Zapata sfida Belotti: il duello di Atalanta-Torino

di Giulia Abbate - 1 Settembre 2019

Il duello di Atalanta-Torino / Belotti è tornato grande e ha raggiunto Bianchi, Zapata è il punto di riferimento dei neroazzurri

Seconda di campionato e tra Atalanta e Torino è già tempo di confronto tra bomber, tra due attaccanti che non più tardi di un paio di anni fa hanno “rischiato”, se così si può dire, di giocare fianco a fianco: Belotti e Zapata. Questa sera, al contrario, si troveranno uno di fronte all’altro: da un lato il Gallo, tornato bomber di razza e spina nel fianco per la maggior parte delle difese, con l’idea in testa di riscattare immediatamente la delusione europea; dall’altro il colombiano, perla dell’Atalanta che non ha ceduto alle avance delle pretendenti blindando uno dei suoi gioielli più importanti.

Belotti, sempre a segno con il Toro: è già record

Sette gol in sette presenze tra preliminari di Europa League e campionato. Un inizio di stagione come meglio non si poteva sperare per il Gallo Belotti che, come abbiamo raccontato, arriva così a quota 77 reti in maglia granata. Le stesse di Rolando Bianchi con cui divide, almeno momentaneamente, il 10° posto nella classifica dei migliori marcatori della storia del Toro. Momentaneamente, sì, perchè il Gallo avrà proprio questa sera, contro l’Atalanta, l’occasione per incrementare ulteriormente il proprio bottino e mantenere intatto il ruolino di marcia tenuto fino a questo momento.

Al suo fianco, visto l’infortunio patito contro i Wolves, non ci sarà Zaza con cui l’intesa sembra affinarsi di giorno in giorno, ma il Capito del Toro avrà comunque l’arduo compito di farsi carico della squadra e soprattutto di ripetersi. Dalle spalle, Belotti, dovrà e soprattutto vorrà scrollarsi la mancata qualificazione ai gironi di Europa League: vincere contro l’Atalanta trascinando il Toro a suon di gol sarebbe un bel modo per cancellare la delusione.

Zapata, l’Atalanta lo blinda: venderlo sarebbe una pazzia

48 presenze totali, 18 reti all’attivo di cui 23 in Serie A. Questi i numeri di Duvan Zapata della scorsa stagione: un bottino che gli vale il secondo posto nella classifica cannonieri dietro a Quagliarella, con 2 centri in più di Ronaldo e ben 9 in più di Andrea Belotti. Un rendimento che non poteva non portare l’Atalanta a fare di tutto per blindare il giocatore rifiutando ogni offerta possibile in questa sessione di calciomercato e chiarendo a tutti un concetto tanto semplice quanto imperativo: Zapata non si tocca. Qualcuno lo vuole? Lo sforzo economico sarebbe decisamente consistente.

Sembrerà un movimento banale da parte di una società che dovrà affrontare non solo il campionato ma anche la Champions ma di fatto rappresenta forse il passo più importante fatto dall’Atalanta quest’estate. Zapata è e resterà il perno dell’attacco di Gasperini che contro il Toro si affiderà con tutta probabilità a lui per portare a casa la seconda vittoria consecutiva in campionato.