Belotti è l’unico vero trascinatore del Toro: nei 3 incontri senza il Gallo i granata hanno ottenuto un solo pareggio e due sconfitte

La partita, spenta, sprecata e alla fine persa contro il Bologna ha evidenziato ancora una volta il momento di crisi, soprattutto mentale, del Toro di Mihajlovic, sempre più lontano dall’obiettivo Europeo e sempre più dipendente da Belotti. L’importanza del Gallo per la formazione granata è palese e allo stesso tempo sempre più preoccupante. Senza l’attaccante, esploso in maniera netta in questa stagione e sulla strada per confermarsi come il miglior bomber della Serie A, non solo il Toro non trova la porta ma fatica anche a costruire gioco, a proporsi e mantenere quell’identità tanto cercata dal tecnico granata. Un punto di riferimento dunque, Belotti, la cui assenza è in grado di ribaltare totalmente gli equilibri di una squadra che a inizio stagione aveva fatto immaginare tutt’altro percorso.

CAMPO, 16.1.16, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, 20.1 giornata di Serie A, TORINO-MILAN, nella foto: Andrea Belotti esulta dopo gol 1-0
CAMPO, 16.1.16, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, 20.1 giornata di Serie A, TORINO-MILAN, nella foto: Andrea Belotti esulta dopo gol 1-0

E la Belotti-dipendenza è confermata anche dai numeri, non solo quelli delle reti segnate dal miglior realizzatore granata. Dei 30 punti ottenuti dal Toro fin ora, infatti, soltanto 1, quello del pareggio contro l’Empoli, è arrivato senza Belotti in campo. Negli altri due incontri, contro Atalanta e, appunto, quello di domenica scorsa contro il Bologna, i granata sono incappati in due sonore sconfitte. Un bilancio impietoso che si risolleva nettamente all’ingresso in campo del Gallo. Dalle uniche due partite in cui l’attaccante non ha giocato tutti i 90 minuti, il Toro ha messo in cascina 4 punti. Dopo il pareggio a reti inviolate contro il Pescara, arriva la vittoria netta contro il Cagliari nella quale Andrea Belotti ha messo a segno due delle 5 reti che hanno regalato a lui e compagni una grande prestazione. Nelle restanti 16 partite Mihajlovic non ha mai rinunciato alla propria punta di diamante e l’attaccante ha ripagato a suon di gol la fiducia, trasformandosi nel vero e più importante punto di forza del Toro, regalando al Toro un bottino di 25 punti. Una tripletta contro il Bologna, la doppietta decisiva contro il Crotone così come il gol vittoria contro il Genoa sono solo alcuni dei gol che hanno trascinato il Toro al 9° posto in classifica.

Una dipendenza dai gol di Belotti, con gli altri attaccanti ben lontani dal dimostrarsi in grado di tenere il ritmo del numero 9 granata, che si sta rivelando un arma a doppio taglio pesante per i granata. L’attaccante è certamente il miglior elemento a disposizione di Mihajlovic ma i numeri, tanto positivi per il Gallo, rischiano di diventare impietosi per il Toro: l’Europa è ormai un miraggio ma Benassi e compagni devono invertire la rotta, e subito, per non buttare alle ortiche anche quanto di buono fatto fin qui. La stagione dorata del Gallo è indubbiamente esaltante, per lui e anche per il divertimento dei tifosi che possono continuare a coccolarsi il loro beniamino, ma non può più essere l’unica freccia all’arco della truppa di MIhajlovic. Il salto di qualità tanto atteso deve passare anche da questo: una squadra che vuole diventare grande non può dipendere da un solo elemento.


7 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Jones
Jones
5 anni fa

vale per due,ma non sempre può bastrae

mansell
mansell
5 anni fa

La speranza è che voglia rimanere ancora un anno per non rischiare di perdersi il mondiale. Più realisticamente, ci arriveranno 100 milioni dall’Inghilterra e tutti i possibili sostituti ci verranno proposti al doppio del valore, come successo al Napoli la scorsa estate. Tipo Kalinic 70 milioni. E allora via con… Leggi il resto »

mansell
mansell
5 anni fa
Reply to  mansell

No dai voglio essere ottimista e aspettarmi quantomeno Muriel e Gabbiadini

io
io
5 anni fa

ma cosa vuol fare lui da solo ,con una marea di pippe che ha per compagni ! Prepariamoci per domenica : ci verra’ servito aperitivo e digestivo ! A che punto siamo giunti , dopo una buona partenza ….

Torino, oggi doppia seduta: problemi in difesa per Mihajlovic

Toro, la presentazione dell’avversaria: ecco l’Atalanta