Dopo il Gallo, da De Silvestri a Benassi sono in tanti i calciatori che possono incrementare il numero di granata nella nazionale italiana

Quando, al 73′ di Italia-Francia, Giampiero Ventura ha fatto entrare in campo Andrea Belotti al posto di Eder il contatore dei calciatori del Toro che hanno vestito l’azzurro della Nazionale si è aggiornato arrivando a quota 70.

Nei 106 anni di storia della nazionale di calcio italiana, erano infatti stati 69 i calciatori granata a guadagnarsi almeno un minuto con la casacca azzurra addosso prima del Gallo. I primi due furono Enrico Debernardi e Domenico Capello, il 15 maggio 1910, in un’altra Italia-Francia: una partita storica perché è stata la prima in assoluto della nazionale italiana. La gara si disputò a Milano, a vincere fu l’Italia con un netto 6-2 a cui contribuì anche Debernardi che segnò il quinto gol azzurro. Il legame tra il Toro e la Nazionale è diventato più forte che mai negli anni ’40, grazie ai vari Mazzola, Loik, Maroso, Bacigalupo e compagni. L’11 maggio 1947 furono addirittura dieci i calciatori granata a scendere in campo nell’undici iniziale contro l’Ungheria: l’unico assente fu il portiere Bacigalupo. L’ItalTorino vinse 3-2 grazie ad una doppietta di Gabetto e a un gol di Loik (il momentaneo 2-2 ungherese fu messo a segno da una vera e propria leggenda del calcio: Ferenc Puskas). Prima di Belotti, l’ultimo calciatore che aveva fatto aggiornare il contatore dei granata nella Nazionale azzurra era stato Emiliano Moretti, che detiene il record del più anziano debuttante nella storia dell’Italia.

Andrea Belotti è arrivato all’esordio in Nazionale da capocannoniere della serie A, con ben quattro reti messe a segno nelle prime due partite. Un bottino sicuramente di tutto rispetto ma che sarebbe potuto essere ancora più ricco se non avesse fallito i due calci di rigore tirati: il primo contro il Milan al 95′, il secondo contro il Bologna. Se il Gallo manterrà l’attuale stato di forma nel resto del campionato, sicuramente le su presenze in Azzurro non potranno che aumentare. E chissà che presto non ci possa essere anche il 71° e il 72° giocatore del Toro in campo con l’Italia: Valdifiori, De Silvestri, Benassi, Zappacosta e Baselli hanno tutte le carte in regola per puntare quella maglia azzurra che al momento hanno perso o che finora hanno solo sfiorato.


96 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ginostra
ginostra(@ginostra)
5 anni fa

infortunato

Granata59
Granata59(@granata59)
5 anni fa

“..Fu proprio questo individuo per primo ad uscire il discorso in un contesto…” E tu saresti AMMERIGANO? Se è necessaria una colletta per regalarti un mappamondo, a world map, così capisci dove sono gli IUESSEI, io la soldi li esco senza problemi, without any problem. Right now! Bye bye hunchback!

RDS TM
RDS TM(@rds-tm)
5 anni fa

@toroforever, effettivamente sarebbe l’ora che venga presa una decisione in merito a questo personaggio che offende con un campionario che va dal dileggio verso gli “anziani” se si può definire uno di 50 anni anziano, al sessismo, per non parlare di giorni addietro quando ha tirato in ballo tragedie per… Leggi il resto »

toroxever
toroxever(@toroxever)
5 anni fa
Reply to  RDS TM

Già l’uso dell’aggettivo anziano meriterebbe educazione,
Usare “vecchio” è di già insulto….lingua italiana, questa sconosciuta.
Come scriveva l’unica è, anche se a volte è davvero difficile, ignorarlo.
Ma la Reda spero, di nuovo, intervenga.

Sisport, seduta mattutina per il Toro: Baselli e Castan in gruppo

Mancini: “Toro, Hart è un ottimo acquisto. E può ancora migliorare”