo avanti deve essere l’Europa League”.

  Iscriviti  
più nuovi più vecchi
Notificami
mik69
Utente
mik69

Antonino, il Toro vero per ora non esiste piu… Siamo aggrappati come le cozze alle rocce ormai… Ma le cozze anche se mangiate continuamente non scompariranno mai… Remember..

TRAPANO ( CAIRO GAME OVER )
Utente
TRAPANO ( CAIRO GAME OVER )

Per ora .. hai detto bene ..

Pedric
Utente
Pedric

A me di giocare il giovedì in Qarabakkistan non mi frega nulla… Io voglio continuare ad arrivare decimo.

TRAPANO ( CAIRO GAME OVER )
Utente
TRAPANO ( CAIRO GAME OVER )

Io ho già comprato il biglietto per il qarabakkistan … e ora ?

Vita69
Utente
Vita69

Concordo..se arrivassimo noni gia’ incomincerei a contestare..

TRAPANO ( CAIRO GAME OVER )
Utente
TRAPANO ( CAIRO GAME OVER )

Ha ragione antonino, quella squadra aveva il fuoco dentro ..

mik69
Utente
mik69

Solo applausi per te… Bravo… Sei un vero cuore Granata… Applausi applausi applausi… Grande😁😁😁😁😁

TRAPANO ( CAIRO GAME OVER )
Utente
TRAPANO ( CAIRO GAME OVER )

Ciao pirlone .. 🤣🤣🤣