Berenguer, il Toro ha bisogno di te: contro il Cagliari un’altra occasione

di Francesco Vittonetto - 10 Aprile 2019

Contro Sampdoria e Parma, il Torino ha ritrovato Berenguer: tra alti e bassi, lo spagnolo si è preso il ruolo di vice-Falque. E contro il Cagliari…

Un mese e mezzo di spezzoni: titolare a Napoli il 10 febbraio, poi solo scampoli fino alla notte di Torino-Sampdoria. Senza Iago, Mazzarri ha dato fiducia ad Alex Berenguer. Lui, più di Zaza, era ciò di cui il suo Toro aveva bisogno. Brevilineo, capace di svariare e guidare la manovra con tecnica e velocità: un Falque-bis, di piede destro ma con caratteristiche simili. Contro il Doria ha brillato, lo spagnolo. Solo a tratti, invece, contro il Parma. Al “Tardini” l’inizio era stato promettente: prima il duetto con Baselli nello stretto, poi il destro dal limite respinto da Sepe. Il calo nella ripresa, però, lo ha messo in ombra. Dalla partita è uscito definitivamente dopo aver fallito il rigore in movimento propiziato dall’assist di Belotti. Palla fuori, mani nei capelli.

Berenguer, senza Belotti più responsabilità

“Ora dobbiamo pensare alla prossima partita”. Reset, nelle parole di Berenguer. Perché la prova più importante, adesso, è davvero quella contro il Cagliari. Mancherà Belotti, il punto di riferimento per lui e per il Torino. Ci sarà Zaza, con ogni probabilità, e ci sarà anche una buona dose di responsabilità in più. Per tutti.

Con l’obbligo di vincere e tornare al gol, le chance del Toro passeranno anche dai piedi dell’ex Osasuna. Magari ancora in coppia con Baselli alle spalle della punta, come appare probabile a quattro giorni dal lunch match del “Grande Torino”. Con i due trequartisti nel 3-4-2-1, il Toro ha dimostrato poter far bene. E così Berenguer, che in quella posizione ha ritrovato continuità.

Dopo gli alti e bassi di Parma, però, servirà una prova di alt(r)o livello. Senza Iago, il Toro ha bisogno della sua fantasia. E anche dei suoi colpi di classe, vitali in gare bloccate come sarà quella contro i sardi.

più nuovi più vecchi
Notificami
DHEA
Utente
DHEA

Per me giocatore di scarsa utilità
Giusto come riserva,na niente più

mas63simo
Utente
mas63simo

Nel ruolo giusto cioè attaccante esterno in un 433 potremmo vederlo nella sua massima espressione. Finché lo si fa giocare fuori ruolo lo vedremo sempre col freno a mano tirato.

Benvenuti
Utente
Benvenuti

Niente male