II precedenti di Atalanta-Torino / Dalla manita nel 2012 con Ventura alla rimonta sotto la guida di Nicola lo scorso anno

È di nuovo tempo di calcio per il Torino di Juric, che aprirà il 2022 con una sfida difficile. L’avversaria prevista per la prima giornata del girone di ritorno è infatti l’Atalanta, che vedrà l’allievo sfidare il maestro. Tra le mura amiche della Dea regna l’equilibrio: su 53 incontri infatti, i granata ne hanno conquistati 16, lo stesso numero che si sono aggiudicati i bergamaschi. È però il pareggio, sopraggiunto in 21 occasioni, a regnare sovrano. Sul fronte gol, il Toro è in vantaggio di 3 (59 reti contro le 56 avversarie). Meno proporzionati invece i precedenti sul fronte generale: l’andamento vede infatti in vantaggio cospicuo il Torino, che ha vinto 43 sfide su 107 con 159 gol all’attivo, contro le 25 dell’Atalanta, autrice invece di 116, il tutto contornato da 39 pareggi.

Atalanta-Torino, nel 2012 la manita dei granata neopromossi

Facendo qualche passo indietro, una vittoria difficile da scordare è sicuramente l’1-5 del 30 settembre 2012. Un Toro neopromosso in Serie A sotto la guida di Gian Piero Ventura, si appresta a sfidare la Dea di Colantuono. Entrambi i club provengono da periodo non troppo rosei, ma ad avere la meglio questa volta sono i granata. Un match che si apre con il minuto di silenzio dedicato alla mamma del presidente Cairo, per dare il via alle danze. Il primo tempo è in equilibrio, con l’Atalanta che sblocca il risultato grazie a Denis, ed il Toro che risponde con un rigore realizzato da Banchi. È però nel secondo che l’ago della bilancia si sposta del tutto. Ci pensa Gazzi, seguito da Stevanovic a dare il via al dilagare granata. Con D’Ambrosio e di nuovo Bianchi, si chiudono definitivamente i conti. Gli attacchi della Dea, dominante a livello prestazionale, servono a poco contro i quattro gol realizzati in soli dieci minuti dagli uomini di Ventura.

Atalanta-Torino 2-1, nel 2018 l’ultima vittoria della Dea

Riavvolgendo il nastro, si arriva al 22 aprile 2018, data che corrisponde all’ultima vittoria della Dea contro i granata in quel di Bergamo. Tocca questa volta al Toro di Mazzarri, ottenuto dopo la rottura con Mihajlovic affrontare l’Atalanta, in procinto di cominciare la propria corsa verso le Big. In ballo c’è l’Europa League e lo scontro diventa più diretto che mai. Il Toro parte bene, ma la situazione si ribalta in fretta contro gli uomini di Gasperini, che crescono con lo scorrere dei minuti sul cronometro. Il primo tempo si chiude a reti inviolate, che dureranno tali per poco. Al 9′ della ripresa infatti, Freuler di testa beffa Sirigu. Passano solamente tre minuti ed i granata la riaprono con Ljajic, ma la feta dura poco. Ci pensa infatti Gosens con la sua prima rete in Serie A a metterci un punto che ne consegna tre ai nerazzurri.

Atalanta-Torino 3-3: l’ultimo precedente

Infine, ecco che arriva l’ultimo precedente, tra i più rocamboleschi degli ultimi anni. Le due formazioni sono ai vertici opposti di classifica: i granata, reduci da una prima parte di stagione disastrosa sotto la guida di Giampaolo, sono a caccia della salvezza. L’Atalanta chiuderà terza, strappando il pass per la Champions. Tra il silenzio degli spalti di un match a porte chiuse, il cuore Toro fa la differenza e permette ai granata di spuntarla sotto tutti i punti di vista. La prima rete arriva al quarto d’ora, con Ilicic. Cinque minuti dopo, ci mette lo zampino Gosens, seguito poi da Muriel. I conti sembrano chiusi dopo soli 21 minuti, ma è qui che scatta la scintilla nel Torino. Belotti conquista un rigore verso la fine del primo tempo: il suo tiro viene parato da Gollini, che non trattiene la sfera, rimessa dentro e buttata in rete dal capitano granata. La storia si ripete poco dopo con Bremer, che sfrutta una carambola sulla traversa di Mandragora per accorciare ulteriormente le distanze. Il secondo tempo vede più aggressività da entrambe le parti. La Dea va più volte vicina al poker senza trovarlo e paga il più alto dei prezzi: Bonazzoli infatti, con un colpo di testa all’84’ chiude la rimonta granata e la partita con il gol del 3-3.

Andrea Belotti
Andrea Belotti, Torino
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 03-01-2022


3 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
glicine
glicine
7 mesi fa

La volete finire di mostrare la faccia di quel mercenario? 1 anno che non parla con tutto quello che si dice su di lui , vai vai via insieme a Cerci .

suoladicane
suoladicane
7 mesi fa
Reply to  glicine

Ecco , tu bravo vai a Venaria una volta era tutte e piantala di insultare il Gallo

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
7 mesi fa
Reply to  glicine

x delle 3 una:
o fa apposta perchè adora provocare reazioni fin troppo prevedibili
o è un gobbo che si diverte nel sito sbagliato
o è un defi cente per quello che scrive

Torino, torna Giacomelli per la seconda volta in stagione

Toro, oggi nuovo giro di tamponi