Il terzino ora in forza ai marchigiani ha assistito dalla panchina alla cavalcata dei suoi in Coppa d’Africa. A giugno potrebbe tornare a Torino

Non si tratta del miglior periodo possibile nell’avventura di Brian Bayeye all’Ascoli, spedito in prestito quest’estate dopo aver preso parte al ritiro estivo diretto da Ivan Juric a Pinzolo. L’ex Catanzaro ad oggi ha raccolto 1076 minuti, tradotti in 18 presenze, di cui 10 dal primo minuto. C’è da dire che Bayeye però non risulta nell’undici titolare dallo scorso dicembre. Da quel momento, per vari motivi, non è stato più tra gli imprescindibili di Fabrizio Castori e ora del nuovo tecnico Massimo Carrera.

Bayeye, in campo solo nella terzo-quarto posto

Tra gennaio e febbraio, Bayeye ha preso parte alla Coppa d’Africa. Un ottimo cammino quella della Repubblica Democratica del Congo nella competizione continentale, anche se il giocatore di proprietà del Torino ha interpretato un ruolo marginale. Soltanto panchina tra gironi e gare a eliminazione diretta: quando la palla scottava e contava per il proseguimento nella manifestazione. 90 minuti nel match per il terzo posto poi conquistata ai rigori dal Sudafrica. Al rientro in Italia, Bayeye è tornato al fianco dell’allenatore Castori, a occupare un seggiolino della panchina.  0 minuti contro Cremonese e Feralpisalò, scampoli di partite nelle due seguenti contro Brescia e Reggiana. Complessivamente 31 minuti, 4 con i lombardi, 27 contro gli emiliani.

A giugno 2025 scade il contratto

Nessun prologo verso la titolarità, visto che nelle due gare successive contro Sampdoria e Lecco non è riuscito nemmeno a fare una sgambata. Ancora fuori, mentre l’Ascoli cambiava guida tecnica da Castori a Carrera. D’ora in avanti ancora qualche mese per tenersi vivo e dire la sua in Serie B. Il suo contratto col Torino scade a giugno 2025 e c’è da capire se l’Ascoli eserciterà il riscatto, per continuare col congolese, nonostante la difficoltà di incidere in un campionato come la Serie B.

Brian Bayeye
Brian Bayeye
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 22-03-2024


10 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
vecchiamaniera
27 giorni fa

I suoi limiti nn ne fanno un giocatore da serie A. Liberarsene al più presto come Seck e Haveri

soloiltoro
soloiltoro
27 giorni fa

Tutti i prestiti in giro stanno giocando poco, chissà come mai…

Scimmionelli
27 giorni fa
Reply to  soloiltoro

Forse perche’ i tordi si ricordano di Horvath soltanto quando serve a dimostrare le tesi preconcette loro imposte dalla loro proverbiale disonesta’ intellettuale?

marco ruda
marco ruda
27 giorni fa

Il migliore acquisto sarebbe un DS competente,vero tdc? ma tu preferisci uno che ti fa buttare nel cesso anche quei pochi soldi che spendi per i giovaniche dovrebbero essere talentinon scadenti….

Gineitis, da Monza a Monza: dall’errore dell’andata al rinnovo fino al 2028

Nazionali, la Svizzera di Rodriguez e la Croazia di Vlasic: il programma di oggi