L’ex Atalanta in allenamento viene provato come playmaker e mezzala. Scambi in rapidità e qualità: Baselli può convincere il suo allenatore

È già tempo di prove per Daniele Baselli. Il centrocampista, quest’anno, è arrivato alla sua prova del nome: da crisalide, può diventare farfalla, dopo un anno nel Toro passato da protagonista tra alti eccellenti e bassi deludenti. È la stagione della consacrazione e della maturità per l’ex Atalanta, che potrà essere un vero e proprio jolly a disposizione di Sinisa Mihajlovic.

L’allenatore aveva già in mente alcune variazioni tattiche per il giocatore, che a Cittadella giocava da playmaker ma che più volte ha ribadito sentirsi più una mezzala. E se il secondo è il ruolo che ha sempre ricoperto con Ventura (salvo qualche sporadico caso), per il primo invece c’è da lavorare. E la sensazione è che lo si farà abbondantemente.

Già ieri, infatti, in occasione dell’ultimo allenamento presso il Centro Sisport, Baselli ha provato quello che potrebbe essere il suo nuovo ruolo. In una partitella a nove contro nove, era lui il jolly per entrambe le squadre: in base a chi gli passava il pallone, diventava automaticamente il giocatore per questa o quella compagine. Posizionandosi però sempre al centro del centrocampo.

Buone risposte ha sicuramente dato il giocatore, anche se il discorso è decisamente in fase embrionale (successivamente, per dire, Mihajlovic ha anche provato Benassi). Per diverso tempo, però, Baselli è stato impiegato in quel ruolo, dimostrando di avere un tocco non da tutti e una rapidità di manovra che potrebbero davvero permettergli di fare la differenza, se ci lavorerà su.

In attesa del mercato, Mihajlovic lavora con i giocatori che ha a disposizione. E Baselli è un patrimonio che non vuole depauperare, tutt’altro. Per vederlo fisso in cabina di regia, probabilmente, ci vorrà del tempo e tanto esercizio. Ma l’idea c’è, e si sta già cominciando a metterla in prattica.


37 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ei fu bischero
ei fu bischero
5 anni fa

Facciano come gli pare…ma dare via parigini è da pazzi.che non si lamentino se poi ci lascia definitivamente.

Mimmo75
Mimmo75
5 anni fa
Reply to  ei fu bischero

Beh, che il Bari lo chieda non vuol dire automaticamente che lo avrà. Se proprio devo scegliere uno dei giovani di rientro da prestare direi Aramu. Ha giocato poco, tra infortuni e scelte tecniche, pagando anche la pessima annata del Livorno. Barreca e Parigini, anche solo come seconde scelte, mi… Leggi il resto »

rotor
rotor
5 anni fa
Reply to  Mimmo75

Ciao Mimmo,a me risulta l’interessamento del Bari solo per Gazzi e Vives,fonte Criscitiello giornalista ,noto tifoso dell’Avellino Calcio.

Mimmo75
Mimmo75
5 anni fa
Reply to  rotor

Rotor, ciao, l’ho saputo da un caro amico molto vicino al Bari. La trattativa esiste per tutti e 4 ma non è detto che il Toro sia disposto a lasciar andare i giovani.

Mimmo75
Mimmo75
5 anni fa
Reply to  Mimmo75

Mi correggo: non la trattativa ma la richiesta barese

rimbaud
rimbaud
5 anni fa

Il bari sta trattando anche con lo svincolato barreto

Mimmo75
Mimmo75
5 anni fa

comunque danno Gazzi, Vives e Parigini al Bari

Mimmo75
Mimmo75
5 anni fa
Reply to  Mimmo75

e Barreca

BisGranata
BisGranata
5 anni fa
Reply to  Mimmo75

Speriamo! Parigini non rientra nei cresciuti nel vivaio, ha meno di 21 anni, dal prossimo potrebbe far parte dei nostri, se crescerà abbastanza! Gazzi e Vives hanno fatto il loro tempo.

BisGranata
BisGranata
5 anni fa
Reply to  BisGranata

Barreca invece sarebbe un cresciuto nel vivaio, ha un anno in più, preferirei cedere Molinaro e tenerlo come alternativa ad Avelar insieme a Silva.

rimbaud
rimbaud
5 anni fa
Reply to  Mimmo75

bisogna dare atto a Stellone che quando dice di non aver mai smesso di seguire il Toro, non sono per nulla chiacchere 🙂

rimbaud
rimbaud
5 anni fa
Reply to  Mimmo75

sinceramente io speravo che barreca e parigini rientrassero nella rosa della squadra con possibilità di disputare almeno una quindicina di partite. Probabilmente non sarà così peccato, speriamo sia un’occasione per loro di crescere e non di fare panchina

Toro, oggi inizia il ritiro a Bormio

Anche i tifosi incoronano Benassi: “Forza capitano!”